Natale: caro Gesù Bambino, la celebrazione della tua venuta è un disastro per il pianeta

Ecco, sento già il borbottio della tradizione, timbro maschile, tono paternalista, riporta all'ordine, impone la soffice e perpetua conservazione.

ascolta:
0:00
-
0:00
gesù natale impatto ambientale
gesù natale impatto ambientale processi produttivi regali anidride carbonica ambiente
3 min. di lettura

Caro Gesù Bambino,

l’impatto ambientale del Natale è un gran bel pacco per il pianeta. Un pacco esplosivo, a combustione rapida, che brucia energia, produce rifiuti, accelera la tendenza allo spreco, assesta danni agli organismi viventi, umani compresi. Merci d’ogni sorta comprate e vendute a un ritmo quintuplo rispetto al solito. Miliardi di luci, mai accese per il resto dell’anno, lasciate brillare a intermittenza per tre settimane consecutive.

E ancora: cibi esotici che fanno il giro del mondo, animali sollecitati con farmaci e booster nutrizionali, viaggi e settimane bianche, botti di Capodanno, piantagioni stressate da rotazioni intensive, processi industriali intensificati per soddisfare il rito consumistico per eccellenza, la celebrazione della tua venuta. Oh Gesù Bambino, avresti mai immaginato che oro, incenso e mirra portati dai Magi si tramutassero nell’input a comprare qualsiasi cianfrusaglia fabbricata dall’altra parte del globo da qualche lavoratore sottopagato?

Caro Gesù Bambino,

ho cercato un qualche report, ma non ho trovato alcuna informazione sull’impatto complessivo del Natale. Mi è sembrato strano, ma è così. Forse nessuno ha voglia di sfiorare la sacralità di questa festa. Che nel frattempo si è evidentemente tramutata nel peggior delitto collettivo della specie umana ai danni dell’ambiente in cui vive. Caro Gesù, non mi pare che a un certo punto tu ti sia messo a dar fuoco alla culla e al pagliaio?

Caro Gesù, ma come abbiamo potuto trasformarti in un acceleratore di distruzione? La celebrazione della tua venuta non sembra avere più molto a che fare con la stalla riscaldata dall’alito del bue e dell’asino. E per preparare questo articolo, scritto pensando a ciò che tu mi hai insegnato, ho dovuto raccattare in giro per il world wide web un sacco di informazioni sparute, scollegate tra loro. Nessuno ha finora calcolato l’impatto della celebrazione della tua venuta su questo pianeta. Qui porgo a te e a chi voglia leggere alcuni dati che ho scovato.

Secondo il report di una compagnia energetica italiana, nel nostro paese il solo rito delle luci natalizie comporta un surplus di emissioni di CO2 pari a 18.870 tonnellate. Le sole luci natalizie degli Italiani.

La produzione di anidride carbonica complessiva che ogni umano produce tra il 24 e il 25 Dicembre è pari al 6% di quella che produce tutto l’anno.

In Gran Bretagna, il 25 Dicembre viene gettata senza essere consumata una quantità di cibo del valore di un miliardo di sterline. In Italia il dato è stato stimato a peso: mezzo milione di tonnellate di cibo finiscono nella spazzatura tra il 24 e il 26 Dicembre.

Sempre in Gran Bretagna, il 40% dei giocattoli regalati a Natale diventeranno rifiuti entro tre mesi.

In Italia 500mila tonnellate di cibo finiscono nell’immondizia: uno spreco che fa impennare anche le emissioni, considerando che ogni tonnellata di rifiuti produce 4,2 tonnellate di CO2.

Il consumo alimentare aumenta di circa l’80% durante le feste natalizie.

In Italia durante le feste natalizie c’è un aumento di rifiuti del 30%.

Nel Natale 2016 (ultimo dato che ho trovato), abbiamo buttato via quasi 400mila km di carta da pacchi. Non volendo rinunciare al rito della sorpresa, non si capisce come non si possano almeno utilizzare carte non plastificate e nastri di cotone o altri materiali biodegradabili. Ecco, ora mi sento ridicolo. In rete ci sono mille consigli per un Natale a minor impatto ambientale, ma non ho la forza di raccomandare pratiche tipo non mangiare il pesce la sera della vigilia.

Sono molti i dati che avrei potuto raccogliere, confrontando cifre e consumi. Ma questa lista non è una cronaca giornalistica. È una raccolta di allarmi ricavati da fonti affidabili. Lista sufficiente per ricordare a tuttə quel che già sappiamo.

