Gli innamorati gay di Modena, inseparabili dal IV secolo

Due individui di sesso maschile giacciono l'uno accanto all'altro da più di 1500 anni.

ascolta:
0:00
-
0:00
Gli amanti di Modena, inseparabili dal IV secolo
(Wikipedia)
3 min. di lettura

Nel 2009 tra gli scavi di una necropoli modenese sono stati ritrovati gli scheletri di una coppia risalente all’epoca tardo antica: due individui l’uno di fianco all’altro, nella stessa tomba, mano nella mano. Nonostante fosse impossibile comprenderne il sesso, chiunque diede subito per scontato fossero un uomo e una donna. Ma nel Settembre 2019  i ricercatori dell’Università di Bologna hanno rilevato – attraverso una nuova tecnica che determina il sesso biologico studiando le proteine dello smalto sui denti – che gli amanti di Modena, erano in realtà due uomini.

Gli amanti di Modena, inseparabili dal IV secolo
(Pic: Comune di Modena)

Casi di sepoltura simili sono più unici che rari. L’ultimo esempio è quello degli “Amanti di Valdaro” – un uomo e una donna poco più che ventenni – sepolti insieme più di 5500 anni fa, nei pressi di Mantova, insieme a casi simili in Grecia, Siberia, e Turchia. Il concetto stesso di amore eterno ha fatto rigirare le biglie degli occhi ad alcuni intellettuali: “Ma quale amore eterno, non esiste perché è solo un’invenzione degli uomini” scrisse la giornalista Natalia Aspesi “Magari lei lo guarda solo per strozzarlo. Siamo fortunati se l’amore dura qualche giorno o qualche anno. Il concetto di amore eterno è una pura invenzione degli uomini nata per sottomettere le donne”. Quel che è certo è che nessuno di questi esempi coinvolgeva due individui di sesso maschile: “In passato sono state trovate diverse tombe con coppie di individui deposti mano nella mano, ma in tutti i casi si trattava di un uomo e una donna” spiega il ricercatore dell’Università di Bologna, Federico Lugli a Le Scienze “Quale fosse il legame tra i due individui della sepoltura modenese, invece, resta per il momento un mistero“.

Gli amanti di Modena, inseparabili dal IV secolo
La tomba si può vedere presso il Museo Civico Archeologico Etnologico di Modena.

Davanti il fatto compiuto, è scattata una nuova domanda: chi erano davvero? All’epoca della sepoltura, i rapporti omosessuali erano già stigmatizzati e considerati un crimine sotto l’Impero di Gustiniano. I due innamorati sono presto diventati soldati morti insieme in battaglia (si dice che la necropoli dove sono stati rinvenuti fosse un cimitero di guerra), cugini, fratelli, mille alternative possibili, tutto fuorché un grande amore.  Eppure i rapporti omosessuali all’epoca della sepoltura non erano improbabili: dall’imperatore Nerone, che tra il 54 e il 68, celebrò almeno due matrimoni pubblici tra uomini alla relazione intima tra l’imperatore Domiziano e il liberto Earino, che il poeta Stazio paragonò ad un matrimonio. Ogni considerazione storica non è sufficiente per stabilire la natura di questo legame. Quel che è certo è che tra i due individui ci fosse un rapporto di natura indefinita, abbastanza tenero e intimo da accompagnarli oltre la morte: “Seppellire due uomini mano nella mano non era certamente una pratica comune in epoca tardo-antica” continua a spiegare Lugli “Crediamo che questa scelta simboleggi una particolare relazione esistente tra i due individui, non sappiamo però di quale tipo”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: "Caro Salvini le facciamo questa domanda...." - Karma B Ciao Maschio 4 - Gay.it

Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: “Caro Salvini le facciamo questa domanda….”

Culture - Federico Boni 12.4.24
Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

alan turing biografia gay

Alan Turing, finalmente una statua celebrativa al Kings College di Cambridge ma è polemica sul risultato finale

Culture - Redazione 31.1.24
Transatlantic bridges: Corrado Cagli, 1938-1948

Corrado Cagli, l’artista queer che voltò le spalle al regime fascista, in mostra a New York – GALLERY

Culture - Redazione Milano 9.11.23
Sandra Milo, Icona eternamente Libera - Sandra Milo fotografata da Leandro Manuel Emede per Sette Corriere - Gay.it

Sandra Milo, Icona eternamente Libera

Culture - Federico Boni 29.1.24
Omosessuale- Oppressione e Liberazione

Perché leggere oggi “Omosessuale: Oppressione e Liberazione”, un classico della Gay Liberation, intervista a Lorenzo Bernini

Culture - Alessio Ponzio 4.4.24
Re Giacomo I d'Inghilterra era davvero gay? La storia vera dietro la serie Mary & George - Mary and George - Gay.it

Re Giacomo I d’Inghilterra era davvero gay? La storia vera dietro la serie Mary & George

Serie Tv - Federico Boni 21.3.24
Giorgio Bozzo, autore di Le Radici dell'Orgoglio

Quell’orgoglio che ci rende più forti: intervista con Giorgio Bozzo (che riparte con Le radici dell’orgoglio)

Culture - Riccardo Conte 4.1.24
Maestro (Netflix, 2023)

Maestro: la vera storia di Leonard Bernstein e Felicia Montealegre

Culture - Riccardo Conte 4.12.23
Dennis Altman nel 1972

Dennis Altman, una vita tra attivismo e accademia: intervista

Culture - Alessio Ponzio 8.4.24