Chiamami col tuo nome: Armie Hammer sostituì Shia LaBeouf nel ruolo di Oliver

Lo sceneggiatore di Chiamami col tuo nome racconta di come LaBeouf fosse perfetto in coppia con Timothée Chalamet. Poi è successo che...

Chiamami col tuo nome Shia LaBeouf Gay.it
3 min. di lettura

Nel 2017 Luca Guadagnino ha realizzato uno dei film più amati di sempre dalla comunità lgbtq+. Chiamami col tuo nome è già un cult, in parte dovuto anche alla grande chimica dei due protagonisti: Timothée Chalamet e Armie Hammer. Sono loro che interpretano Elio e Oliver e la loro profonda e tragica storia d’amore. Il film, tratto dal romanzo omonimo di André Aciman, è stato adattato e sceneggiato da James Ivory (regista di Maurice), che ora ha pubblicato un libro di memorie dal titolo Solid Ivory.

Chiamami col tuo nome Shia LaBeouf Gay.it
Una scena di Chiamami col tuo nome

Nel libro ripercorre la sua carriera, tra momenti iconici e segreti mai svelati. E uno di questi riguarda proprio Chiamami col tuo nome. Pare infatti che inizialmente non fosse stato scelto Hammer per ricoprire il ruolo di Oliver, bensì Shia LaBeouf. L’attore di Honey Boy, American Honey e Pieces of a Woman che ha dato molto da parlare all’opinione pubblica negli anni, doveva essere il folgorante amore estivo di Elio.

Ivory ha raccontato come, quando sentì per la prima volta che LaBeouf avrebbe fatto un provino, non ne rimase molto convinto. In effetti Shia è un grande attore ma, come ha sottolineato lo sceneggiatore, è un po’ difficile immaginarselo come un accademico che scrive testi sul filosofo Eraclito. Il suo provino si svolse a New York proprio in coppia con Chalamet, e l’intero team rimase sbalordito: «Shia è venuto a leggere il copione per noi a New York con Timothée Chalamet, pagandosi il biglietto aereo. Luca e io siamo rimasti sbalorditi. La lettura da parte dei due giovani attori è stata fenomenale, formavano una bella coppia molto convincente».

Tutto sembrava quindi indicare che la parte sarebbe stata sua, se non fosse stato per alcune polemiche che lo coinvolsero. Shia nelle settimane successive aveva avuto problemi con la polizia, aveva resistito a un arresto e litigato pesantemente e pubblicamente con la sua ragazza. Ennesimo caso di una serie di accuse rivolte verso l’attore da diverse ex-fidanzate – tra cui FKA Twigs, Sia e Mia Goth –, che lo hanno definito un pericolo per le donne e lo hanno portato a febbraio di quest’anno ad allontanarsi dalla recitazione per curare i suoi problemi psicologici. Viste le notizie che uscivano, Luca Guadagnino scelse di non ricontattare più né lui né il suo agente. Ivory racconta come abbia provato a mantenere i rapporti con il controverso attore: «Mandai una mail a Shia per rassicurarlo ma Luca scelse Armie Hammer».

Chiamami col tuo nome Shia LaBeouf Gay.it
Shia LaBeouf, il controverso attore che stava per diventare Oliver

Forse con Shia LaBeouf al posto di Hammer sarebbe stato un film completamente diverso, forse non avrebbe avuto lo stesso successo o forse ne avrebbe avuto anche di più. Non lo sapremo mai. sta di fatto che, per veramente un soffio, una delle coppie più famose del cinema degli ultimi anni sarebbe stata drasticamente diversa.

Chiamami col tuo nome rimane la storia d’amore di cui tanti si sono innamorati e, anche se recentemente si parlava di un possibile sequel, Luca Guadagnino sembra essere restio sulla possibilità di avere un Chiamami col tuo nome 2. In fin dei conti, nonostante Elio e Oliver non abbiano avuto un finale felice, la loro storia è perfetta così. Senza alcuna aggiunta.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO) - Ricky Martin sale sul palco del Celebration Tour di Madonna - Gay.it

Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO)

Musica - Redazione 9.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24

Continua a leggere