Madre cattolica si pente di aver discriminato figlio gay: ora è attivista

Carolyn,bloccata fra il marito omofobo e il figlio gay, ha commesso l’errore di perseguire l’idea del suo sposo, discriminando il figlio. Ma non commetterà mai più questo sbaglio!

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Non esiste il manuale del genitore perfetto, e anche le madri più amorevoli, se hanno mariti ignoranti o se crescono in ambiente chiuso, di errori ne commettono e anche di gravi.

Carolyn, che aveva cacciato di casa il figlio David perchè gay, spinta dal marito, non fa solo retrofront sulla sua decisione ma è entrata nel LEAD, gruppo LGBT della Chiesa Cattolica di Saint Matthew, pentita di aver discriminato il figlio in maniera cosi oltraggiosa. Carolyn era bloccata fra marito e figlio e, confessa, ha commesso l’errore di perseguire l’idea del suo sposo.

carolyn_madre_cattolica_david_figlio_gay
Carolyn Scheide e suo figlio gay David

La testimonianza di Carolyn è la 6a parte del documentario di Eric Kruszewski su LEAD. La donna, che ha completamente cambiato idea sull’omosessualità, dice:

Non accetto che gli omosessuali siano ritenuti cattivi. Voglio le stesse opportunità per i miei figli gay ed etero nella Chiesa Cattolica.

 

Ti suggeriamo anche  Sacerdoti e i siti per incontri: non facciamo di tutta l’erba un fascio
Gossip

Francesca Pascale e Paola Turci, bacio in barca: le foto di OGGI

Il settimanale parla esplicitamente di 'amore' tra l'ex di Silvio Berlusconi e la cantante.

di Federico Boni