Addio Antonio d’Amico, compagno di Gianni Versace: insieme furono tra le prime coppie gay pubblicamente esposte

Lo stilista è scomparso all’età di 63 anni dopo una lunga malattia. Luci e ombre nel rapporto con Donatella.

ascolta:
0:00
-
0:00
Antonio d'Amico Gay.it
Antonio d'Amico e Gianni Versace sono stati tra le prime coppie gay a fare coming out e vivere apertamente la loro relazione
4 min. di lettura

Sono passati venticinque anni da uno degli eventi che ha sconvolto la moda italiana: l’omicidio di Gianni Versace. E, venticinque anni dopo, ci lascia un altro protagonista di quella tragica vicenda. Antonio d’Amico, stilista, designer, ex-modello e compagno di Gianni Versace, è morto all’età di 63 anni, dopo aver combattuto a lungo una malattia, a Manerba del Garda, dove si era ritirato a vivere con il compagno con cui aveva ritrovato l’amore negli ultimi anni.

Certo, venticinque anni passati nel ricordo di uno dei più grandi stilisti italiani, che ha rivoluzionato l’immagine dell’alta moda italiana nel mondo e che, come ha spesso affermato, è stato il più grande amore della sua vita. Era sotto gli occhi di tutti, da quando i due si incontrarono nel 1982 durante uno spettacolo alla Scala di Milano, per cui Versace aveva curato i costumi. Un colpo di fulmine durato quindici anni, tra alti e bassi, tra lusso sfrenato, feste, amicizie importanti e una vita da sogno divisa tra Milano e Miami, negli Stati Uniti.

Antonio d'Amico Gay.it
Antonio d’Amico, compagno di Gianni Versace, è scomparso all’età di 63 anni

Antonio d’Amico condivideva con il compagno la passione per la moda, e durante la loro relazione ha curato due linee per la casa Versace: Versace Sport e Istante. Gianni Versace, dalla realtà più rurale di Reggio Calabria, dove era nato, era riuscito a rendere l’alta moda più colorata e brillante, portando i colori del Mediterraneo in tutto il mondo e inventando il concetto delle top-model, che vestivano le sue sfilate dietro cachet stellari. In poco tempo era diventato un marchio riconosciuto dalle più grandi celebrità, da Elton John alla principessa Diana, che con Gianni ha condiviso lo stesso destino.

Dietro il lusso e l’oro, tuttavia, come in tutte le grandi famiglie, le ombre non mancavano. Negli anni, dopo la tragica scomparsa dello stilista-genio, Antonio d’Amico è tornato più volte a parlare di come tra lui e la famiglia Versace non scorresse buon sangue. In particolare con la sorella, Donatella, che, stando alle sue dichiarazioni, avrebbe sempre serbato un certo astio nei suoi confronti.

Antonio d'Amico Gay.it
Antonio d’Amico è stato il grande amore di Gianni Versace, stilista rivoluzionario

Il 15 luglio del 1997 un colpo di pistola mise fine alla parabola di Gianni Versace, alla sua vita e alla sua storia d’amore con Antonio d’Amico. I gossip degli ambienti più alti vedevano Gianni, negli ultimi tempi, intrattenersi con storie casuali fuori dalla relazione, ma il loro amore era innegabile. Prima coppia italiana dell’alta moda, tra l’altro, a fare coming out e vivere apertamente la loro relazione in un tempo in cui parlarne non era così facile, tantomeno viverlo.

Sulle scale della villa di Miami, sulla Ocean Drive, che avevano acquistato insieme, è stato Antonio d’Amico il primo a vedere il corpo di Gianni Versace e a chiamare i soccorsi. Lo stilista morì poche ore dopo, l’assassino – il serial killer già ricercato Andrew Cunanan – trovato suicida dopo un mese dall’FBI. Tanti misteri aleggiano attorno all’omicidio, dalla mancanza di un vero movente di Cunanan fino al sospetto che in realtà vi si celasse dietro la mano della mafia.