Caro Gesù, vorrei chiederti questo. Cosa rispondo? Cosa rispondo a quella voce che imprigiona noi tuttə in quel melmoso abbraccio del privilegio? Come posso aiutare la mia fragilità a sorvolare sui frangiflutti immobili dello status quo?

Sento già il borbottio della tradizione, timbro maschile, tono paternalista. Bonariamente riporta all’ordine, impone suadente la soffice e perpetua conservazione. Ecco quella voce, bofonchia una risata, si accompagna a una pacca sulla spalla, e davanti a convitati e parenti, enuncia il verbo della raggelante simpatia: ma anche a Natale devi rompere le palle?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
gioric70 21.12.21 - 22:25

Ma RosaMaria...te lo scrivo pure con le maiuscole....e premetto anche io maschietto e gay ho un nome composto all'anagrafe con Maria....ma vedo nebbia nei tuoi pensieri. I non credenti schizofrenici del natale? Ma chi ha attaccato il bambinello Gesù? Sei stata attaccata te e tutti i tuoi simili che vogliono fare i goderecci de dietro a Gesù bambino. L'hai scritto sul finale no? Che voj magnà e divertitte a Natale o te sei spiegata male? Cattolica e omosessuale madonna mia che caciara! Passa il natale con me, cristiano e frocio, col cazzo ti faccio mangiare e vediamo Gesù bambino a chi da la benedizione! Quante cazzate sparate!

Avatar
rosamariaappicelligmailcom 21.12.21 - 15:22

Mi dissocio da questo delirante articolo, dal momento che la Chiesa è la prima istituzione a parlare contro il consumismo compulsivo che avviene per le feste di Natale. Delirante non per i dati e la giusta denuncia dell'impatto ambientale che hanno determinati rituali (luci, spreco di cibo, corsa ai regali con materiali non bio), ma per l'accusa mossa a Gesù Bambino. Che cosa c'entra Gesù se il Natale è diventato una festa commerciale? Sappiate che proprio coloro che fanno tante schizofrenie a Natale sono proprio i non credenti! È festa, è tempo di ferie, quindi si deve mangiare e viaggiare: sempre le solite cose! Ma accusare Gesù Bambino, che anzi viene dimenticato in tutta questa frenesia, è puro delirio! Sono cattolica e omosessuale e vivo bene la mia condizione, perciò non ammetto blasfemie!

Trending

Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Antoine Dupont, il capitano francese di rugby "pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi - Antoine Dupont - Gay.it

Antoine Dupont, il capitano francese di rugby “pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi

Corpi - Redazione 20.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Mahmood coming out_ Foto dalla sfilata di Prada

Quella specie di coming out di Mahmood in inglese: media italiani impazziti

Musica - Mandalina Di Biase 20.6.24
Foggia Sit In Omofobia Giugno 2024

Foggia reagisce all’aggressione di Alessandro: “Se questa terra non ci ama, noi la ameremo ancora più forte”

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Justin Timberlake Arrestato Ubriaco Gossip Droghe

Justin Timberlake arrestato, guidava ubriaco. Il gossip impazza: “Popper e Truvada nel sangue”. Ma è davvero così?

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24

Leggere fa bene

Dopo la querela di Paola Egonu, Vannacci si scusa con la pallavolista: "È un'italiana di cui andiamo orgogliosi" - Dopo la querela Vannacci si scusa con Paola Egonu - Gay.it

Dopo la querela di Paola Egonu, Vannacci si scusa con la pallavolista: “È un’italiana di cui andiamo orgogliosi”

News - Redazione 14.5.24
Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia "libri LGBTQIA+" con un lanciafiamme (VIDEO) - Valentina Gomez - Gay.it

Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia “libri LGBTQIA+” con un lanciafiamme (VIDEO)

News - Redazione 28.3.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
Alessandro Zan, l'intervista: "Il governo Meloni normalizza l'intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire" - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, l’intervista: “Il governo Meloni normalizza l’intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire”

News - Federico Boni 19.1.24
Famiglie arcobaleno a Roma, tra flashmob e convegno per raccontare la GPA attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta (VIDEO) - Famiglie arcobaleno in piazza a Roma tra flashmob - Gay.it

Famiglie arcobaleno a Roma, tra flashmob e convegno per raccontare la GPA attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta (VIDEO)

News - Redazione 5.4.24
Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD". E a Vannacci dice che... - Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD”. E a Vannacci dice che…

News - Federico Boni 8.5.24
Messico, il presidente Obrador definisce "un uomo vestito da donna" la deputata trans Salma Luevano - Andres Manuel Lopez Obrador - Gay.it

Messico, il presidente Obrador definisce “un uomo vestito da donna” la deputata trans Salma Luevano

News - Redazione 10.1.24