Perché la giornata mondiale contro hiv/aids è il 1° Dicembre?

Fu istituita per aumentare la consapevolezza sull'hiv (che è il virus) e sull'aids (che è la malattia) e mantenere alta l'attenzione a livello globale. Ma perché proprio il 1° Dicembre?

ascolta:
0:00
-
0:00
hiv aids 1 dicembre perché
hiv aids 1 dicembre perché
3 min. di lettura

La Giornata Mondiale contro l’hiv/aids si celebra il 1° dicembre di ogni anno ed è stata istituita per aumentare la consapevolezza sull’hiv (virus dell’immunodeficienza umana) e sull’aids (Sindrome da Immunodeficienza Acquisita) a livello globale.

La data è stata istituita per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla diffusione del virus, sulla necessità dell’attenzione a sé stess* e alle altre persone, sulle cure farmacologiche ad oggi esistenti (ed efficaci), sugli strumenti di prevenzione.

Il 1° dicembre è anche una giornata di sensibilizzazione per la lotta all’hiv,  per abbattere lo stigma e la discriminazione nei confronti delle persone che vivono con hiv.

nuove frontiere hiv

Perché è stato scelto il 1° Dicembre come data per la giornata contro l’hiv e l’aids?

La scelta della data del 1° dicembre è stata fatta perché coincide con l’anniversario della prima conferenza mondiale sull’aids, che si è tenuta nel 1988 a Londra. Questa conferenza rappresentò un momento importante nella lotta contro il virus dell’hiv e contro la malattia che ne deriva (l’aids), contribuendo a sensibilizzare l’opinione pubblica e a promuovere la cooperazione internazionale per combattere l’epidemia e lo stigma verso le persone positive al virus.

 

hiv stigma arcigay

I punti chiave della conferenza mondiale sull’hiv/aids tenuta a Londra nel 1988

La conferenza su hiv/aids tenuta a Londra nel 1988 fu una delle prime conferenze internazionali di grande rilevanza dedicata al virus e alla malattia, e svolse un ruolo significativo nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica e nell’accelerare gli sforzi per affrontare la battaglia su scala globale.

Ecco alcuni punti chiave:

  • Data e sede: La conferenza si svolse dal 23 al 25 giugno 1988 a Londra, Regno Unito
  • Significato storico: Fu la prima di una serie di conferenze internazionali su hiv/adis e fu cruciale nell’attirare l’attenzione internazionale sulla crescente epidemia. All’epoca, hiv e aids erano ancora altamente stigmatizzati e poco compresi, ma quella conferenza contribuì a cambiare la percezione pubblica e a spingere i governi e le organizzazioni internazionali a prendere misure più decise.
  • Partecipanti: La conferenza attirò una vasta gamma di partecipanti, tra cui scienziati, ricercatori, professionisti della sanità, attivisti, rappresentanti governativi e persone con hiv/aids. La diversità dei partecipanti permise di affrontare il fenomeno da molteplici prospettive.
  • Temi chiave: Durante la conferenza, furono discussi vari aspetti dell’hiv, tra cui la trasmissione del virus, le strategie di prevenzione, la ricerca sulla cura e il trattamento, la stigmatizzazione e la discriminazione nei confronti delle persone con hiv/aids e la necessità di una risposta coordinata a livello internazionale.
  • Risultati: La conferenza portò a una maggiore consapevolezza del virus e della malattia, stimolò la cooperazione internazionale e sottolineò l’importanza della prevenzione. Fu anche un momento importante per promuovere la solidarietà verso le persone colpite dalla malattia e per sfatare i miti e le paure che circondavano le persone colpite dal virus.
  • Impatto a lungo termine: La conferenza di Londra del 1988 fu solo l’inizio di un impegno globale più ampio per combattere l’hiv. Successivamente, furono molte altre le conferenze mondiali dedicate ad hiv/aids, che pian piano contribuirono a plasmare la risposta globale all’epidemia e a guidare gli sforzi per la ricerca di nuovi trattamenti, cure e forme di prevenzione.

hiv aids prep gratuita aifa

Il 1° dicembre offre dunque un’opportunità per fare il punto sulla situazione dell’hiv e dell’aids nel mondo, valutare i progressi compiuti nella prevenzione e nel trattamento, e identificare le sfide che rimangono da affrontare.

