Congresso della Famiglia, Luigi Di Maio attacca: “Non ci andrà nessun parlamentare 5 Stelle”

Il leader pentastellato prende le distanze dall’omofobo e sessista Congresso di Verona, a cui parteciperanno gli alleati leghisti.

Dopo la presa di posizione del Partito Democratico, che manifesterà il proprio dissenso in piazza il 30 marzo con il neo segretario Nicola Zingaretti in prima fila, anche il Movimento 5 Stelle ha preso le distanze dall’indifendibile Congresso Mondiale della Famiglia che dal 29 al 31 marzo prenderà vita a Verona.

Luigi di Maio, vicepremier nonché ministro dell’Interno, ha voluto pubblicamente prendere le distanze da Matteo Salvini, altro vicepremier che incredibilmente presenzierà al Congresso, ribadendo e motivando su Facebook la sua assenza.

Ve lo dico: se qualcuno di voi pensa che la donna debba restarsene a casa a farsi dire quello che deve fare, allora il MoVimento 5 Stelle non è per voi. Io a un convegno come quello di Verona, dove si arriva persino a negare il tema della violenza contro le donne, non ci vado. E non ci andrà nessun parlamentare del MoVimento! Noi abbiamo un’altra idea di mondo. Noi pensiamo che la famiglia sia sacra, ma crediamo anche nelle libertà, nei valori, nel progresso. E vi dirò: questi valori a me li ha insegnati proprio mia madre!“.

Questo il messaggio condiviso sui social dal leader pentastellato, attualmente al Governo con 3 ministri leghisti che parteciperanno all’evento omofobo e sessista. Non solo Salvini, bensì anche Lorenzo Fontana, Ministro della Famiglia che nega l’esistenza delle famiglie arcobaleno, e Marco Bussetti, Ministro dell’Istruzione. Un Governo a parole diviso su tutto, dalla Tav alla Flat Tax, arrivando persino al concetto di ‘famiglia’. Tra i presenti anche Antonio Tajani, attuale presidente del Parlamento europeo, e il deputato Simone Pillon, diventato tristemente celebre grazie al suo medievale DDL.

Ti suggeriamo anche  Emma Bonino: "È ora che il mondo gay si prenda le sue responsabilità!"

Storie

Sono fidanzato ma non riesco a fare coming out, cosa posso fare?

Ci scrive Lorenzo, 28 anni: per Chiedi allo Psicologo, la nuova rubrica di Gay.it, oggi parliamo di coming out in famiglia.

di Dottor Andrea Perdichizzi