Giudice licenziato continuerà a lavorare su OnlyFans per “i membri della comunità LGBTQ+ che ne hanno più bisogno”

Un tweet di troppo rivolto ad una consigliera omofoba è costato il lavoro a Gregory Locke, che non si è però dato per vinto.

ascolta:
0:00
-
0:00
Giudice licenziato continuerà a lavorare su OnlyFans per "i membri della comunità LGBTQ+ che ne hanno più bisogno" - Gregory Locke 3 - Gay.it
2 min. di lettura

Giudice licenziato continuerà a lavorare su OnlyFans per "i membri della comunità LGBTQ+ che ne hanno più bisogno" - Gregory Locke 2 - Gay.it

È una storia abbastanza incredibile quella in arrivo da New York, con Gregory Locke, 33enne giudice del tribunale amministrativo della città, licenziato per aver insultato pesantemente un membro del consiglio, Vickie Paladino, che aveva twittato odio criticando un evento drag.

La scorsa settimana sono stato licenziato dal mio lavoro di giudice amministrativo di New York City“, ha scritto Locke sui social, raccontando il fattaccio. “Questo è avvenuto dopo che un membro del consiglio comunale ha contestato i tweet che ho scritto come mia risposta alle sue affermazioni bigotte e fuorvianti sulle drag queen e sulla comunità queer in generale“.

Il tweet in questione era diretto al membro del consiglio Vickie Paladino, che ha definito un evento Drag come uno “spettacolo assolutamente vergognoso”. Locke ha così risposto via Twitter alla signora Paladino: “Soffocati con un cazz*“. Gregory è stato licenziato per “comportamento non professionale“.

È deludente che la città di New York abbia deciso di schierarsi dalla parte di una fanatica documentata invece di cogliere l’opportunità di opporsi al crescente odio anti-LGBTQ+, in particolare il fervente odio verso le comunità trans e non binarie”. “Rimango convinto che i miei tweet, anche se poco educati, non abbiamo violato alcuna linea guida etica”. “I membri più vulnerabili della comunità queer stanno lottando per la propria vita, e le uniche persone offese dai miei tweet sono quelle più interessate a controllare il linguaggio che a opporsi a politiche che uccidono“, ha aggiunto Locke, assunto un anno fa e da prima on line con un profilo OnlyFans. A cui ora ha deciso di dedicarsi con ancor più forza.

Gregory ha infatti annunciato che continuerà a svolgere il suo lavoro su OnlyFans, offrendo servizi pro-bono per “i membri della comunità LGBTQ+ che ne hanno più bisogno”.

“Il lavoro sessuale, incluso il porno, non è vergognoso e non filtrerò i miei pensieri e le mie azioni per placare coloro che provocano danni alla mia comunità”, ha aggiunto.

Paladino, repubblicana che rappresenta un distretto nel Queens, a New York, aveva già fatto commenti osceni nei confronti degli spettacoli drag. “Qualsiasi scuola del mio distretto che parteciperà alla degenerazione ‘drag queen’ rischia di perdere i fondi“, twittò nel giugno 2022, minacciando di fatto rappresaglie al cospetto di eventuali spettacoli. “I drag performer adulti NON FARANNO AFFARI nelle nostre scuole e non saranno nel mio distretto”. “I progressisti potrebbero non avere problemi con la cura e la sessualizzazione dei bambini, ma io sì”. “I bambini meritano un’istruzione di qualità, libera da manipolazioni politiche e contenuti sessuali“.

Commenti che arrivano nel pieno di uno tsunami di odio che ha colpito la comunità drag d’America, con il Tennessee ufficialmente diventato primo Stato USA a vietare gli spettacoli drag in pubblico. Una legge contestatissima fermata da un giudice repubblicano voluto da Donald Trump ai tempi della presidenza, perché esageratamente vaga e incostituzionale.

Giudice licenziato continuerà a lavorare su OnlyFans per "i membri della comunità LGBTQ+ che ne hanno più bisogno" - Gregory Locke - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer - The Darkness Outside Us - Gay.it

The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer

Cinema - Redazione 22.4.24
Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
Prisma 2, il silenzioso ma potentissimo teaser trailer con protagonisti Marco e Daniele - Prisma - Gay.it

Prisma 2, il silenzioso ma potentissimo teaser trailer con protagonisti Marco e Daniele

Serie Tv - Redazione 22.4.24
BigMama: "La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n'erano" - BigMama - Gay.it

BigMama: “La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n’erano”

Musica - Redazione 21.4.24
Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: "L'amicizia non finisce mai" (foto e video) - Victoria Beckham - Gay.it

Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: “L’amicizia non finisce mai” (foto e video)

News - Redazione 22.4.24
Lil Nas X: Long Live Montero, recensione. Essere icona queer, orgogliosa e rivoluzionaria - Lil Nas X - Gay.it

Lil Nas X: Long Live Montero, recensione. Essere icona queer, orgogliosa e rivoluzionaria

Cinema - Federico Boni 22.4.24

Continua a leggere

John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Transatlantic bridges: Corrado Cagli, 1938-1948

Corrado Cagli, l’artista queer che voltò le spalle al regime fascista, in mostra a New York – GALLERY

Culture - Redazione Milano 9.11.23
Cecilia Gentili Interview photographed by Oscar DIaz_

Dio e il corpo transgender, il funerale di Cecilia Gentili diventa un momento di orgoglio queer e i cattolici si indignano

Culture - Mandalina Di Biase 27.2.24