Berlusconi ancora sui gay: “Anche con un uomo se insistesse”

di

La scorsa notte, durante una cena coi deputati del Pdl, Silvio Berlusconi non fa a meno di scherzare sulla sua sessuomania da "ogni buco è trincea". tanto che...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1788 0

Momenti di vero spettacolo hanno fatto da contorno a una giornata politicamente convulsa e segnata dalla vittoria – ennesima – di Silvio Berlusconi di fronte a Senato e Camera. Siparietti che da almeno tre giorni hanno scandito momenti e eventi in vista della resa dei conti di questo pomeriggio. Come la cena dei deputati PDL che si è tenuta ieri e della quale una fonte presente all’appuntamento ha fornito dettagli all’agenzia Ansa.

In mattinata si è venuti quindi a conoscenza dell’ennesima battuta del presidente del Consiglio sui gay. "Io non so dire dei no. La mia fortuna è stata che nessun gay è venuto mai a farmi una proposta perché alla terza volta avrei chiesto di spiegarmi tecnicamente come si fa e ci sarei stato". Dal meglio "Meglio playboy che gay", Silvio Berlusconi sembra dunque passato al "Ogni buco è trincea".

Nelle sedute particolrmanete alle due camere di ieri e oggi, però, i colleghi hanno rinfacciato di tutto a Berlusconi. Ed ecco quindi Italo Bocchino ribadire che il suo voto alla sfiducia è motivato, tra l’altro, dalla volontà che il centrodestra "sia baluardo della legalità" e non uno che "attacca magistrati, gay, stampa, avversari politici, racconta barzellette con bestemmie, dice ‘chi se ne frega del Quirinale’, insulta la Corte Costituzionale". Ironica invece l’associazione gay vicina al Fli di Gianfranco Fini. Gaylib si è infatti proposta per far da tramite e vedere "se tra i tanti omosessuali non orgogliosi che pure conosciamo qualcuno possa essere pronto a darsi".

"Per quel che ci riguarda – concludono presidente e segretario – il premier sappia che GayLib continuerà ovviamente a lottare per quel centrodestra, disegnato tra l’altro dalle parole dei parlamentari di Futuro e Libertà, che finalmente non scherzi più con le vite di tante persone omosessuali e cambi direzione rispetto alla contrapposizione costante con l’Europa in materia di diritti civili. Noi e con noi tutti gli amici di GayLib mai siamo stati e mai saremo in vendita".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...