Legge contro l’omotransfobia: il prof. Ronco equipara l’omosessualità a un disturbo sessuale

Non sorprende che la Lega abbia chiamato un professore di diritto che già in passato aveva paragonato l'omosessualità alla zoofilia.

omotransfobia
2 min. di lettura

Ieri sono ripresi in Commissione Giustizia i lavori sulla legge contro l’omotransfobia, e come da calendario sono proseguite le audizioni. A sostenere le tesi della Lega via streaming Mauro Ronco, professore emerito di Diritto penale presso l’Università degli studi di Padova.

Ronco è un nome noto per la sua partecipazione come ospite al Congresso delle Famiglie di Verona. E ieri, davanti ai parlamentari, ha parlato della legge contro l’omotransfobia in esame ribadendo tutta la sua chiusura mentale, dimostrandosi un omofobo a 360 gradi. La sua dichiarazione è semplicemente scioccante:

Siamo di fronte a norme che vorrebbero tutelare tutte le forme di orientamento sessuale. E dottrine che vogliono staccare identità sessuale a identità biologica. Non siamo su una normativa sull’omofobia. Ma su una normativa che vorrebbe censurare le critiche contro potenziali orientamenti sessuali considerati espressioni di disturbi di carattere sessuale: voyeurismo, masochismo, sadismo. La censura di tutta una serie di opinioni che ritengo valide di critiche forti che potrebbero essere alla base di atteggiamenti violenti.

Disturbi sessuali. Voyeurismo. Masochismo. Sadismo. Non una parola sulla violenza che i membri della comunità LGBT devono sopportare, non un accenno alle aggressioni, ultima quella di pochi giorni fa a Milano. Il professor Ronco ha ignorato il fatto che si stesse discutendo di una legge contro l’omotransfobia.

Solo un disturbo sessuale, come se la discriminazione per le persone trans, l’impossibilità di essere riconosciuti come famiglia, non siano un problema tanto importante. Questa la visione del professor Ronco.

Alessandro Zan (PD): non sono sorpreso

Il deputato dem non si è dimostrato nemmeno sorpreso della dichiarazione omofoba. Come riporta l’Espresso, il firmatario della legge contro l’omotransfobia ha solamente affermato:

Ma non sono sorpreso, è una dichiarazione retriva che si commenta da sola. […] Un professore di diritto penale che parla di voyerismo e sadomasochismo evidentemente uscendo dalle proprie competenze. La stragrande maggioranza dei giuristi è a favore di questa legge e c’è una piccola parte che viene invitati dai leghisti per fare uscite del genere. Ma va benissimo, un’audizione non si nega a nessuno anche se un po’ colorata.

Poi ha ribadito il tutto sui social:

Oggi, per l’ennesima volta dopo tre decenni dalla svolta storica dell’OMS, durante le audizioni sulla legge contro l’#omotransfobia abbiamo sentito equiparare in Parlamento l’omosessualità al sadismo, al masochismo, al voyeurismo, a disturbi sessuali. Approviamo questa legge e lasciamoci finalmente tutto ciò alle spalle. Siamo nel 2020, non perdiamo altro tempo in questo modo.

I lavori sulla legge contro l’omotransfobia continuano

Le audizioni andranno avanti anche martedì, mercoledì e giovedì della prossima settimana. Saranno circa una ventina, già calendarizzate in modo da concludere questa fase dei lavori e andare poi in aula entro fine luglio, come previsto.

Secondo l’Onorevole Zan, “l’accelerazione” sui lavori della legge contro l’omotransfobia è motivata anche dalle parole del presidente della Repubblica Mattarella, del premier Conte e del presidente della Camera Fico.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

L'Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona? - unione europea gay it 03 - Gay.it

L’Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona?

News - Lorenzo Ottanelli 8.5.24
Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Parigi 2024 le drag Minima Geste Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica - Gay.it

Parigi 2024, le drag queen Minima Gesté, Miss Martini e Nicky Doll sfilano con la torcia olimpica

Corpi - Redazione 16.5.24
Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l'arrivo di una storia d'amore queer - BRIDGERTON 302 Unit 00627R - Gay.it

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l’arrivo di una storia d’amore queer

Serie Tv - Redazione 16.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
Alessandro Zan intervistato da Report a proposito del suo ruolo nell'ambito dell'organizzazione del Padova Pride Village

Inchiesta di Report su Alessandro Zan e il Padova Pride Village

News - Redazione Milano 10.12.23
Unione Europea LGBT Italia

L’Italia non firma la dichiarazione dell’UE a favore dei diritti LGBTI+ perché somiglia al Ddl Zan e include l’identità di genere

News - Redazione Milano 17.5.24