Tel Aviv, Memoriale dell’Olocausto sfregiato con insulti omofobi

di

"Death to LGBT", si legge sul memoriale a forma di triangolo rosa. Sindaco su tutte le furie e graffiti omofobi immediatamente rimossi.

CONDIVIDI
143 Condivisioni Facebook 143 Twitter Google WhatsApp
862 0

Un memoriale dell’Olocausto dedicato alle vittime LGBT è stato vandalizzato con insulti omofobi.

Il memoriale di Tel Aviv, che è stato completato nel 2014, è un triangolo rosa, simbolo con cui venivano marchiati gli omosessuali all’epoca del nazismo. I vandali hanno scritto “Death to LGBT” con della vernice su una parte del memoriale, suscitando indignazione da parte della comunità LGBT israeliana.

“In memoria di quelli perseguitati dal regime nazista per il loro orientamento sessuale e la loro identità di genere”, recita l’iscrizione sul monumento. Si stima che circa 100.000 omosessuali siano stati arrestati nella Germania nazista, con 50.000 di questi mai più tornati dai campi di concentramento. Ron Huldai, sindaco di Tel Aviv, ha immediatamente chiesto la rimozione dei graffiti omofobi.

“Condanno il vandalismo sul memoriale nei confronti dei membri della comunità gay che sono morti durante l’Olocausto. Ho dato ordini per cancellare immediatamente i graffiti”. Sei ore dopo il suo annuncio social, il Sindaco ha condiviso un’immagine con il memoriale ripulito dalle oscenità omofobe.

Tel Aviv, che si prepara ad ospitare l’Eurovision Song Contest del prossimo anno, è stata soprannominata “la migliore città gay del mondo” dalla American Airlines.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...