Uk: ergastolo al ragazzo che voleva farsi esplodere al concerto di Elton John

L’aspirante attentatore Haroon Syed, 19 anni affiliato a un gruppo jihadista, voleva colpire il concerto di Elton John nell’anniversario dell’11 settembre.

Uccidere quante più persone possibili e soprattutto uccidere i gay, con un attacco terroristico al concerto londinese di Elton John, in occasione dell’anniversario delle torri gemelle.

Questo era il piano di Haroon Syed, neanche ventenne residente a Slough, sobborgo di Londra. Il giovane si era radicalizzato dopo l’arresto del fratello, anch’egli animato da progetti terroristici.

Syed si era affiliato a un gruppo salafita operativo nel Regno Unito, Al-Muhajiroun, che predica la lapidazione dei gay. Il leader dell’organizzazione Anjem Choudary è già stato condannato a 5 anni e mezzo di reclusione per sostegno alle organizzazioni terroristiche.

L’arrestato Haroon Syed.

A partire dallo scorso Aprile Syed ha cercato attivamente di procurarsi un’arma o una cintura esplosiva su internet, cadendo in una trappola di un agente sotto copertura.

Nonostante il suo avvocato Mark Summers abbia dichiarato che Haroon Syed si sia pentito dei suoi intenti terroristici, il giudice ha ritenuto che si tratti di un soggetto ancora pericoloso e l’ha quindi condannato all’ergastolo. Syed dovrà scontare almeno 16 anni di prigione.

Ti suggeriamo anche  'Guarita dall'omosessualità e dal cancro con una dieta vegana': è morta a causa di un tumore la youtuber Mari Lopez

1 commento su “Uk: ergastolo al ragazzo che voleva farsi esplodere al concerto di Elton John

  1. La formula usata è quella :” a disposizione e finché piacerà alla Regina “.
    Simili porci fanatici non possono circolare liberamente . Nè vi sarà mai per questo islamico e per tutti quelli come lui , una ravvedimento che possa recuperarli.
    Anche i cristiani hanno fatto di peggio in passato , ma allora non c’erano i termini di paragone dei diritti civili e della persona : oggi esistono e varie Organizzazioni Internazionali dovrebbero vigilare.

Lascia un commento