And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi?

Il personaggio di Che Diaz sarebbe stato cancellato. Ed è polemica.

ascolta:
0:00
-
0:00
And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi? - and just like that - Gay.it
3 min. di lettura

La terza attesa stagione di And Just Like That avrebbe clamorosamente perso uno dei suoi personaggi principali: Che Diaz, persona non binaria interpretata da Sara Ramirez. Una delle novità di questo sequel di Sex and the City, unə stand up comedian che fa innamorare Miranda Hobbes, fresca di rottura con lo storico marito Steve Brady.

Ebbene a giudicare da quanto scritto sui social dalla stessa Ramirez, Che Diaz non tornerà in And Just Like That. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, il personaggio è stato tagliato perché non avrebbe mai fatto breccia tra i fan della serie.

“Era messə male già nella seconda stagione perché il personaggio aveva perso valore ed era risultato noioso agli occhi dei fan dopo la rottura con Miranda. Non aveva convinto ad esempio la ragione per la sua ulteriore presenza nella serie: i minuti utilizzati per presentarla come attricə comica in difficoltà erano risultati uno spreco sul fronte dell’audience”.

And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi? - sara raimirez and just like that - Gay.it

Una lettura che Diaz ha rispedito al mittente. A suo dire, infatti, il licenziamento sarebbe arrivato perché avrebbe osato prendere posizione a sostegno della Palestina nella guerra tra Hamas e Israele.

“Il nostro settore è così ambiguo. Mentre distribuiscono i premi, i direttori dei casting e gli agenti stanno stilando liste nere di attori e lavoratori che pubblicano qualsiasi cosa a sostegno dei palestinesi e di Gaza per assicurarsi che non lavorino mai più”, ha scritto Sarah su Instagram. “Mentre salvano alcuni dei loro stessi clienti che si sono espressi contro questo genocidio, licenziano tutti gli altri che hanno piattaforme più piccole. Mentre premiano le “organizzazioni Igbtq”, tacciono sui legami di quelle organizzazioni con i produttori di armi che attualmente sostengono l’esercito israeliano mentre commette un genocidio sulle vite palestinesi che includono le vite LGBTQIA2S+”. “L’ho capito. I premi sono brillanti e le persone hanno bisogno di pagare l’affitto o di sentirsi speciali e potenti. Nel frattempo, abbiamo superato la soglia dei 100 giorni di questa “guerra” che è stata riconosciuta da molti, compresa la Corte penale internazionale, come un genocidio. È incredibile quanto così tante persone siano performanti a Hollywood. Ancora più performanti  dell’ultimo personaggio che ho interpretato.”

In un secondo post, Ramirez ha espresso gratitudine alle persone che “mi hanno aiutato, e mi stanno ancora sostenendo, a guarire e a liberarmi”, “per non avermi sfruttato e scartato”.

Parole di fuoco che la produzione avrebbe rispedito al mittente. Questo perché anche Cynthia Nixon ha pubblicamente espresso il proprio sostegno ai palestinesi. E Cynthia è ancora lì, punto fermo della serie. Ma come fai a cacciare Nixon, storica Miranda? “Sara deve accettare che il suo personaggio non era centrale nella storia”, ha ribadito la fonte del DailyMail. Però i fatti smentiscono questa tesi.

Anche se Che e Miranda avevano concluso la loro relazione al termine della seconda stagione di And Just Like That…, ci si aspettava che Diaz tornasse nella terza stagione. Lo stesso Michael Patrick King, showrunner e produttore, ha più volte dato peso all’amicizia nata tra Che e Carrie Bradshaw, difendendo il personaggio di Diaz in tutte le interviste. Persino il comunicato stampa ufficiale che ha annunciato il via libera ad una terza stagione di And Just Like That… includeva il nome di Ramirez tra i membri del cast. Per ora HBO non ha confermato nè smentito le notizie, ma certo è che l’eventuale cancellazione di Che Diaz farà rumore. Soprattutto se avvenuta a causa delle parole espresse da Sara Ramirez contro Israele e a sostegno della Palestina.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tommaso Stanzani, primo bacio social all'amato Oreste Gaudio (VIDEO) - Tommaso Stanzani primo bacio social allamato Oreste Gaudio VIDEO - Gay.it

Tommaso Stanzani, primo bacio social all’amato Oreste Gaudio (VIDEO)

Culture - Redazione 24.7.24
Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Perché amiamo Tom Daley - Tom Daley - Gay.it

Perché amiamo Tom Daley

News - Federico Boni 23.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Powell, Pascal e Kenworthy

Corpi - Redazione 24.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Bandiere LGBT ebraiche al Pride

Pride spaccato dalla polarizzazione: le comunità ebraiche non partecipano alle parate di Roma, Torino e Bergamo perché “c’è una caccia al carro di Israele”

News - Giuliano Federico 15.6.24
Dawah Man Israele Palestina Gayy

‘La Palestina non vincerà per colpa dei gay’, la tesi del predicatore islamico Dawah Man

News - Redazione Milano 25.3.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
FOTO: SONJA FLEMMING/CBS

Grammy 2024, Annie Lennox omaggia Sinead O’Connor e chiede il cessate il fuoco: “Pace nel mondo!” – VIDEO

Culture - Redazione Milano 5.2.24
striscia di gaza

Governo Netanyahu e Hamas sono entrambi estremisti: cessate il fuoco sulla Striscia di Gaza

News - Lorenzo Ottanelli 11.3.24
Tel Avviv Pride 2024 cancellato

Tel Aviv cancella la Pride Parade 2024. Motivazioni di lutto o semplicemente politiche?

News - Lorenzo Ottanelli 10.5.24
Toronto Pride 2024 interrotto per Proteste Pro Palestina

Toronto Pride cancellato dopo le proteste di manifestanti pro-Palestina

Culture - Giuliano Federico 2.7.24