Antonio Veneziani confermato tra le polemiche “Il Gay più Bello d’Italia”

Ciò che rimane sul tavolo, per quanto dispiaccia doverlo sottolineare, è una gestione dell'intera vicenda ai limiti del dilettantistico.

Antonio Veneziani confermato tra le polemiche "Il Gay più Bello d'Italia" - Antonio Veneziani 2 - Gay.it
2 min. di lettura

39 anni, padre e pasticciere di Roma ma di origini pugliesi, Antonio Veneziani è stato eletto “Il gay più bello d’Italia 2020” il 22 agosto scorso. Apriti cielo. Da allora si è detto e letto di tutto, sul web, a causa di alcune esternazioni del fresco vincitore, non solo politicamente vicino al centrodestra italico ma dichiaratamente distante dall’istituzione del Pride e amante del sesso bareback, con tanto di ‘sfondatour’ in giro per l’Italia da pubblicizzare sui social. Può un simile personaggio indossare simile fascia, al di là delle legittime opinioni personali su politica, comunità LGBT e sesso?

A questa domanda, che per giorni ha preso forma on line, hanno provato a replicare gli organizzatori del concorso. 5 giorni fa l’annuncio che “il comitato organizzativo” si sarebbe riunito per “valutare la propria posizione nei confronti del vincitore del titolo 2020”. Due giorni fa l’annuncio che “l’organizzazione del concorso, non avendo esaurito gli argomenti trattati e con la volontà di confrontarsi anche con alcuni esponenti della comunità Lgbt – al fine di prendere la decisione più giusta in merito – comunicherà nei prossimi giorni l’esito delle valutazioni“. Poche ore fa, al termine di un conclave papale, l’ultima discussa e discutibile parola su questa vicenda.

Dopo un’ampia e articolata discussione il comitato organizzativo ha confermato, all’unanimità, la scelta della giuria di nominare Antonio Veneziani quale vincitore dell’edizione 2020. Siamo certi che la bufera mediatica che si è scatenata sia stata occasione di crescita e confronto per l’intera comunità lgbt. Il comitato organizzatore sta contattando in queste ore diversi esponenti del mondo lgbt quali: Imma Battaglia, che ha già dato la sua disponibilità, Monica Cirinnà, Alessandro Zan. Questi avranno il compito di rappresentare punti di vista forse diversi da quelli che si estrapolano dai post e articoli del vincitore. In sintesi abbiamo condiviso in pieno il motto: tutti gay, tutti diversi.

Chi faccia parte di questo fantomatico “comitato organizzativo”, non è ancora chiaro. Quanto siano, chi siano. Come si sia articolata questa ‘ampia’ discussione e come si sia arrivati all’unanimità dopo 10 giorni di contrasti, altrettanto. Per quale motivo dover interpellare parlamentari come Zan e Cirinnà, al momento decisamente impegnati in altre faccende, appare ancor più oscuro. Ciò che rimane sul tavolo, per quanto dispiaccia doverlo sottolineare, è una gestione dell’intera vicenda ai limiti del dilettantistico. Antonio Veneziani è liberissimo di votare persino Mario Adinolfi, di deridere i Pride a causa di qualche partecipante in perizoma e di “ingravidare” chiunque voglia essere “ingravidato”, ma qualche perplessità nei confronti di chi lo ha prima selezionato per partecipare a Il Gay più bello d’Italia, poi votato e infine strenuamente difeso dinanzi a ciò che appariva apparentemente indifendibile, rimane pesantemente in superficie.

Antonio Veneziani confermato tra le polemiche "Il Gay più Bello d'Italia" - Antonio Veneziani - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
gianclaudiozanchettayahooit 2.9.20 - 13:06

ANTONIO VENEZIANI VAFFANCULO DI CUORE COGLIONE!!!!!!!!

Trending

Pestaggio Roma Coppia Gay - La difesa dei 4 presunti aggressori smentisce l'omofobia "Non sapevamo fossero gay"

Pestaggio coppia gay a Roma, gli aggressori “Non abbiamo usato insulti omofobi”

News - Redazione 22.7.24
Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24
Roma Pestaggio Coppia Gay Siti In

“Guarda sti fr*c*” non è omofobia? Sit-in mercoledì 24 e polemiche sul pestaggio alla coppia gay di Roma, dopo che gli indagati respingono l’accusa

News - Redazione 22.7.24
Perché amiamo Tom Daley - Tom Daley - Gay.it

Perché amiamo Tom Daley

News - Federico Boni 23.7.24

Continua a leggere

modena pride 2024 intervista

Intervista a Modena Pride 2024: “I diritti o sono di tuttə o si chiamano privilegi”

News - Gio Arcuri 23.5.24
Si commuove stringendo la bandiera arcobaleno, questa é la più bella immagine del Pride Month 2024 (VIDEO) - Lanziano che si commuove stringendo la bandiera arcobaleno e la piu bella immagine del Pride Month 2024 VIDEO - Gay.it

Si commuove stringendo la bandiera arcobaleno, questa é la più bella immagine del Pride Month 2024 (VIDEO)

News - Federico Boni 2.7.24
molise pride, 13 luglio 2024

Molise Pride 2024: ad Isernia il 13 luglio

News - Redazione 10.2.24
alessandria pride 2024, il 25 maggio

Alessandria Pride 2024: il 25 maggio

News - Redazione 12.2.24
Alessandria Pride ALPRIDE

Alessandria Pride il 25 Maggio: “Non è tempo di fermarsi, la città ci ha dato un sorprendente supporto” – intervista

News - Gio Arcuri 22.5.24
ferrara pride 2024

Ferrara Pride (in bike) 2024: sabato 1 giugno

News - Redazione 3.4.24
pavia pride 2024, sabato 1 giugno

Pavia Pride 2024: sabato 1° giugno

News - Redazione 4.4.24
resoconto parma pride 2024

In 5000 al Parma Pride: “La Costituzione non può essere carta straccia”

News - Gio Arcuri 21.5.24