Foto

Malta, la meta gay-friendly che si racconta al mondo in chiave pop

Viste mozzafiato, storie millenarie e locali esclusivi: ecco una guida LGBTQ+ con tutti gli indirizzi e le cose da vedere a Malta e che fanno già sentire nell'aria l'arrivo (quasi) dell'estate.

ascolta:
0:00
-
0:00
Malta, la meta gay-friendly che si racconta al mondo in chiave pop - Malta meta queer - Gay.it
Il mare di Malta
6 min. di lettura

Malta, la meta gay-friendly che si racconta al mondo in chiave pop - Malta 5 - Gay.it

Quando si parla di destinazioni amate dalla comunità LGBTQ+  viene subito in mente l’arcipelago maltese. Malta che con la sua cultura, i locali sempre di più alla moda e le sue bellezze naturali è stata proclamata da ILGA Europe come la meta gay-friendly d’Europa per il settimo anno consecutivo.  Non a caso Malta ospiterà l’EuroPride Valletta dal 7 al 17 settembre 2023.

Tappa imperdibile per chi è alla ricerca di un viaggio non convenzionale e che piace (anche) alla Gen Z!

Di posti sull’isola ce ne sono moltissimi e conosciutissimi, ma noi siamo pronti a svelarvi un itinerario inedito e bellissimo, dove potrete conoscere, anche facendo smart working, nuove persone, nuove visioni e scambiare idee con gli insider del posto.

Malta, la meta gay-friendly che si racconta al mondo in chiave pop - Malta 2 - Gay.it

Co-Cattedrale di St.John: qui resterete di stucco

La Co-Cattedrale di St.John a Valletta è senza dubbio un luogo che ogni appassionato di storia e d’arte deve visitare. Situata nel centro storico, è una delle attrazioni più importanti della città, dove è possibile trovare una vasta gamma di lavori ed opere artistiche di grande prestigio.

Una volta varcata la sua soglia, scoprirete le molteplici meraviglie che si celano al suo interno. Ben 400 pietre tombali che ospitano i Cavalieri dell’Ordine di Malta, un’architettura barocca e persino un marmo prestigiosissimo. Imperdibile la Decollazione di San Giovanni, una delle due opere di Caravaggio presenti all’interno e collocata sull’altare della sacrestia.

Si tratta del dipinto più grande dell’artista, ed è anche l’unico che presenta la sua firma Fra Michelangelo, leggibile sotto il collo di Giovanni Battista ai bordi della macchia di sangue.

L’isola di Comino: unica e speciale 

La piccola Comino è di certo la meta più amata e ricercata dai viaggiatori LGBTQ+ in visita a Malta. Situata tra l’isola di Malta e Gozo, Comino è l’isola più piccola dell’arcipelago maltese con soli due residenti.

Con la sua Blue Lagoon rimane una delle destinazioni più esclusive del Mediterraneo, e questo non ci stupisce affatto. Da vedere anche le sue numerosissime grotte (c’è persino una profonda 70 metri e dove al suo interno nasconde una piccola spiaggia. Ottima per chi cerca un po’ d’intimità), gli scorci di pietra dalle numerosissime e svariate forme e le insenature raggiungibili solo via mare con traghetti e barche.

Ci sono diversi modi per vivere intensamente un’esperienza a Comino. Uno di questi è di certo la combinazione tra momenti di divertimento, relax e sport. Per chi è amante delle immersioni, Comino è la destinazione ideale vista la colorata e ricchissima fauna sottomarina che si nasconde sotto l’isola.

 

Malta, la meta gay-friendly che si racconta al mondo in chiave pop - Malta 10 - Gay.it
Il mare di Malta

A Gozo il sole splende 300 giorni l’anno!

Un giorno deve essere dedicato a Gozo. Si tratta dell’isola sorella di Malta con circa 30.000 residenti. A soli 25 minuti di traghetto da Malta, ci sarà ad accogliervi un’isola particolarmente intima e accogliente e che ancora oggi coltiva una tradizione all’ospitalità capace di far sentire ogni viaggiatore LGBTQ+ a casa!

