Niente casa in affitto, siete lesbiche

Continua la “velata” ondata omofoba nei confronti di studenti e studentesse omosessuali, a cui spesso viene negato l’affitto a “causa” dell’orientamento sessuale. Un altro caso denunciato a Roma

Roma – A volte ritornano. Dopo i casi degli anni passati, scoperti grazie ad un’inchiesta di Rete Sole, torna l’incubo affitti per i ragazzi e le ragazze omosessuali della capitale, troppo spesso incredibilmente discriminati per il loro orientamento sessuale.

A riportare il caso all’ordine del giorno Elisabetta Montechiaro, studentessa lesbica che ha scritto al DiGay Project, per denunciare l’accaduto, chiedendo semplicemente "perchè tutto ciò? Perchè?".

"Scrivo per denunciare un atto di discriminazione per orientamento sessuale avvenuto a Roma. Sono veramente delusa dall’accaduto. Sto cercando casa da qualche giorno insieme a una mia amica ( siamo entrambe lesbiche ma non facciamo coppia). Qualche giorno fa contattiamo un’agenzia immobiliare per visionare un appartamento in Via Avezzano ( zona San Giovanni). A noi è piaciuto subito l’appartamento. Lavoriamo entrambe e abbiamo dato tutte le garanzie richieste per l’affitto. Dopo vari contatti telefonici e, con l’intenzione di poter firmare in breve il contratto d’affitto, ho ricontattato l’agenzia per chiederle la planimetria esatta dell’appartamento. La cara Sig.ra mi ha risposto che era inutile tutto ciò e, per non farci perdere tempo ci ha detto che la padrona di casa voleva fittare l’appartamento solo a single o a una coppia anche non sposata anche se noi potevamo garantire a livello economico l’affitto. Allora le ho subito detto che io e la mia amica eravamo in coppia (non eterosessuale evidentemente)… e mi sono sentita dire che non sarebbe stato possibile fittarlo a noi 2 lesbiche. Sono rimasta veramente delusa… queste sono le piccole discriminazioni che mi fanno sentire una merda in questa città. A volte non c’entra la violenza fisica, ma quella morale è ancor più dura. Vorrei che l’accaduto fosse riportato all’opinione pubblica per far capire in che schifo di società viviamo: 2 giovani ragazze di 27 anni che si vedono chiudere le porte in faccia perchè discriminate nonostante potessero garantire un reddito adeguato per l’affitto di un appartamento. Ma dove sono finiti i nostri diritti? Mi chiedo perchè? Mi chiedo perchè??!

Ti suggeriamo anche  Stonewall, arriva il 2° Festival LGBTQ+ dell’Università La Sapienza di Roma

Elisabetta Montechiaro

di Federico Boni