Deputata repubblicana: le sparatorie sono colpa dei gay, trans e drag queen

Come i terremoti e l’incendio di Notre Dame, anche le sparatorie sarebbero colpa degli omosessuali.

La deputata Candice Keller ne è convinta. Le ultime due sparatorie avvenute in America, precisamente a El Paso in Texas e Dayton in Ohio, sono state causate dalle persone omosessuali, transgender e dalle drag queen. Questi, infatti, sarebbero i responsabili della distruzione della famiglia tradizionale. E che magicamente, portano americani eterosessuali ad acquistare un’arma e fare una carneficina. Insomma, la comunità LGBT sarebbe la responsabile delle 29 persone trucidate negli ultimi due attacchi.

La Keller ha esposto le sue convinzioni su un post di Facebook, che è misteriosamente svanito dalla rete dopo solo qualche ora dalla pubblicazione. Forse aveva dimenticato di scrivere delle informazioni molto importanti: oltre a essere di origine americana e etero, l’attentatore di El Paso aveva postato 20 minuti prima della sparatoria un manifesto suprematista in cui spiegava che il suo gesto era una risposta all’invasione ispanica del Texas. Mistero invece sul secondo attentato, quello in Ohio. Certamente saranno state le nozze gay a convincerlo a uccidere 9 persone in meno di un minuto.

Le sparatorie derivano dal crollo della famiglia tradizionale grazie a persone LGBT

La deputata Keller parla proprio del crollo della famiglia tradizionale americana, “causata” dall’inclusione delle persone LGBT nella società, oltre ai diritti conquistati dalla comunità. Ma la candidata per il Senato dell’Ohio nella Contea di Butler nel 2020 non è nuova a queste affermazioni. Già negli anni passati non ha perso l’occasione di difendere il mercato libero delle armi, sostenendo che il problema sarebbe un altro. Non si discosta insomma da quanto detto dal presidente Donald Trump, il quale avrebbe annunciato una riforma, ma senza mai passare ai fatti.

Ti suggeriamo anche  V-Start, uno spot contro razzismo e omofobia - VIDEO

Nel 2017 aveva pubblicamente affermato di sostenere il potere bianco, e nel 2018 paragonato il servizio sanitario denominato Planned Parenthood al regime nazista. Avrebbe poi sponsorizzato un ddl riguardante un centro sanitario anti-aborto, gestito proprio da lei. Intanto, negli ultimi giorni potrebbe essere bannata da Twitter proprio per i suoi ultimi post, segnalati per incitamento all’odio. 

1 commento su “Deputata repubblicana: le sparatorie sono colpa dei gay, trans e drag queen

  1. Vabbè per certi cristiani è sempre colpa dei gay. Loro, che si dicono tanto cristiani sono a favore di armi facili ….e le stragi sono causate dai gay?! Nel caso non ve foste accorti quest’andazzo dei cristiani che puntano sempre il dito contro i gay comincia a prendere piede anche in Italia ed ora questi cristiani anti-gay hanno portato al governo del paese i partiti che volevano loro, anche grazie ai voti dei gay che si danno la zappa sui piedi da soli.

Lascia un commento