IL SESSO PIU’ SICURO

La Guida alla salute, per donne lesbiche e bisessuali, più completa in Europa

La Guida alla salute per donne lesbiche e bisessuali è stata realizzata nell’ambito del programma d’azione quadriennale 1994-98 "Gesundheit für Frauen – Schwerpunkt HIV-Prävention" dell’Ufficio federale della sanità pubblica in collaborazione con l’Aiuto Aids Svizzero e dell’Aids-Hilfe Bern, a oggi ancora la più completa in Europa. Nata per rispondere alle esigenze territoriali dei tre cantoni svizzeri, resta una chiara e precisa indicazione preventiva di utilità internazionale. Ecco perché, in occasione del 5 giugno, ventesimo anniversario del primo annuncio di una malattia come l’Aids, allora sconosciuta, ci sembra doveroso e opportuno rilanciare informazioni complete che ci aiutino a ricordare l’estrema importanza della PREVENZIONE. Sono ancora molte, troppe le donne lesbiche e bisessuali che ignorano, non per colpa loro, le regole fondamentali del sesso più sicuro, ormai indispensabili alla tranqullità di un rapporto sessuale libero e completo, soprattutto se occasionale.

SESSO SICURO:

Un sesso sicuro al cento per cento non esiste. Le regole sono per il sesso più sicuro, e indicano come ridurre al minimo il rischio di contrarre l’HIV. Di seguito, viene data una valutazione del rischio di contagio esistente nelle diverse pratiche, distinguendo, a seconda del tipo di comportamento, un rischio "alto", "basso o teorico" e "nessun rischio". Poiché le misure di prevenzione non sono uguali in tutti i paesi, abbiamo seguito il modello degli Stati Uniti, dove alle lesbiche si consiglia di usare il cosiddetto dental dam nei rapporti orali anche al di fuori delle mestruazioni. Se tutelarvi o meno anche in situazioni a rischio "basso o teorico", è una scelta che spetta a voi. Il modo di affrontare i rischi di ciascuna di noi può mutare da situazione a situazione. L’importante è che prendiate sul serio le vostre esigenze di sicurezza, assumendovi la responsabilità per voi stesse e per la vostra partner. Questo

significa esplorare la propria sessualità, le proprie preferenze, i limiti e le paure, oltre che comunicare le proprie esigenze. Chiedetevi anche quali sono le situazioni in cui siete disposte a rischiare di più: per esempio quando siete innamorate, in vacanza, oppure sotto l’influenza dell’alcol o di droghe. Se adottate un comportamento coerente dal punto di vista della sicurezza, non avrete bisogno di sapere se la vostra compagna o compagno (occasionale) è sieropositiva/o o no. Le partner di coppie stabili, che sono sieronegative e che in eventuali "scappatelle" si proteggono sistematicamente – sia con uomini che con donne, o nell’uso di siringhe per l’iniezione di droghe – possono fare a meno del sesso sicuro all’interno della relazione fissa. In caso di incertezza, rivolgetevi a un centro regionale di aiuto sull’AIDS.

Ti suggeriamo anche  Hiv, a Bologna aumentano i contagi tra gay e bisessuali

I comportamenti ad alto rischio di contagio Cunnilingus (leccare la vulva) durante le mestruazioni:

– Scambiarsi, senza prima lavarli, accessori erotici che si inseriscono nella vagina o nell’ano (vibratori, dildos eccetera).

– Rapporti vaginali o anali non protetti. Fellatio (pompino) con eiaculazione in bocca.

– Pratiche in cui scorre sangue.

R e g o l e p e r i l s e s s o s i c u r o

^SEvitare il contatto diretto tra la bocca e la vagina durante le mestruazioni.

Non scambiarsi gli accessori erotici. Altrimenti, coprirli ogni volta con un preservativo nuovo o pulirli con alcol al 70%.

Rapporti vaginali e anali con uomini esclusivamente con preservativi di qualità certificata e lubrificanti idrosolubili.

No allo sperma in bocca, non inghiottire lo sperma.^s

Di seguito, vengono descritte le varie pratiche sessuali, con la valutazione

del rischio e la corrispondente regola di sesso sicuro (sull’uso del dental dam e del preservativo).

Sesso orale (cunnilingus, leccare la vulva) al di fuori delle mestruazioni:

Il rischio di infezione nel contatto tra la mucosa orale e le secrezioni vaginali è considerato estremamente basso, ma aumenta in presenza di lesioni alle mucose (provocate da malattie a trasmissione sessuale o da irritazioni vaginali, da malattie o lesioni delle gengive, eccetera).

Rapporti orali durante le mestruazioni:

Il sangue mestruale può contenere alte concentrazioni di HIV: per questo non deve assolutamente venire a contatto con la mucosa orale (genitale o anale) della vostra compagna o compagno.

R e g o l a p e r i l s e s s o s i c u r o

^SSe avete rapporti orali durante le mestruazioni, applicate senza eccezioni il "dental dam" o un preservativo tagliato; altrimenti, evitate i rapporti orali durante le mestruazioni.

Proteggetevi nella stessa maniera se voi o la vostra compagna o compagno avete una malattia a trasmissione sessuale.^s

Anilingus (rimming, leccare il culo):

Il rischio di trasmissione dell’HIV nel rimming è molto basso; è invece alta la probabilità di contrarre infezioni da altri agenti patogeni (virus dell’epatite, parassiti eccetera).

