Trans uccisa a Roma, domenica la commemorazione all’Eur

L’idea è di lanciare anche un messaggio sulla legalizzazione della prostituzione.

Dopo l’ennesimo omicidio ai danni di una transessuale, il Gay Center chiede al Comune di Roma misure urgenti.

L’ultima in ordine di tempo pochi giorni fa: una ragazza trans di 27 anni, di origine romena, è stata trovata morta nel parco del Turismo: supina, con più ferite al torace causa arma da taglio, verrà ricordata in una commemorazione domenica 19 novembre alle ore 20 all’interno dello stesso Parco del Turismo (con appuntamento alla metro Eur Magliana).

Gay Center invoca il massimo della pena per il pregiudicato che l’ha uccisa dopo aver scoperto che la ragazza era nata uomo e chiede al Comune di Roma di avviare un piano sociale per le persone transessuali: “In Italia è necessaria più sicurezza a tutela delle persone trans: siamo già a quota 35, triste primato tra i Paesi europei”.

L’idea è di lanciare anche un messaggio sulla legalizzazione della prostituzione, ricordando inoltre che la discriminazione sul lavoro verso le persone transessuali e non la inclusione sociale e familiare porta molte ragazze a viverla come un orizzonte quasi obbligato: “Molte di loro scappano di casa da minorenni e avrebbero come alternativa case famiglia maschili per minori, dove vivrebbero la stessa discriminazione che vivono in casa”.

Roma, transessuale uccisa all’Eur

Ti suggeriamo anche  Roma, ragazzo non può entrare in discoteca: "Perché sono gay?"