Ma è anche il mistero che fa da protagonista sull’isola, basta visitare i templi di Ġgantija, ritenuti tra i più antichi monumenti al mondo e patrimonio UNESCO. Un nome che deriva dal termine maltese Ġgant che significa gigante. Un nome che semplicemente testimonia la grandezza dei megaliti che li costituiscono.

Un giro a Victoria (Rabat in maltese) non farà altro che confermare la bellezza naturale e storica di questa bellissima isola posta proprio al centro del Mediterraneo. Qui potrete godere di una splendida vista sulla campagna maltese, passeggiare liberamente tra negozi di souvenir e caffetterie e ammirare la barocca Cattedrale dell’Assunzione (ad un piccolissimo costo)!

La permanenza a Gozo è anche un viaggio alla scoperta di luoghi ed itinerari unici che combinano perfettamente tradizione e sapori locali con uno spirito assolutamente cosmopolita. Tra questi Dwejra Bay nella parte nord-occidentale di Gozo, il luogo della Finestra Azzurra, crollata qualche anno fa ma che rimane ancora una forte attrattiva per i viaggiatori LGBTQ+!

Cos’altro visitare a Gozo? Beh se vi trovate nei pressi della Ramla Bay, vi consigliamo di fare un salto alla Grotta di Tal Mixta. Sempre più popolare tra i viaggiatori LGBTQ+ da cui si gode una vista mozzafiato sulla spiaggia di Ramla, famosa per la sua sabbia di colore rosso.

Tuttavia, vi consigliamo anche Xwejni Salt Pans, le saline di Marsalform, e Ta’ Ċenċ Cliffs

Malta, la meta gay-friendly che si racconta al mondo in chiave pop - Malta 3 - Gay.it

Fate un salto attraverso il tempo: Torre Rossa, Mdina e Mnajdra Temples

Non è possibile esaurire l’elenco di cosa vedere a Malta senza includere una foto da instagrammare alla Torre di Sant’Agata, conosciuta anche come Torre Rossa. Gli amanti invece del Trono di Spade non possono non escludere Mdina, la città del Silenzio.

Siamo a 13 chilometri da Valletta. Qui sorge un atmosfera particolare, surreale, magica e che protegge il borgo insieme alle antiche mura esterne. Qui ogni casa come ogni monumento tramandano storia e curiosità, persino Madonna rimase affascinata da questo posto che decise persino di comprare una bellissima villa in stile coloniale agli inizi della sua carriera. Trattativa purtroppo rifiutata dal proprietario da allora.

Più antichi di Stonehenge, i templi di Mnajdra sono una tappa imperdibile, grazie anche ai raggi del sole che solo il 21 giugno di ogni anno passano attraverso una particolare insenatura incastrata tra le pietre dando inizio al solstizio d’estate. Non potete assolutamente perderli.

Malta, la meta gay-friendly che si racconta al mondo in chiave pop - Malta 13 - Gay.it

Iniziarete a scattere foto all’infinito!

E per finire? Gita in una delle piscine naturali più belle dell’arcipelago maltese, St Peter’s Pool. Siamo a Delimara nella parte sud-occidentale dell’isola. Si tratta di una spettacolare piscina naturale scavata nella roccia.

Un vero e proprio angolo di paradiso raggiungibile in barca da Marsaxlokk, caratteristico villaggio di pescatori con le casette colorate e baciate dal sole rovente. Qui potrete ammirare e farvi scattare una foto con il luzzu, la tipica imbarcazione maltese.

6 indirizzi a Malta da non perdere

Pranza al Gracy’s Brasserie e organizza una serata all’hotel Phoenicia per trascorrere una giornata indimenticabile e unica per vivere una vera e propria esperienza maltese.

 

  • Il Gracy’s Brasserie è quel posto dove l’eleganza e la raffinatezza fanno da padrona Siamo in pieno centro e qui la vostra esperienza di shopping del pomeriggio non verrà così tanto compromessa.
  • Mentre al Chameleon potrete invece sedervi davanti allo schermo 3D proiettato sulle mura antiche della città, a guardare sketch di vari film o ammirare da lontano le luci della città moderna di Valletta che si riflettono sul lungomare.

