“John Travolta è gay. L’ho visto: non ne ha mai abbastanza”

A rivelarlo è tale Robert Randolph che per rendere più credibile la sua storia si è sottoposto alla macchina della verità: “Quello con Kelly Preston è un matrimonio finto. E’ un cane bugiardo”.

Rischia di essere uno scoop come quello del coming out di Ricky Martin, ovvero previsto, solo che non siamo ancora al coming out di John Travolta. Siamo, invece, davanti al racconto di tale Robert Randolph che ha raccontato al National Enquirer che l’ex star di Grease, della Febbre del sabato sera e di Pulp Fiction sarebbe gay. E per dimostrare che non teme smentita, Randolph si è anche sottoposto al test della macchina della verità, superandolo.

Uno dei più famosi adepti di Scientology e star hollywoodiane, quindi, è gay. Qualche dubbio, in realtà, lo avevamo avuto da quando nel 2006 circolò per la prima volta la foto di Travolta che baciava un uomo sulla scaletta dell’aereo. L’anno dopo, nel 2007, fu la volta del bacio pubblico a Kirk Douglas.

"Ho incontrato John nel 1998 – ha raccontato Randolph – dopo il matrimonio con Kelly Preston. Credo che quel matrimonio sia una truffa totale perché John è attratto dai ragazzi e fa sesso con loro alle spalle di Kelly da anni. E’ venuto da me parecchie volte, ma io l’ho sempre rifiutato. Ci sono sempre, però, ragazzi che vogliono fare sesso con lui. E John non ha smesso di mentire a Kelly neanche dopo la nascita del loro figlio. E’ un cane bugiardo. Ed è sbagliato perché sua moglie sembra una donna dolce".

Ti suggeriamo anche  Abrahm DeVine, nuotatore USA fa coming out: 'sono gay'

Non ha dubbi, Randolph, rispetto a quello che racconta e che sostiene di avere visto. E continua:

"Quello dell’omosessualità di John è uno dei segreti mantenuti peggio di tutta Hollywood. Continua sfacciatamente ad abbordare ragazzi e non sembra curarsi del fatto che potrebbe essere visto da chiunque. Io l’ho visto con uno dei suoi amanti e non ne aveva mai abbastanza".

Rivelazioni che, per quanto prevedibili, rischiano di scatenare una vera e propria bufera nella vita coniugale di Travolta, costringendolo ad un coming out che non ha mai voluto fare scegliendo di mantenere una facciata da sciupafemmine più adatta, evidentemente, al successo hollywoodiano. E comunque stiano le cose, risulta davero difficile credere che la Preston sia completamente all’oscuro di tutto.