Questa giornata è un’occasione importante per educare le persone, promuovere la prevenzione, incoraggiare il test dell’hiv e fornire supporto alle persone che vivono con hiv.

Il 1° dicembre è anche solitamente la data che fornisce a governi, organizzazioni non governative e individui un momento di attenzione per fare il punto sui dati dell’epidemia (qui i dati del 2022 rilasciati dall’ISS), sulle traguardi terapeutici raggiunti, su quelli di prevenzione e sulle disparità tra diverse aree del mondo.

Segui i canali di Gay.it dedicati:

Gay.it > hivGay.it > PrEP 

 

 

Gli indimenticabili momenti storici contro lo stigma dell’hiv

10 persone famose che convivono con l’hiv

Hiv e aids, 9 iconici film che hanno fatto la storia

Hiv ecco i nuovi dati Italia: nuove diagnosi, troppo tardive, e ancora troppi morti di AIDS

PrEP oltre gli stereotipi, ecco “come mi ha migliorato la vita”: le storie vere di Claudia, Marcello, Carlotta e Lorenzo – VIDEO

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche - Sanremo 2025 - Gay.it

Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche

Culture - Federico Boni 15.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming - film 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 19.2.24
taiwan-intervista-post-elezioni (5)

Taiwan: “La Cina una minaccia costante, soprattutto per la comunità queer” parla un’attivista LGBTIQ+

News - Francesca Di Feo 14.2.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
fedez luis sal chiara ferragni fabrizio corona

“Fedez ha una relazione con Luis Sal”, a processo per diffamazione Alessandro Rosica: “Ha offeso la reputazione del rapper”

News - Redazione 19.2.24

Continua a leggere

Elton John al parlamento inglese: "Il prossimo premier faccia di più per sradicare l’aids entro il 2030" - Elton John - Gay.it

Elton John al parlamento inglese: “Il prossimo premier faccia di più per sradicare l’aids entro il 2030”

News - Redazione 30.11.23
"Hiv, ne parliamo?", al via la campagna ispirata a storie vere - HIV. Ne Parliamo - Gay.it

“Hiv, ne parliamo?”, al via la campagna ispirata a storie vere

Corpi - Daniele Calzavara 28.11.23
“U=U impossibile sbagliare”, partecipa alla rivoluzionaria campagna lanciata da dieci associazioni impegnate nella lotta all’Hiv - u uguale u campagna hiv - Gay.it

“U=U impossibile sbagliare”, partecipa alla rivoluzionaria campagna lanciata da dieci associazioni impegnate nella lotta all’Hiv

Corpi - Daniele Calzavara 18.9.23
libri hiv stigma Rebecca Makka Hervé Guibért Giulia Scomazzon Elena Di Cioccio

Oltre lo stigma Hiv: libri, narrazioni e discorsi

Culture - Federico Colombo 30.11.23
hiv stigma arcigay

Indagine Stigma Stop sulla comunità LGBTIQA+: le identità meno visibili riportano stato di salute e psicologico più bassi

Corpi - Gay.it 14.11.23
hiv aids stigma momenti storici lady diana fernando aiuti elthon john madonna liz taylor angela lansbury

Gli indimenticabili momenti storici contro lo stigma dell’hiv

Corpi - Federico Boni 29.11.23
milano checkpoint

5 anni di Milano Check Point, tra prevenzione e sensibilizzazione

Corpi - Redazione Milano 13.10.23
Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l'hiv/aids. L'emozionante discorso - VIDEO - Madonna aids hiv - Gay.it

Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l’hiv/aids. L’emozionante discorso – VIDEO

Musica - Redazione 5.12.23