Bufera su Antonio Veneziani, il ‘Gay più Bello d’Italia 2020’ ora rischia la fascia

Antonio Veneziani al centro di una polemica infinita dopo aver vinto il titolo di ‘Gay più bello d’Italia’.

antonio veneziani
Potrebbe perdere il titolo di vincitore Antonio Veneziani, per le sue posizioni poco LGBT-friendly.
2 min. di lettura

Sono passati pochi giorni dall’incoronazione di Antonio Veneziani come il “Gay più Bello d’Italia”. Ma si è scatenata una bufera non riguardante l’aspetto fisico del vincitore, come quasi ogni anno capita, bensì per alcune sue posizioni riguardanti la comunità LGBT e in particolare il safe sex, il Pride e la legge contro l’omotransfobia, in discussione dal 3 agosto in Parlamento.

Dichiarazioni che non sono piaciute né alla comunità né al comitato organizzativo dell’evento di Torre del Lago, il quale ha annunciato che si riunirà per decidere la posizione da assumere nei confronti di quanto successo. In un comunicato, spiega:

Ci dissociamo dalle dichiarazioni di Antonio Veneziani in quanto promotori di safe sex e e forti sostenitori della legge sull’omotransfobia.

Annuncia inoltre che entro domenica 30 agosto, il comitato pubblicherà la propria decisione, che potrebbe anche ritirare la fascia di gay più bello d’Italia al neo vincitore.

Sebbene ognuno sia libero di avere le proprie idee, come si può definire Mr. Gay una persona che non appoggia una legge di tutela, come quella proposta da Alessandro Zan? Questo si domanda parte della nostra comunità, che non condivide la vittoria dell’edizione 2020.

Quali sono le accuse ad Antonio Veneziani

A scatenare la polemica attorno al vincitore è stato un utente di Twitter – tale Ferdinando Tripodi, gay di destra contro il ddl Zan –  che ha commentato l’incoronazione di Antonio Veneziani con “Ma il Gay più bello d’Italia che è più. destra di me? Siamo in vantaggio“, come riportato da Gayburg.

Ora, sarà il comitato a decidere sul da farsi.

Chi è il vincitore de il “Gay più bello d’Italia”

Antonio Veneziani, 40 anni, è barese di nascita e romano di adozione. Dopo aver partecipato a Bake Off Italia, ha deciso di fare coming out, divorziando di conseguenza dalla moglie con la quale aveva anche una figlia. Ha poi aperto un canale su Onlyfans piuttosto seguito, dove ha annunciato anche un tour scopereccio in giro per l’Italia post-lockdown.

Credits: Facebook

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
burg333 31.8.21 - 3:45

Toglietegli la fascia subito! Che schifo! Il culto del corpo e del privilegio genera solo fascismo, e oppressione della propria stessa comunità. Che vergogna!!!!!! Nasconditi!! Sei orrendo!!

Avatar
Franzc Dereck 28.8.20 - 18:47

Forse Lucia Bosè , Silvana Pampanini , Sophia Loren , Gina Lollobrigida , etc, etc , ai loro tempi erano orientate a destra ; ma , sicuramente non hanno fatto dichiarazioni in tal senso. Di certo non hanno detto che le donne non avrebbero dovuto avere diritti uguali agli uomini.

Avatar
gianclaudiozanchettayahooit 28.8.20 - 12:08

ah ah ah!!! tutti i nodi vengono al pettine!!! ritirargli la fascia è il minimo non rappresenta affatto la comunità LGBT!!!

Trending

Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert - OFF Les Tortues Turtles 02 - Gay.it

Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert

Cinema - Redazione 21.4.24
Maria De Filippi, Amici 23

Amici 23, le pagelle di Gay.it della quinta puntata del Serale

Culture - Luca Diana 21.4.24

Hai già letto
queste storie?

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: "Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans" - Jamie Lee Curtis - Gay.it

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: “Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans”

Culture - Federico Boni 10.11.23
foto: il fatto quotidiano

Trans Lives Matter: il movimento trans* si fa sentire ancora più forte

News - Redazione Milano 20.11.23
Rainbow Awards 2023, la 2a edizione dedicata a Michela Murgia. Tra i premiati Elly Schlein, Gualtieri ed Emma Bonino - Rainbow Awards 2023 - Gay.it

Rainbow Awards 2023, la 2a edizione dedicata a Michela Murgia. Tra i premiati Elly Schlein, Gualtieri ed Emma Bonino

Culture - Federico Boni 8.11.23
elly schlein partio democratico

Abruzzo al voto, Elly Schlein: “Ci battiamo per il diritto delle donne a scegliere del proprio corpo”

News - Redazione 8.3.24
coppia gay mano nella mano

Perché noi persone queer abbiamo ancora paura a tenerci per mano?

News - Emanuele Bero 6.11.23
"La violenza ha tante forme i diritti sono l'unica cura", la campagna Arcigay con i 52 Centri Antidiscriminazione d'Italia - arcigay - Gay.it

“La violenza ha tante forme i diritti sono l’unica cura”, la campagna Arcigay con i 52 Centri Antidiscriminazione d’Italia

News - Redazione 26.10.23
Foto: Angela Christofilou

L’8 Marzo ci siamo tuttə per tuttə

Corpi - Redazione Milano 7.3.24
cgil-tesseramento-alias

Anche CGIL apre al tesseramento alias: “L’accoglienza delle tante diversità non è un qualcosa di facoltativo, ma necessario”

News - Francesca Di Feo 21.1.24