Cecenia, nasce canale Youtube al femminile contro il leader Kadyrov

Donne senza nome e coperte dal velo che ricordano ad esempio Zelimkhan, giovane cantante gay di cui da mesi si sono perse le tracce.

Cecenia, nasce canale Youtube al femminile contro il leader Kadyrov - cecenia 1 - Gay.it
2 min. di lettura

Nasce da Youtube la nuova rivolta anti-Kadyrov, il leader ceceno accusato di aver fatto arrestare e uccidere centinaia di giovani omosessuali. Ed è una rivolta tutta al femminile.

È una rivolta, si diceva, tutta al femminile: le autrici dei video e degli appelli pubblicati sul canale Anti Kadyrov, creato negli scorsi giorni, sono infatti tutte donne. Donne che chiedono al presidente di mettere la parola fine alle persecuzioni in atto, donne che chiedono anche alla madre (Ajmani Kadyrova) di intercedere presso il figlio. Donne coperte da un velo, donne senza nome che parlano ora in russo ora in ceceno.

https://www.youtube.com/watch?v=uJrp0tJvChI

In uno dei video, come racconta la corrispondente de La Repubblica Rosalba Castelletti, una donna apostrofa così Ramzan Kadyrov: “Un cane che ce l’ha con il suo destino”. Il suo discorso fa riferimento al giovane cantante ceceno Zelimkhan Bakaev, scomparso l’8 agosto scorso dopo essere rientrato in Cecenia per partecipare al matrimonio della sorella. La madre, dopo essersi rivolta al Consiglio Onu per i Diritti Umani e al ministero degli Interni della Cecenia, avrebbe ricevuto un messaggio dal figlio: “Ho bisogno di partire per il Canada, tornerò”. A settembre, poi, Grozny Tv aveva diffuso un video in cui un ragazzo (che si presentava come Zelimkhan) garantiva di essere al sicuro in Germania. Ai più, però, il video è sembrato un falso: Igor Kocetkov, fondatore del Russian Lgbt Network, è convinto che il ragazzo sia stato arrestato dopo appena tre ore dal suo arrivo in patria perché sospettato di essere gay e ucciso dieci ore in una di quelle strutture denunciate ormai lo scorso anno dalla testata Novaja Gazeta.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=2&v=MYnnrhDr6sU

Un’altra donna, in un altro video, si sfoga così e chiede almeno di restituire il cadavere del cantante alla legittima madre: “Mi appello a te, Ajmani (la madre), perché tutti i giorni giovani tra i 18 e i 25 anni vengono rapiti. Non so cosa abbiano fatto. Se credi in Dio, chiedi a tuo figlio di smetterla. Non è possibile che la metà dei ceceni sia gay. Da madre a madre ti chiedo: come puoi pregare sapendo cosa sta succedendo ai giovani?”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24

Continua a leggere

cecenia-salekh-ismail-all-out

Cecenia, persecuzioni LGBTIQ+: Salekh e Ismail sono ancora in carcere dal 2021

News - Francesca Di Feo 14.11.23
Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
cedu cecenia Maxim Lapunov

Cecenia, torture alle persone LGBTQIA+, Russia condannata dalla Corte europea diritti umani

News - Giuliano Federico 13.9.23
Rifugiato ceceno in Armenia potrebbe essere estradato in Russia. "Accusato" di omosessualità, rischia l'esecuzione - cecenia 5 - Gay.it

Rifugiato ceceno in Armenia potrebbe essere estradato in Russia. “Accusato” di omosessualità, rischia l’esecuzione

News - Francesca Di Feo 24.8.23