Siria De Fazio “pazza” di Veronica Ciardi

Dalle pagine di Visto si apprende che Siria De Fazio, lesbica dichiarata del GF9 ha un debole per Veronica dell’edizione appena terminata e dichiara: “Se un giorno dovesse stancarsi di Sarah…”.

Terminato il Grande Fratello 10 tornano alla ribalta alcuni concorrenti dell’edizione precedente tra cui Siria De Fazio, la "mangiafuoco" romana che a pochi giorni dall’entrata nella casa dichiarò con grande sincerità di amare le donne. Siria ha rilasciato un’intervista al settimanale Visto in cui ha fatto rivelazioni inaspettate su una delle concorrenti più controverse dell’edizione più lunga nella storia del reality di successo, Veronica Ciardi.

L’ex concorrente ha fornito una sua interpretazione del rapporto che si è instaurato tra la cubista romana e la napoletana Sarah Nile. Omosessualità o semplice attrazione? «Sincere manifestazioni d’affetto. – ha dichiarato Siria – Se Sarah e Veronica si sentono etero, ma si amano e si attraggono fisicamente, evidentemente rappresentano l’eccezione l’una dell’altra». Nessuno meglio di lei potrebbe dirlo visto che le tre ragazze hanno avuto recentemente modo di conoscersi negli studi di alcune trasmissioni televisive.

Siria ha poi rivelato di avere un debole in particolare per una delle due e di aver chiesto ad un truccatore di Mediaset di recapitare il suo numero a Veronica, che ha definito «La più cucciola». Successivamente le due si sono incontrate e non c’è stato bisogno di alcun intermediario. Chissà se la coniglietta di Playboyìi e la giovane mangiatrice di uomini (e donne) daranno modo alla De Fazio di inserirsi nel loro particolare rapporto che, secondo Siria potrebbe delinearsi «Quando loro per prime capiranno chi sono oggi e cosa vogliono». La bella Siria, però, non si lascia scappare l’occasione di rivolgere un appello alla mora del GF10: «Non so a Sarah e Veronica che cosa succederà, comunque Veronica ha il mio numero, quindi nel caso…».

Ti suggeriamo anche  Grande Fratello Vip, Predolin e Jeremias contro Malgioglio: "Impicchiamolo, andrebbe pestato"