Storia LGBT: gli Anni ’70 e ’80 di eventi, morti e vittorie

di

Dal 1973 al 1980, cinque date da non dimenticare!

storia lgbt
CONDIVIDI
68 Condivisioni Facebook 68 Twitter Google WhatsApp
912 0

La storia LGBT continua di anno in anno, a volte con eventi terribili.

C’è stata ad esempio la morte di Harvey Milk (nel 1978), ma anche la cancellazione dell’omosessualità dal DSM (il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali degli Stati Uniti). Conquiste come il primo Gay Pride in Italia (a Pisa nel 1972) ma anche i primi casi di AIDS.

15 dicembre 1973

Alcuni psichiatri gay parlarono a dei convegni con una maschera, per evitare di essere riconosciuti e perdere il posto.

L’American Psychiatric Association decide di eliminare l’omosessualità dal DSM, ovvero il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. A questo passo, seguirà nel 1990 quello dell’OMS, che confermerà la cancellazione a livello mondiale. “Siamo stati guariti in massa dagli psichiatri” disse in quell’occasione il dottor Frank Kameny, il quale nel 1971 fu il primo candidato apertamente omosessuale che si candidava al Congresso degli Stati Uniti, in Colombia. Non venne eletto, ma dedicò tutta la sua vita a combattere per i diritti della comunità LGBT.

24 novembre 1978

Harvey MilkHarvey Milk viene ucciso. L’assassino, Dan White, la mattina del 24 novembre di 40 anni fa, entrò nel municipio e uccise prima il sindaco George Moscone (il quale si era rifiutato di riconfermarlo consigliere comunale, dopo le sue dimissioni) e poi Milk. Lo colpì prima alla mano con un colpo di pistola, poi con altri due al petto. Infine lo uccise, sparandogli due volte alla testa.

24 novembre 1979

Pisa Pride

A una di distanza dalla morte di Harvey Milk, ci fu un altro evento importante per la storia LGBT: il primo Gay Pride italiano. Si svolse a Pisa e richiamò le associazioni da tutta Italia, e non solo. Più che una sfilata a cui siamo abituati oggi, Pisa79 fu una parata per denunciare le violenze che gli omosessuali subivano quotidianamente. La morte di un ragazzo gay a Livorno, inoltre, accese la protesta. Fu anche patrocinata dal Comune e autorizzata dalla Questura.

1980

La prevenzione

L’inizio degli Anni ’80 è anche ricordato dalla comunità LGBT come il periodo in cui l’AIDS iniziava a uccidere. Non essendoci informazione e uno scarso interesse da parte delle istituzioni, la malattia contagiava centinaia di persone che avevano rapporti sessuali non protetti. Le prime morti si registrarono a San Francisco e nella città di New York. L’AIDS iniziava a fare paura, e questo portò le associazioni a richiamare l’attenzione sul caso, chiedendo l’aiuto delle istituzioni.

1982

Richard Berkowitz e Michael Callen

Viene pubblicato il libro “How to Have Sex in an Epidemic (Come fare sesso in un’epidemia). Scritto da Richard Berkowitz e Michael Callen, fu uno dei primi libri a spiegare come avere rapporti sessuali senza il rischio di contrarre l’HIV. Il libro è considerato ancora oggi come il primo manuale per il sesso sicuro, pubblicato appositamente negli anni di diffusione del virus. 

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Storia LGBT: gli Anni '80 della comunità gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...