David 2020, 4 nomination per La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek

Grandi assenti tra i candidati i due protagonisti Stefano Accorsi ed Edoardo Leo, ma anche Barbara Alberti. Nominata Jasmine Trinca, ma non la regia di Ozpetek. Così come il film. Troppo poco o giusto così?

David 2020, 4 nomination per La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek - La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek 1 - Gay.it
5 min. di lettura

17 anni fa, era il lontanissimo 2003, Ferzan Ozpetek vinceva il suo primo e unico David di Donatello ‘competitivo’, quello per il miglior film grazie a La Finestra di Fronte. A batterlo tra i registi, incredibilmente, fu invece Pupi Avati con Il cuore altrove. Nei successivi 17 anni Ozpetek non ha più vinto un David, premio Oscar del cinema italiano, anche se ricandidato per Cuore Sacro (3 nomination personali), Mine Vaganti (3 nomination), Allacciate le Cinture (1 nomination) e Napoli Velata (1 nomination).

La Dea Fortuna, film campione d’incassi con oltre 8 milioni di euro, è stato oggi  relativamente poco considerato tra i i film candidati ai David di Donatello 2020, questa mattina svelati a Roma. Solo 4 le nomination per la pellicola, ovvero quella per la miglior sceneggiatura originale, firmata a sei mani da Ozpetek, Gianni Romoli e Silvia Ranfagni, quella per la miglior canzone originale, ovvero Che vita Meravigliosa di Diodato, quella per la miglior attrice non protagonista, ovvero Jasmine Trinca, e infine quella per il David Giovani, assegnato da una giuria nazionale di studenti degli ultimi due anni di corso delle scuole secondarie di II grado e in passato già vinto da Ozpetek, proprio ai tempi de La Finestra di Fronte.

Grandi assenti tra i candidati i due protagonisti Stefano Accorsi (che si è rifatto con la nomination tra i non protagonisti con Il Campione) ed Edoardo Leo, ma anche Barbara Alberti, che si pensava potesse farcela tra le non protagoniste.

Andando a ritroso nella filmografia del regista turco, incredibile ma vero nel 2001 Le fate ignoranti venne nominato ad un unico David, per poi esplodere con le 12 de La Finestra di Fronte (5 i premi vinti). Cuore Sacro, che fece flop in sala, strappò comunque 12 candidature (2 i David vinti), seguito dalle 8 di Saturno Contro (trionfò Ambra), dal disastro di Un giorno Perfetto (zero candidature), dalle 13 di Mine Vaganti (2 i David vinti),  dalle 4 di Magnifica Presenza, dalle 11 di Allacciate le Cinture, dal nulla di Rosso Istanbul e dalle 11 di Napoli Velata (2 i premi vinti). La Dea Fortuna vincerà qualcosa, il prossimo 3 aprile?

 

David di Donatello 2020 – Nomination

MIGLIOR FILM

Il primo re di Matteo ROVERE
Il traditore di Marco BELLOCCHIO
La paranza dei bambini di Claudio GIOVANNESI
Martin Eden di Pietro MARCELLO
Pinocchio di Matteo GARRONE

MIGLIOR REGIA

Il primo re – Matteo ROVERE
Il traditore – Marco BELLOCCHIO
La paranza dei bambini – Claudio GIOVANNESI
Martin Eden – Pietro MARCELLO
Pinocchio – Matteo GARRONE

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE

5 è il numero perfetto – IGORT
Bangla – Phaim BHUIYAN
Il campione – Leonardo D’AGOSTINI
L’immortale – Marco D’AMORE
Sole – Carlo SIRONI

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE

Bangla – Phaim BHUIYAN, Vanessa PICCIARELLI
Il primo re – Filippo GRAVINO, Francesca MANIERI, Matteo ROVERE
Il traditore – Marco BELLOCCHIO, Ludovica RAMPOLDI, Valia SANTELLA, Francesco PICCOLO
La dea fortuna – Gianni ROMOLI, Silvia RANFAGNI, Ferzan OZPETEK
Ricordi? – Valerio MIELI

