Gandolfini (Family Day): no al simil-matrimonio

Massimo Gandolfini attacca pesantemente il Presidente del Consiglio: “ce ne ricorderemo”.

Massimo Gandolfini, presidente dell’associazione Difendiamo i nostri figli e principale promotore del Family Day, esprime tutta la propria delusione per la decisione del governo di porre la fiducia sul maxiemendamento al ddl Cirinnà: “Non va bene assolutamente: sancisce la nascita in Italia del matrimonio gay – ha detto Gandolfini durante una conferenza stampa improvvisata proprio davanti al Senato – Ce ne ricorderemo, visto che Renzi ha legato il suo futuro politico al referendum sulle riforme, quella è una bella data in cui ci ricorderemo chi ci ha insultato”.

Duro anche Mario Adinolfi, direttore del quotidiano di area cattolica La Croce, che così ha commentato la nuova legge su Facebook:

DI QUESTI “CATTOLICI” NON PARLATECI PIU’di Mario Adinolfi Una legge così brutta, ambigua, in alcuni passaggi…

Pubblicato da Mario Adinolfi su Giovedì 25 febbraio 2016

Ti suggeriamo anche  "Pensavo che i gay fossero malati e perversi, ora li difendo": il post di questa giovane musulmana è diventato virale