Luca Tommassini racconta la violenza domestica: “Il ballo mi ha salvato la vita”

Il coreografo più famoso d'Italia si racconta, tra padre violento e l'atto ribelle di sognare.

ascolta:
0:00
-
0:00
LUCA TOMMASINI E LA VIOLENZA DOMESTICA
LUCA TOMMASINI
2 min. di lettura

Spalla destra di Madonna, coreografo per cinema e televisione, da Carlo Verdone a X-Factor, Amici a Stefano Accorsi.
Luca Tommassini ha fatto della danza un mestiere e punto di riferimento. Una passione coltivata e custodita nel tempo, crescendo presso Pinetta Sacchetti, zona di Roma dove dichiara che era vietato sognare. All’epoca Tommassini era solo un bambino che guardava Flashdance, Saranno Famosi, Footloose, Staying alive, immaginando una realtà molto più grande di quello che lo circondava: “Per me erano ossigeno, vedere persone come me ma con qualcosa di magico e io ho cercato realizzare quella magia”. Come racconta ospite su Rai1 per Oggi è un altro giorno, sognare non era una scelta, ma un dovere per salvarsi. Durante l’intervista, il coreografo parla di Pasqualina, mamma guerriera che è ancora oggi ancora e sostegno, e un padre che “usava molto le mani”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Tommassini (@lucatommassinidreamer)

Una volta mi tirò in faccia un posacenere di cristallo, di quelli anni Settanta, quadrati” racconta a Serena Bortone. Dopo l’evento, Tommassini smise di parlare per settimane. Lo portarono dallo psicologo per superare il mutismo: “Ovviamente di nascosto da mio padre“. Di nascosto c’era anche la scuola di ballo, via di fuga e liberazione, che sua madre ha difeso sin dall’inizio. Iniziarono a volare bottiglie di vetro contro il muro e contro di lei, ma il piccolo Luca, che all’epoca aveva 8 anni, prese le sue difese: “Per la prima volta gli urlai in faccia: Vattene, vattene!’. Finché non se ne andò”.

Tommassini racconta di una violenza quotidiana che andava taciuta e nascosta, anche quando spediva all’ospedale: “Mi hanno costretto a mentire e dire che non era stato lui” racconta a Bortone “Non siamo mai riusciti a fare le denunce perché avevamo, io e mia mamma, contro tutta la famiglia“. Ma l’incubo un giorno è finito, permettendo ad entrambi di risvegliarsi di nuovo e dedicarsi a sogni migliori.

Luca Tommassini
Madonna e Luca Tommassini

Il rapporto con Pasqualina è stato per Tommassini essenziale, il motore che ha acceso e motivato la sua passione, permettendogli di mettere da parte i soldi e andare a studiare negli Stati Uniti. Sua madre è rimasta punto di riferimento durante tutto il viaggio, anche la notte degli Oscar: “Guardavo in platea: sembravano cartonati e invece c’era tutta Hollywood, ogni tanto incrociavo gli occhi di qualcuno ma dovevo rimanere immobile. Non riuscivo a stare fermo e allora pensavo a mia madre che nella vita avrebbe voluto fare la ballerina e non ha potuto farlo” racconta il coreografo “Ogni volta che vado in scena penso di portarmi pure lei e tutti i sacrifici che ha fatto“.

Quando ritorna a quel periodo, parla di un’epoca apparentemente senza speranza. Ma Luca Tommassini si è ribellato a quella realtà, riscrivendola: “Mi sono concesso di sognare”.

Leggi anche: ‘Fr*cio vattene’: il messaggio omofobo che Luca Tommassini ha trovato sul citofono di casa

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

furry gay SiegedSec

Si firmano “furry gay” e vogliono “ragazze gatto”: hacker attaccano il più grande laboratorio nucleare al mondo

News - Redazione Milano 24.11.23
Sepoltura coppie gay Mario Seghezzi Martinengo

Il sindaco leghista che apre alla sepoltura congiunta per coppie omosessuali

News - Redazione Milano 5.1.24
femminiciidio libri

Femminicidi, 5 libri sulle barbarie del patriarcato

Culture - Federico Colombo 23.11.23
CARY GRANT IN NORTH BY NORTHWEST

Ma quindi Cary Grant era gay o no? La figlia smentisce tutto

Cinema - Redazione Milano 12.12.23
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
casa arcobaleno

Dipinge la casa arcobaleno per le sue figlie e per rispondere al vicino omofobo

News - Redazione Milano 27.11.23
Patriarcato - Unsplash+ In collaborazione con Pablo Merchán Montes

#NotAllMen e la resistenza del patriarcato: uno schiaffo schiocca su un altro rintocco

News - Francesca Di Feo 22.11.23
Tango Queer Roma: il ballo fluido e liberato dagli stereotipi - maxresdefault - Gay.it

Tango Queer Roma: il ballo fluido e liberato dagli stereotipi

Culture - Emanuele Cellini 3.11.23