Lupi: “Su stepchild adoption e reversibilità non si tratta”

E nel Pd c'è chi insiste sull'affido. Fattorini: "Apre la strada alla maternità surrogata"

Lupi: "Su stepchild adoption e reversibilità non si tratta" - lupi unioni 1 - Gay.it
3 min. di lettura
Lupi: "Su stepchild adoption e reversibilità non si tratta" - lupi unioni3 - Gay.it

È serratissimo il dibattito politico sulla legge sulle unioni civili in discussione alla Commissione Giustizia del Senato e il fronte del no non intende retrocedere di un passo sul testo strenuamente difeso dalla sua relatrice, Monica Cirinnà
A intervenire oggi sulla questione è l’ex ministro Maurizio Lupi, capogruppo di Area Popolare alla Camera (il gruppo che racchiude Ncd e Udc). Ammette, Lupi che “rispetto al dibattito che si fece sui Di.Co, cioè i diritti dei conviventi, siamo tutti più consapevoli di alcuni mutamenti intervenuti nella società, e pronti a dare risposte”, ma non intende andare oltre la questione dei “diritti individuali” né mettere in discussione le posizioni del suo partito sui punti cardine del DDL Cirinnà: stepchild adoption e reversibilità della pensione. In una intervista rilasciata al Corriere della Sera, spiega che “non si deve né avere fretta, né arrivare a battaglie ideologiche”. E sottolinea: “Mi sembra molto difficile immaginare un voto in tempi così brevi. Anche lavorando fino alla prima settimana di agosto, le priorità sono altre: pubblica amministrazione, pensioni, riforme istituzionali”, “noi vogliamo evitare atteggiamenti talebani, da una parte e dall’altra. Il testo Cirinnà non ci convince, alcune distanze sono enormi, e i nostri paletti sono e restano chiari. Primo: va bene regolamentare i diritti individuali delle persone anche dello stesso sesso, ma no all’equiparazione con il matrimonio tra un uomo e una donna, che comporta diritti e doveri, è previsto dalla Costituzione ed è regolamentato dal codice”.

SOLO DIRITTI INDIVIDUALI

Lupi: "Su stepchild adoption e reversibilità non si tratta" - mauriziolupiF1 - Gay.it

Secondo Lupi nel testo non si parla di “matrimonio” ma “di fatto si equipara. Ad esempio il tema dell’adozione da parte del partner di un genitore biologico dello stesso sesso: non ci stiamo, e questo perché al centro della nostra azione politica e dei nostri valori c’è il bene del minore che ha diritto ad avere una famiglia, non quello dell’adulto di avere un figlio a tutti i costi”. Una posizione che, per altro, è in netto contrasto con le sentenze finora emesse dai tribunali dei minori che hanno riconosciuto la genitorialità di entrambi i partner di coppie dello stesso sesso riferendosi proprio al bene del bambino. Lupi critica anche “l’istituto della reversibilità: è stato pensato come sostegno alla famiglia, dove in genere il soggetto più debole era la donna che si occupava dei figli. Non è possibile estenderlo a una coppia legata da un’unione civile”. Ma sembrano non essere solo questi due i punti da discutere perché l’ex ministro parla di “mediazione anche su “tutto il resto” sui afferma che “possiamo confrontarci”.

QUELLA PARTE DI PD CHE VUOLE L’AFFIDO INVECE DELLE ADOZIONI

Lupi: "Su stepchild adoption e reversibilità non si tratta" - Emma Fattorini - Gay.it

Posizioni simili emergono, non nuove a dire il vero, anche all’interno del PD. A fare eco a Lupi arriva Emma Fattorini, senatrice teodem del Pd che, intervistata dal Messaggero spiega che “anche all’interno del Pd c’è chi preferirebbe che prima dell’adozione del figlio di uno dei partner si ricorresse all’istituto dell’affido, lasciando a lui la scelta una volta compiuti i 18 anni”. E ricalcando quanto più volte sostenuto proprio da NCD e dalle realtà riconducibili al Family Day, Fattorini aggiunge che “temo che l’opzione della stepchild adoption possa spingere le coppie di uomini a ricorrere alla maternità surrogata”. Continua poi, la senatrice, sostenendo che “ci sono ampi studi che sostengono l’importanza della relazione che si crea tra madre e figlio nel rapporto intrauterino. Per non parlare del ruolo della donna che, in casi come questi, viene ridotto a mero contenitore”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Perché amiamo Tom Daley - Tom Daley - Gay.it

Perché amiamo Tom Daley

News - Federico Boni 23.7.24
Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Kamala Harris Brat

Perché Kamala Harris è una brat, cosa significa e quali star l’hanno già acclamata

News - Mandalina Di Biase 23.7.24
Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24

Hai già letto
queste storie?

legge-omobitransfobia-repubblica-ceca

Repubblica Ceca, modificata la legge sulle unioni civili. Riconosciuta l’esistenza delle famiglie arcobaleno

News - Redazione 30.4.24
Luca Vismara e Peter Seggio

L’Estate 2024 di Luca Vismara e Peter Seggio tra baci, dediche social e relax

Culture - Luca Diana 22.7.24
famiglie arcobaleno in camper itinerante a Curno

Il camper itinerante di Famiglie Arcobaleno ha fatto tappa a Curno: il resoconto della giornata

News - Gio Arcuri 20.3.24
Gay.it Progress Pride Flag LGBTI

L’unione civile non sarà annullata con la rettifica anagrafica del genere, sentenza della Corte Costituzionale

News - Francesca Di Feo 24.4.24
Sul Washington Post la vergognosa persecuzione del Governo Meloni alle famiglie arcobaleno - LItalia di Meloni vista dal Washington Post - Gay.it

Sul Washington Post la vergognosa persecuzione del Governo Meloni alle famiglie arcobaleno

News - Federico Boni 9.2.24
Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: "Un sogno diventato realtà" - Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri genitori - Gay.it

Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: “Un sogno diventato realtà”

Culture - Redazione 23.4.24
decreto genitori

Corte d’Appello smentisce il decreto Salvini sulle carte d’identità dei minori: “Applicare la dicitura “genitori””

News - Redazione 15.2.24
famiglie-arcobaleno

Perché la stampa italiana continua ad alimentare la fake news “genitore 1 e 2”, dicitura mai esistita?

News - Federico Boni 16.2.24