Antonio d'Amico Gay.it
Antonio d’Amico e Gianni Versace sono stati tra le prime coppie gay a fare coming out e vivere apertamente la loro relazione

Un mistero irrisolto che si protrae ancora oggi, come per molti anni si è speculato sulle vicende di Antonio d’Amico con la famiglia Versace dopo la morte dello stilista. Nel testamento, redatto quando Gianni Versace aveva affrontato un tumore all’orecchio, lo stilista aveva lasciato al compagno un vitalizio mensile di 50 milioni delle vecchie lire. Quei soldi però, c’è chi dice vennero liquidati in una sola volta, o che il designer non li accettò, o che la famiglia, in particolare i fratelli Donatella e Santo, si opposero al testamento.

Fatto sta che d’Amico aprì una sua casa di moda con studio e showroom a Milano – se con l’eredità o con i suoi risparmi, come ha dichiarato, non è dato saperlo per certo –, supportata anche da amici importanti come Elton John. Questa, però, fallì dopo tre anni per problemi finanziari. Altre voci vedono d’Amico allontanarsi del tutto anche dalle proprietà che erano state acquistate con Gianni Versace, case e ville di cui non volle più sapere nulla dopo che Santo e Donatella passarono a capo della casa di moda.

Antonio d'Amico Gay.it
Negli anni, Antonio d’Amico è tornato più volte a parlare del rapporto turbolento con la famiglia Versace

Il fatto che tra d’Amico e i fratelli Versace ci fossero dei dissidi non è mai stato veramente smentito da entrambe le parti, ma cosa in realtà sia successo sarà difficile da scoprire. Certo è che quella di Gianni Versace e Antonio d’Amico è stata una lunga e intensa passione che ha segnato le loro vite. Ora ricongiunte in quell’aldilà indefinibile a cui tutti siamo destinati.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Douglas Carolo e Michele Caglioni arrestati il 29 Febbraio

Cosa non sappiamo di Douglas Carolo e Michele Caglioni, presunti assassini di Andrea Bossi

News - Redazione Milano 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24

Leggere fa bene

Mahmood inSAFE FROM HARM A FILM BY WILLY CHAVARRIA

Mahmood, il video integrale di Willy Chavarria designer di collezioni non binarie

Lifestyle - Mandalina Di Biase 13.2.24
Most Ridiculous, arriva la prima trasmissione condotta da Edoardo Zaggia e Alberto Sacco di Rubrichette - EDOARDO ZAGGIA E ALBERTO SACCO - Gay.it

Most Ridiculous, arriva la prima trasmissione condotta da Edoardo Zaggia e Alberto Sacco di Rubrichette

Culture - Redazione 4.10.23
giacomo cavalli gay.it

Giacomo Cavalli, dal surf alle luci della moda: ecco tutto quello che sappiamo su di lui

Lifestyle - Luca Diana 20.9.23
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
Intervista a Dario Guidi, campionissimo di 100% Italia insieme all'amato Giorgio Luongo - Dario Guidi e Giorgio Luongo 1 - Gay.it

Intervista a Dario Guidi, campionissimo di 100% Italia insieme all’amato Giorgio Luongo

News - Federico Boni 13.9.23
CameraModaUnarAFG photo da IG: Tamu McPherson

Milano Fashion Week e lotta alla discriminazione, siglato accordo tra Unar e Camera della Moda

Lifestyle - Mandalina Di Biase 20.2.24
hermes-nicolas-peuch-adotta-tuttofare

Nicolas Peuch, erede di Hermès, adotta il suo tuttofare per lasciargli un patrimonio di 10 miliardi di euro

News - Francesca Di Feo 5.12.23
Gucci Gift Campaign (Courtesy of Gucci)

A chi fanno (ancora) paura i baci gay?

Culture - Riccardo Conte 9.1.24