Bagnasco: sì al voto segreto. Renzi: a decidere non è la CEI

Botta e risposta tra il Presidente della CEI e il Governo Italiano sulle unioni civili

Bagnasco: sì al voto segreto. Renzi: a decidere non è la CEI - bagnasco base 2 1 - Gay.it
3 min. di lettura

“Ci auguriamo che il dibattito in Parlamento e nelle varie sedi istituzionali sia ampiamente democratico, che tutti possano esprimersi, che le loro obiezioni possano essere considerate e che la libertà di coscienza su temi fondamentali per la vita della società e delle persone sia, non solo rispettata, ma anche promossa con una votazione a scrutinio segreto”.

Bagnasco: sì al voto segreto. Renzi: a decidere non è la CEI - sitinchigiBASE - Gay.it

A dirlo non è un senatore di turno, ma il rappresentante in Italia di uno Stato estero, il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, a margine della Messa per la giornata del Malato commentando l’iter del ddl Cirinnà. Ma piccata e netta arriva subito la replica da Palazzo Chigi. “Le esortazioni sono giuste e condivisibili, ma come regolare il dibattito del Senato lo decide il presidente del Senato. Non il presidente della Cei“, ha dichiarato il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento Luciano Pizzetti (Pd).

Bagnasco: sì al voto segreto. Renzi: a decidere non è la CEI - renzi fine anno base - Gay.it

Stamani poi è intervenuto direttamente il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dai microfoni della trasmissione “Radio Anch’io”: “Esiste un regolamento, se ci saranno le condizioni il presidente del Senato e non il presidente della Cei deciderà se dare il voto sergreto“, ha chiarito Renzi. Entrando poi nel merito del punto più spinoso del ddl Cirinnà, Renzi specifica: «La stepchild in realtà esiste già in forme stabilite in via giudiziale. La stima è 500-600 bambini in questa situazione». Quanto al ricorso al voto segreto in Aula, l’ex sindaco di Firenze pare bocciarlo senza pietà: «A me personalmente piacerebbe, in generale, che ogni parlamentare rispondesse del proprio voto. Dopo di che sul voto segreto o no decide il Parlamento».

“La serenità di giudizio del presidente del Senato – ha replicato il sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore – non può essere messa in discussione da nessuno e quindi il governo si rimetterà non solo nel merito ma anche nel metodo alle decisioni che verranno prese nell’aula del Senato. Non intendo rispondere a chi, da qualunque parte, ritiene di esprimere un’opinione. Noi ci sentiamo garantiti dall’istituzione parlamentare e dai suoi rappresentanti più alti”.

Insorge contro l’intervento del presidente della Cei Sinistra Italiana con il capogruppo alla Camera, Arturo Scotto: “Consiglierei al cardinale Bagnasco di non intromettersi nelle autonome deliberazioni del Parlamento della Repubblica Italiana. Nella vita ha deciso di fare un altro mestiere”. Idem la senatrice di Ala Manuela Repetti: “Adesso la Cei detta anche anche le regole del Senato? Mi pare un po troppo”. Fa lo stesso la minoranza Pd con il senatore Federico Fornaro: “Bagnasco vuole riportare indietro le lancette del tempo ma sulla laicità dello Stato non si può tornare indietro. Massimo rispetto, ma la Cei faccia la Cei, mentre il Senato farà il Senato approvando una legge sulle Unioni Civili che milioni di italiani, credenti e non credenti, attendono da troppi anni”.

Bagnasco: sì al voto segreto. Renzi: a decidere non è la CEI - calderoli2011BASE - Gay.it

Ma tra i dem c’è anche chi difende il capo dei vescovi italiani: “Basta con le contrapposizioni, la Chiesa e il cardinale Bagnasco – dice il deputato Pd Edoardo Patriarca – hanno il diritto di esprimere la propria posizione. Il confronto nasce solo se ognuno può esprimere la propria opinione, solo così avremo leggi che non provocano strappi”. Uno dei quattro vicepresidenti del Senato, il leghista Roberto Calderoli, si augura che “Grasso rifletta bene sulle parole del cardinale Bagnasco e, se ciò non bastasse, spero che sia lo stesso Bagnasco a scrivere una lettera al presidente Grasso sui voti segreti. E Grasso ricordi che il suo comportamento in Senato oggi lo controlla o lo giudica Renzi, ma poi un giorno ci sarà un altro Giudizio, con la G maiuscola, e lì, in quell’occasione, il giudizio di Renzi non conterà nulla se non come aggravante”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Filippo Bologna 12.2.16 - 12:12

ah dobbiamo stare attenti sennò Dio ci punisce? .... che paura ... brrr

Avatar
nakki 11.2.16 - 19:27

Chissà se nella testa di questi pretonzoli c'é spazio per il senso del ridicolo.... garantire il voto segreto per permettere agli infami di nascondersi quando vitano per coscienza... che merde!!

Avatar
Paolo Marcotulli 11.2.16 - 18:56

ma quando glielo dite a sto' cardinale che non siamo piu' nello stato pontificio. Ma come si permette di far ingerenza negli affari interni dello stato italiano. Bagnasco: l'Italia e' un paese laico con netta separazione tra stato e chiesa. Mi sai dire quale parte di "netta separazione" non capisci? E questo vale anche per Scilipoti.

Trending

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Bledar Dedja sarebbe stato ucciso dopo aver incontrato un 17enne via Grindr

Perché il 17enne ha ucciso il 39enne Bledar Dedja adescato su Grindr e qual è il movente?

News - Redazione Milano 29.2.24

Hai già letto
queste storie?

romania-unione-civile-in-italia (1)

Denis e Gianluca, la loro unione sbeffeggiata dalla burocrazia romena: “Ci hanno riso in faccia” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 9.1.24
eredita berlusconi marta fascina unioni civili

Eredità Berlusconi, con l’unione civile Marta Fascina può restare ad Arcore ma Silvio voleva cancellare la legge Cirinnà

News - Redazione Milano 20.11.23
Ivano Marino festeggia il 1° anniversario con Giacomo: "Tu sei la più bella famiglia che io potessi mai desiderare" - VIDEO - Ivano Marino festeggia il 1° anniversario con Giuseppe 3 - Gay.it

Ivano Marino festeggia il 1° anniversario con Giacomo: “Tu sei la più bella famiglia che io potessi mai desiderare” – VIDEO

Culture - Redazione 2.10.23
Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: "La nostra società non è pronta" - Marcel Ciolacu - Gay.it

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: “La nostra società non è pronta”

News - Redazione 24.11.23
Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini uniti civilmente: "Lanciamo un messaggio a tutto il Paese" - Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini 2 1 - Gay.it

Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini uniti civilmente: “Lanciamo un messaggio a tutto il Paese”

Culture - Redazione 29.12.23
romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23
polonia-riconoscimento-coppie-omosessuali-cedu

Polonia, negare il riconoscimento alle coppie omosessuali viola la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo

News - Francesca Di Feo 14.12.23
come costituire le unioni civili in italia

Polonia, il governo annuncia: “A breve un disegno di legge sulle unioni civili”

News - Redazione 28.12.23