Ti suggeriamo anche  Ragazzo sotto PrEP contrae virus dell'HIV: solo 7 casi al mondo

R e g o l a p e r i l s e s s o s i c u r o

^SUsate sempre il "dental dam" o un preservativo tagliato.^s

Introduzione di dita, della mano o del pugno nella vagina o nell’ano:

Se avete ferite aperte sulla mano (le piccole screpolature non sono sufficienti), c’è il rischio di trasmissione dell’HIV attraverso il contatto con sangue o secrezioni vaginali infette. Se la pelle della mano è sana, il rischio non esiste. Soprattutto l’introduzione del pugno (fisting) può irritare o ledere le mucose vaginali o anali, agevolando la penetrazione del virus o di altri germi.

R e g o l a p e r i l s e s s o s i c u r o

^SIntroducete le dita, la mano o il pugno lentamente, procedendo soltanto

quando la vagina o l’ano siano rilassati. Per non ferire la partner, le unghie devono essere accuratamente tagliate e limate.

Se avete lesioni alla mano, usate guanti di lattice o infilatela in un preservativo. Usate lubrificanti idrosolubili in abbondanza. Se passate dalla penetrazione anale a quella vaginale, usate ogni volta un guanto o un preservativo nuovo.^s

Strofinarsi i genitali (frottage):

Durante le mestruazioni, esiste un certo rischio di contagio. Al di fuori delle mestruazioni, il rischio è solo teorico; aumenta se c’è una malattia a trasmissione sessuale in atto.

R e g o l a p e r i l s e s s o s i c u r o

^SDurante le mestruazioni e se una delle due partner ha una malattia a trasmissione sessuale, evitate questa pratica, con la quale è praticamente impossibile usare il "dental dam".^s

Segue nell’altra pagina… Accessori erotici (sex toys):

Esiste una grande varietà di accessori erotici, dal cetriolo al dildo a forma di delfino, dalle sfere dell’amore ai vibratori regolabili. Usandoli in comune, si rischia di scambiarsi liquidi organici infetti. Per quanto riguarda gli oggetti di pelle, occorre tenere presente che questo materiale non si può pulire in maniera sufficiente; meglio il silicone, che si può disinfettare con l’alcol. L’introduzione di vegetali, come cetrioli o pannocchie di granturco, può scatenare eczemi. Non usate bottiglie e oggetti simili: introducendoli nella vagina o nell’ano, possono formarsi dei vuoti d’aria.

R e g o l a p e r i l s e s s o s i c u r o

^SNon scambiatevi gli accessori erotici. Altrimenti, copriteli ogni volta con un preservativo nuovo o puliteli con alcol al 70%. Usate lubrificante idrosolubile in abbondanza.

Ti suggeriamo anche  Africa, le nuove frontiere per combattere Hiv e Aids

Lavate e disinfettate gli accessori ogni volta che li usate.^s

Sesso sadomaso (pratiche sadomasochiste):

Tra la dominazione e la sottomissione, esistono molte sfumature. Il sesso sadomaso si esprime in tanti modi diversi: giochi verbali, l’uso di fruste, manette o catene, giochi con la cera, travestimenti e così via, possono essere opportunità di sperimentare limiti (di dolore) psicologici e fisici. Sono fondamentali il consenso reciproco alle pratiche prescelte, un buon livello di comprensione e patti chiari su fin dove si intende spingersi, un segnale convenuto al quale fermarsi.

L’assunzione di sostanze che alterano lo stato di coscienza e/o l’aumento graduale del dolore procurato riducono la percezione del dolore, aumentando il rischio di farsi male.

R e g o l a p e r i l s e s s o s i c u r o

^SSe vi procurate delle lesioni, evitate accuratamente che vengano a contatto con le mucose e i liquidi organici.^s

Giochi con il fuoco:

Fate molta attenzione quando stimolate la pelle con il calore: le sigarette e i fiammiferi possono causare gravi ustioni e cicatrici, dunque non devono venire a contatto con la pelle. I giochi con la cera bollente esigono la massima cautela. Non usate candele di cera d’api, che si scioglie a temperature elevate e provoca dolorose ustioni; sono più adatte le candele steariche non profumate e non colorate.

Cutting, piercing e tatuaggi:

Tatuaggi e piercing devono essere eseguiti esclusivamente da personale specializzato, rispettando le seguenti norme igieniche: disinfezione degli strumenti, uso di guanti e di contenitori per l’inchiostro a parte per ogni trattamento e così via.

Nella cura di tatuaggi e piercing freschi, è indispensabile la massima igiene. Per prevenire le infezioni, disinfettate regolarmente la ferita (per esempio con Betadine o Merfen).

Nei piercing temporanei, gli oggetti devono essere accuratamente disinfettati (v. anche il paragrafo Disinfezione alle fine di questa pagina). Usate aghi e guanti a perdere sterili.

Champagne e caviale:

L’urina (champagne naturale o sport acquatico) e le feci (caviale o dirty) non contengono virus in quantità sufficiente a trasmettere l’infezione; qualche rischio, peraltro limitato, esiste se vengono inghiottite. E’ invece molto alto il rischio di trasmissione di altre malattie (parassiti, epatite eccetera).

R e g o l a p e r i l s e s s o s i c u r o

^SNon ingerire urina e feci.^s

Leo – l’esperto online – risponde a tutte le tue domande!

di Elle