Été 85, il nuovo film di Ozon convince a metà

Un amore gay ambientato a metà degli anni Ottanta in Normandia.

Été 85, il nuovo film di Ozon convince a metà - ETE 85 - Gay.it
2 min. di lettura

È il primo film a uscire in Francia con la prestigiosa dicitura ‘Selezione Cannes 2020’, destinata ai titoli dell’edizione di questo maggio annullata causa Covid 19. Stiamo parlando di Été 85 (Estate 85), ultimo lavoro di François Ozon che dovrebbe arrivare in autunno in Italia dopo una presentazione al festival di Toronto.

Été 85, il nuovo film di Ozon convince a metà - ETE 85 5 - Gay.it

Tratto dal romanzo Dance on my grave (1982) di Aidan Chambers, pubblicato per un breve periodo in Italia col titolo Amici per sempre, Été 85 racconta l’estate del titolo, a metà degli anni Ottanta, in un affollato litorale della Normandia. Alexis (Benjamin Voisin) è un diciottenne inseparabile dalla sua motocicletta e salva la vita durante una mareggiata all’angelico sedicenne David (Félix Lefebvre) che se ne innamora perdutamente. Tutto sembra procedere per il meglio fino a quando compare una ragazza inglese alla pari, Kate (Philippine Velge) che turberà gli equilibri sentimentali dei ragazzi.

Été 85, il nuovo film di Ozon convince a metà - ETE 85 4 - Gay.it

La ricostruzione di una certa nostalgica atmosfera anni Ottanta è impeccabile, dalla splendida Inbetween Days dei Cure che imperversa ai walkman per sentirla, ma a un certo punto il film prende una strana piega gore che stona un po’ col resto. Le interpretazioni migliori sono quelle degli attori non protagonisti: Valeria Bruni Tedeschi interpreta la madre risoluta di Alexis e per una volta non è istericheggiante; Isabelle Nanty è la mamma sottomessa e quieta di David; un irriconoscibile Melvil Poupaud con baffi e occhiali è il solitario professore di francese che riconosce a David un talento per la scrittura.

Été 85, il nuovo film di Ozon convince a metà - ETE 85 3 - Gay.it

 

Ozon autocita il suo cortometraggio Une robe d’été (Un vestito estivo) quando fa andare in bicicletta vestito da donna David e lo fa arrivare a casa sotto lo sguardo esterrefatto della madre – la giustificazione è “per uno spettacolo teatrale”.

Été 85, il nuovo film di Ozon convince a metà - ETE 85 2 - Gay.it

Il film è molto casto – qualsiasi approccio tra i due ragazzi è immaginato a parte lunghi abbracci – e la fotografia ricorda un po’ certi lavori softcore di Cadinot (impazziranno gli amanti del fascino adolescenziale). Ma il film convince a metà, finché non succede l’irreparabile che gli dà una patina decisamente oscura e non sviluppata adeguatamente.

Resta comunque da vedere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Greta Gerwig (by Ellen Fedors for Rolling Stone)

Cannes 2024: Greta Gerwig, regista di Barbie, è la presidente della giuria!

Culture - Riccardo Conte 14.12.23