 

  • Non è finita qui: anche Il Neolitik Kitchen & Lounge a Victoria (Gozo) e il Singita Miracle Beach a Għajn Tuffieħa Bay a Malta si aggiungono alla bucket list di indirizzi culinari da segnare in agenda. Senza dubbio entrambi sono tra i posti più belli per trascorrere del tempo libero a due passi da uno dei centri storici più belli e da una delle più belle spiagge di Malta dove poter ammirare i tramonti più belli.

 

  • Vi consigliamo anche Il Pirata nella bellissima Mellieha Bay e l’Enchanté, che si trova a Senglea.

Malta, la meta gay-friendly che si racconta al mondo in chiave pop - Malta - Gay.it

Locali gay a Malta

Il regista scozzese Walter Scott definiva La Valletta una città costruita da gentiluomini per gentiluomini. Cosmopolita e tollerante, oggi è una città gay-friendly dal respiro internazionale, non a caso la città ospiterà la prossima edizione dell’Euro Pride 2023.

Non esiste un quartiere gay, per la città che dal 02 all’11 settembre festeggerà la Pride Week, perché la città è un pò il quartiere gay del Mediterraneo. Proprio come Barcellona, Mykonos e Tel Aviv.

Per chi vuole trascorrere un weekend o una toccata e fuga nella capitale maltese, non può non rinunciare a un aperitivo e fare qualche nuova conoscenza. Ecco i gay bars e clubs da non perdere:

 

Qui ogni mese la notte maltese si anima con uno dei party evento più attesi della settimana dalla comunità LGBTQ+ locale e non solo. Se ami la musica pop e vuoi trascorrere una serata divertendosi senza limiti, sei nel posto giusto.

 

Il luogo perfetto e il più conosciuto in città. L’ideale per trascorrere qualche ora di divertimento e di relax nelle dark. Riservato soprattutto ad un pubblico maschile. Aperto dal mercoledì al sabato.

 

La settimana alla Valletta è riservata a questo gay-friendly bar che si trova in pieno centro. Siamo in Triq San Gwann, Il-Belt, ovvero Valletta in maltese. Musica, belle conoscenze e drink fino alle ultime ore della sera. Ancora poco conosciuto e frequentato dalla comunità LGBTQ+ locale ma già punto di riferimento per molti viaggiatori in trasferta.

Malta è anche una destinazione gay-friendly rinomata per i suoi numerossisimi eventi e serate speciali riservate alla comunità LGBTQ+ organizzate da ARC e altre organizzazioni locali.  Serate di cabaret e spettacoli con artisti stranieri e locali, passeggiate in campagna e gite in bicicletta, “incontri infrasettimanali” e “domeniche al tramonto” al Maori, rilassante bar a La Valletta direttamente sul mare, dove incontrare vecchie amicizie e farne di nuove. Per maggiori dettagli visitate il sito GayMalta.com.

di Giuseppe Giulio

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Europee 2024, intervista a Matteo Di Maio di 'Stati Uniti d'Europa': "Ong e associazioni LGBTI+ devono essere coinvolte nelle decisioni dell'UE"" - Matteo Di Maio Europa - Gay.it

Europee 2024, intervista a Matteo Di Maio di ‘Stati Uniti d’Europa’: “Ong e associazioni LGBTI+ devono essere coinvolte nelle decisioni dell’UE””

News - Federico Boni 21.5.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24

Leggere fa bene

san-valentino-san-marino (4)

San Marino: un San Valentino di fascino e intimità, tra storia medievale e natura incontaminata

Viaggi - Francesca Di Feo 22.1.24
Gran Canaria tra spiagge dorate, acque cristalline e accoglienza LGBTQIA+ - guida lgbtqia friendly a gran canaria 8 - Gay.it

Gran Canaria tra spiagge dorate, acque cristalline e accoglienza LGBTQIA+

Viaggi - Francesca Di Feo 16.4.24
Gay Games 2026 a Valencia: una prospettiva unica sul fiore all'occhiello della costa orientale spagnola - valencia gay games 2026 - Gay.it

Gay Games 2026 a Valencia: una prospettiva unica sul fiore all’occhiello della costa orientale spagnola

Viaggi - Francesca Di Feo 21.12.23
Outing Festival (Media Ireland)

In Irlanda San Valentino è queer: benvenutə all’Outing Festival!

Viaggi - Redazione Milano 29.1.24