Brasile, uccisero brutalmente una trans: solo 16 anni di reclusione

L'omicidio aveva sconvolto la comunità LGBT brasiliana.

trans brasile dandara dos santos
< 1 min. di lettura

Farà discutere la condanna dei cinque uomini che in Brasile hanno picchiato e ucciso la transgender Dandara Dos Santos.

Risale all’anno scorso il brutale pestaggio e l’assassinio a colpi di pistola e pietre di  Dandara Dos Santos, una donna transessuale di 42 anni, un’esecuzione orribile, il cui video dal Brasile si è diffuso poi in tutto il mondo.

La donna è stata colpita al volto da otto uomini con calci, pugni e tavole di legno, prima di essere spogliata e portata in strada su una carriola di metallo. Lì i suoi aguzzini le hanno sparato due volte, prima di finirla colpendola con una grossa pietra.

Ieri i giudici brasiliani hanno riconosciuto l’omicidio come crimine d’odio, ma hanno condannato i cinque principali responsabili a soli 16 anni di carcere. Unica eccezione Francisco José Monteiro de Oliveira Junior, che dovrà scontare 21 anni per aver sparato a Dandara Dos Santos.

La madre della donna transgender Francisca Ferreira de Vasconcelos, 75 anni, ha scelto di non partecipare al processo per il dolore arrecato dalla perdita di sua figlia: “Ho già perso molto – ha dichiarato la donna alla BBCquello di cui sono state capaci queste persone mi è entrato nelle viscere. Sono ancora spaventata, ho perso mio figlio a causa dei pregiudizi”.

La vicenda purtroppo conferma il triste primato del Brasile come paese pericoloso per i transgender: secondo la ANTRA, associazione nazionale di travestiti e transessuali, sono già 35 le vittime nei primi tre mesi di quest’anno.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - Elezioni Europee ecco i 26 candidati italiani - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24

Continua a leggere

Grindr

Teramo, in tre ingannavano uomini gay via Grindr: estorsione sotto minaccia, andranno a processo

News - Francesca Di Feo 20.3.24
thomas-insulti-social

Aggredito dal branco un anno fa, Thomas ora è vittima dell’omobitransfobia social

News - Francesca Di Feo 8.2.24
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24
Palermo aggressione omobitransfobica

Palermo, aggressione omobitransfobica, anche da parte di minorenni: “Se denunciate vi ammazziamo”

News - Francesca Di Feo 22.1.24
Università Bocconi, sospesi tre studenti per commenti transfobici sui bagni gender neutral dell'ateneo - bagniinclusivi scaled 1 - Gay.it

Università Bocconi, sospesi tre studenti per commenti transfobici sui bagni gender neutral dell’ateneo

News - Redazione 15.2.24
Napoli, derubata e stuprata ragazza trans: "Ho paura, temo ripercussioni" - stupro - Gay.it

Napoli, derubata e stuprata ragazza trans: “Ho paura, temo ripercussioni”

News - Redazione 15.1.24
Lingua e comunità LGBTQIA+

Lingua e comunità LGBTQIA+: non chiamatelo omofobo, è un misomosessuale, perché non è fobia, è odio

Guide - Emanuele Bero 5.12.23