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Il sindaco del rione Sanità – Mario MARTONE, Ippolita DI MAJO
La famosa invasione degli orsi in Sicilia – Thomas BIDEGAIN, Jean-Luc FROMENTAL, Lorenzo MATTOTTI
La paranza dei bambini – Maurizio BRAUCCI, Roberto SAVIANO, Claudio GIOVANNESI
Martin Eden – Maurizio BRAUCCI, Pietro MARCELLO
Pinocchio – Matteo GARRONE, Massimo CECCHERINI

MIGLIOR PRODUTTORE

Bangla – Domenico PROCACCI, Anna Maria MORELLI (TIM VISION)
Il primo re – GRØENLANDIA, RAI CINEMA, GAPBUSTERS, ROMAN CITIZEN
Il traditore – IBC MOVIE, KAVAC FILM, con RAI CINEMA
Martin Eden – Pietro MARCELLO, Beppe CASCHETTO, Thomas ORDONNEAU, Michael WEBER, Viola FÜGEN, RAI CINEMA
Pinocchio – ARCHIMEDE, LE PACTE, RAI CINEMA

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

I villeggianti – Valeria BRUNI TEDESCHI
La dea fortuna – Jasmine TRINCA
Mio fratello rincorre i dinosauri – Isabella RAGONESE
Ricordi? – Linda CARIDI
Rosa – Lunetta SAVINO
Tutto il mio folle amore – Valeria GOLINO

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

5 è il numero perfetto – Toni SERVILLO
Il primo re – Alessandro BORGHI
Il sindaco del rione Sanità – Francesco DI LEVA
Il traditore – Pierfrancesco FAVINO
Martin Eden – Luca MARINELLI

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

5 è il numero perfetto – Valeria GOLINO
Domani è un altro giorno – Anna FERZETTI
Il primo re – Tania GARRIBBA
Il traditore – Maria AMATO
Pinocchio – Alida BALDARI CALABRIA

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

5 è il numero perfetto – Carlo BUCCIROSSO
Il campione – Stefano ACCORSI
Il traditore – Fabrizio FERRACANE
Il traditore – Luigi LO CASCIO
Pinocchio – Roberto BENIGNI

MIGLIOR AUTORE DELLA FOTOGRAFIA

Il primo re – Daniele CIPRÌ
Il traditore – Vladan RADOVIC
Martin Eden – Francesco DI GIACOMO
Pinocchio – Nicolaj BRÜEL
Ricordi? – Daria D’ANTONIO

MIGLIORE MUSICISTA

Il Flauto Magico di Piazza Vittorio – L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO
Il primo re – Andrea FARRI
Il traditore – Nicola PIOVANI
Pinocchio – Dario MARIANELLI
Suspiria – Thom YORKE

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

Bangla Titolo: FESTA
Musica di: Antonio AIELLO
Testi di: SHOSHI MD ZIAUL, Antonio AIELLO
Interpretata da: MOONSTAR STUDIO

Il sindaco del rione Sanità Titolo: RIONE SANITA’
Musica, Testi e interpretazione di: RALPH P

L’ospite Titolo: UN ERRORE DI DISTRAZIONE
Musica e Testi di: Dario BRUNORI
Interpretata da: BRUNORI SAS

La dea fortuna Titolo: CHE VITA MERAVIGLIOSA
Musica e Testi di: Antonio DIODATO
Interpretata da: DIODATO

Suspiria Titolo: SUSPIRIUM
Musica, Testi e interpretazione di: Thom YORKE

MIGLIORE SCENOGRAFO

5 è il numero perfetto – Nello GIORGETTI
Il primo re – Tonino ZERA
Il traditore – Andrea CASTORINA
Pinocchio – Dimitri CAPUANI
Suspiria – Inbal WEINBERG

MIGLIORE COSTUMISTA

5 è il numero perfetto – Nicoletta TARANTA
Il primo re – Valentina TAVIANI
Il traditore – Daria CALVELLI
Martin Eden – Andrea CAVALLETTO
Pinocchio – Massimo CANTINI PARRINI


