Tel Aviv, Memoriale dell’Olocausto sfregiato con insulti omofobi

"Death to LGBT", si legge sul memoriale a forma di triangolo rosa. Sindaco su tutte le furie e graffiti omofobi immediatamente rimossi.

Tel Aviv, Memoriale dell'Olocausto sfregiato con insulti omofobi - Tel Aviv Memoriale dellOlocausto - Gay.it
< 1 min. di lettura

Un memoriale dell’Olocausto dedicato alle vittime LGBT è stato vandalizzato con insulti omofobi.

Il memoriale di Tel Aviv, che è stato completato nel 2014, è un triangolo rosa, simbolo con cui venivano marchiati gli omosessuali all’epoca del nazismo. I vandali hanno scritto “Death to LGBT” con della vernice su una parte del memoriale, suscitando indignazione da parte della comunità LGBT israeliana.

“In memoria di quelli perseguitati dal regime nazista per il loro orientamento sessuale e la loro identità di genere”, recita l’iscrizione sul monumento. Si stima che circa 100.000 omosessuali siano stati arrestati nella Germania nazista, con 50.000 di questi mai più tornati dai campi di concentramento. Ron Huldai, sindaco di Tel Aviv, ha immediatamente chiesto la rimozione dei graffiti omofobi.

“Condanno il vandalismo sul memoriale nei confronti dei membri della comunità gay che sono morti durante l’Olocausto. Ho dato ordini per cancellare immediatamente i graffiti”. Sei ore dopo il suo annuncio social, il Sindaco ha condiviso un’immagine con il memoriale ripulito dalle oscenità omofobe.

Tel Aviv, che si prepara ad ospitare l’Eurovision Song Contest del prossimo anno, è stata soprannominata “la migliore città gay del mondo” dalla American Airlines.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24

Continua a leggere

donald-trump

Donald Trump: “Al 1° giorno da presidente niente più soldi per le scuole che sostengono le persone trans”

News - Redazione 21.6.24
Peter Spooner, Rishi Sunak

“Chiedete scusa alle vittime di transfobia!” il padre di Brianna Ghey al primo ministro Sunak

News - Redazione Milano 8.2.24
Fabio Tuiach assolto in appello dopo l'iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba - Fabio Tuiach a processo - Gay.it

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l’iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba

News - Redazione 13.6.24
lecco pride 2024, il 22 giugno a Lecco, segui le pagine social

Lecco Pride 2024: il 22 giugno

News - Gio Arcuri 1.6.24
Fabrizio Corona parla di 4 calciatori gay all'Inter.

Fabrizio Corona parla di 4 calciatori gay dell’Inter e mescola outing e scommesse

News - Redazione Milano 3.1.24
Chiara Ferragni con il volto martoriato nel post con cui Profit Ways ha pagato Meta per sponsorizzare le criptovalute

Il volto martoriato di Chiara Ferragni in un violento post Instagram

News - Redazione Milano 8.1.24
Allarme Social Media, le principali piattaforme non riescono a garantire la sicurezza delle persone LGBTQ+ - Social media Icons On The Home Screen of an Android Phone - Gay.it

Allarme Social Media, le principali piattaforme non riescono a garantire la sicurezza delle persone LGBTQ+

News - Redazione 24.5.24
famiglie-arcobaleno

Perché la stampa italiana continua ad alimentare la fake news “genitore 1 e 2”, dicitura mai esistita?

News - Federico Boni 16.2.24