MIGLIOR TRUCCATORE

5 è il numero perfetto – Andreina BECAGLI
Il primo re – Roberto PASTORE, Andrea LEANZA, Valentina VISINTIN, Lorenzo TAMBURINI
Il traditore – Dalia COLLI, Lorenzo TAMBURINI
Pinocchio – Dalia COLLI, Mark COULIER (trucco prostetico)
Suspiria – Fernanda PEREZ

MIGLIOR ACCONCIATORE

Il primo re – Marzia COLOMBA
Il traditore – Alberta GIULIANI
Martin Eden – Daniela TARTARI
Pinocchio – Francesco PEGORETTI
Suspiria – Manolo GARCÍA

MIGLIORE MONTATORE

Il primo re – Gianni VEZZOSI
Il sindaco del rione Sanità – Jacopo QUADRI
Il traditore – Francesca CALVELLI
Martin Eden – Aline HERVÉ, Fabrizio FEDERICO
Pinocchio – Marco SPOLETINI

MIGLIOR SUONO

5 è il numero perfetto Presa diretta: Daniele MARANIELLO
Microfonista: Max GOBIET
Montaggio: Giuseppe D’AMATO
Creazione suoni: Francesco ALBERTELLI
Mix: Marcos MOLINA JAIME

Il primo re Presa diretta: Angelo BONANNI
Microfonista: Davide D’ONOFRIO
Montaggio: Mirko PERRI
Creazione suoni: Mauro EUSEPI
Mix: Michele MAZZUCCO

Il traditore Presa diretta: Gaetano CARITO, Adriano DI LORENZO
Microfonista: Pierpaolo MERAFINO
Montaggio: Lilio ROSATO
Creazione suoni: Gianluca BASILI
Mix: Francesco TUMMINELLO

Martin Eden Presa diretta: Denny DE ANGELIS
Microfonista: Simone PANETTA
Montaggio: Stefano GROSSO
Mix: Michael KACZMAREK

Pinocchio Presa diretta: Maricetta LOMBARDO
Microfonista: Luca NOVELLI
Montaggio: Daniela BASSANI
Creazione suoni: Stefano GROSSO
Mix: Gianni PALLOTTO

MIGLIORI EFFETTI VISIVI

5 è il numero perfetto – Giuseppe SQUILLACI
Il primo re – Francesco GRISI, Gaia BUSSOLATI
Il traditore Rodolfo MIGLIARI
Pinocchio – Theo DEMERIS, Rodolfo MIGLIARI
Suspiria – Luca SAVIOTTI

MIGLIOR DOCUMENTARIO

Citizen Rosi di Didi GNOCCHI e Carolina ROSI
Fellini fine mai di Eugenio CAPPUCCIO
La mafia non è più quella di una volta di Franco MARESCO
Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari di Simone ISOLA e Fausto TROMBETTA
Selfie di Agostino FERRENTE

MIGLIOR FILM STRANIERO
(Il premio al miglior film straniero viene assegnato al primo turno di votazione)

C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino (Warner Bros. Entertainment Italia)
Green Book di Peter Farrelly (Eagle Pictures)
Joker di Todd Phillips (Warner Bros. Entertainment Italia)
L’ufficiale e la spia (J’accuse) di Roman Polanski (01 Distribution)
Parasite di Bong Joon Ho (Academy Two)

Il miglior film straniero Premio David di Donatello 2020 è: PARASITE di Bong Joon Ho

***
Il premio al miglior cortometraggio viene assegnato da una giuria composta da Giada Calabria, Francesca Calvelli, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Elisabetta Lodoli, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti e presieduta da Andrea Piersanti.

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

Baradar di Beppe TUFARULO
Inverno di Giulio MASTROMAURO
Il nostro tempo di Veronica SPEDICATI
Mia Sorella di Saverio CAPPIELLO
Unfolded di Cristina PICCHI

Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2020 è: INVERNO di Giulio Mastromauro

***
Il Premio David Giovani viene assegnato da una giuria nazionale di studenti degli ultimi due anni di corso delle scuole secondarie di II grado.

DAVID GIOVANI

Il traditore di Marco BELLOCCHIO
L’uomo del labirinto di Donato CARRISI
La dea fortuna di Ferzan OZPETEK
Martin Eden di Pietro MARCELLO
Mio fratello insegue i dinosauri di Stefano CIPANI

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Renzo Loi 19.2.20 - 13:01

se non sei di sinistra, non ti degna nessuno.avrei fatto vincere x miglior canzone , diamante- mina fossati. invece diodato xchè di sx. la sua canzone è una c..ta

Avatar
pippo57 18.2.20 - 22:20

Non mi convince pienamente Ozpetek come regista, nei suoi film non trovo sempre lo scorrere fluido della finzione verso la catarsi finale. Tuttavia le sue storie sono appassionanti anche se quasi sempre paradossali. Nel suo ultimo film, la Dea fortuna, la crisi di una coppia gay, di per sé storia alquanto banale, spinge lo spettatore a mettersi in discussione, rispecchiandosi nelle proprie storie sentimentali. Quando nell'innamoramento sfuma la passione, cosa rimane? Ben poco se non c'è un progetto di vita in comune e spesso si rincorre quello che non si può ripetere in fugaci storie di sesso. Come se ne esce? La soluzione coerente è solo la separazione. Fin qui nulla di nuovo, è quello che sappiamo tutti perfettamente, ma il cinema è illusione e ci può trasportare, come in un sogno, verso delle fantastiche via d'uscita. Una storia dolorosa costringe la coppia ad occuparsi di due bambini, per poi piano piano scoprire la strada della riconciliazione e dell'amore. Ritrovarsi nella famiglia è un'idea estremamente tradizionale e culturalmente superata che diventa però rivoluzionaria nel momento in cui si afferma chiaramente che i figli possono vivere bene anche con una coppia gay, basta che trovano amore, serenità e comprensione. Lo dice la Dea fortuna e per sostenerla nel suo messaggio guardiamoci reciprocamente in viso con il nostro partner, poi chiudiamo entrami gli occhi e aprendoli rivendichiamo che la legge cambi e che qualsiasi coppia capace di accogliete figli lo possa finalmente fare.

Trending

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Doi Boy, l'acclamato film queer tailandese arriva in Italia. Ecco dove e quando - Trailer, sinossi e foto - DOI BOY 3 - Gay.it

Doi Boy, l’acclamato film queer tailandese arriva in Italia. Ecco dove e quando – Trailer, sinossi e foto

Cinema - Redazione 3.11.23
David di Donatello 2024, Milena Vukotic Premio alla Carriera - Milena Vukotic Credits ph. Fiorenzo Niccoli - Gay.it

David di Donatello 2024, Milena Vukotic Premio alla Carriera

Cinema - Redazione 10.4.24
La minaccia di Kristen Stewart: "Non reciterò più fino a quando non mi faranno dirigere questo film" - Kristen Stewart - Gay.it

La minaccia di Kristen Stewart: “Non reciterò più fino a quando non mi faranno dirigere questo film”

Cinema - Federico Boni 30.1.24
Wish, esce al cinema il nuovo classico animato Disney con le voci di Gaia e Amadeus - WISH ONLINE USE 390.0 107.00 frame56 2K - Gay.it

Wish, esce al cinema il nuovo classico animato Disney con le voci di Gaia e Amadeus

Cinema - Redazione 19.12.23
Saltburn con Barry Keoghan e Jacob Elordi ha una data d'uscita anche in Italia - Saltburn - Gay.it

Saltburn con Barry Keoghan e Jacob Elordi ha una data d’uscita anche in Italia

Cinema - Redazione 6.12.23
Bruce LaBruce The Visitor Berlinale - Gay.it

La rivoluzione queer è una liberazione, Bruce LaBruce con ‘The Visitor’ alla Berlinale

Cinema - Redazione Milano 21.2.24
Madonna, Baz Luhrmann e il biopic sull'icona del pop che forse non è del tutto morto - Madonna e Julia Garner - Gay.it

Madonna, Baz Luhrmann e il biopic sull’icona del pop che forse non è del tutto morto

Cinema - Redazione 1.12.23
Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi - Sundance 2024 - Gay.it

Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi

Cinema - Federico Boni 19.1.24