Le fragranze gender free che hanno demolito il vecchio concetto di profumo unisex

Addio alle fragranze "pour femme" o '"pour homme": il nuovo orizzonte olfattivo è condiviso. Come già nella moda, anche i profumi abbattono le distinzioni di genere.

prpfumi gender free
prpfumi gender free fluidi pour homme pour femme
6 min. di lettura

Nel nostro subconscio, il profumo è legato a frammenti di momenti vissuti: li colora di emozioni, di gioia totale, di amore intenso o tristezza. Un profumo può regalare di nuovo un momento, far rivivere nell’oggi un’esperienza del passato. Oltre a essere strettamente legato all’emotività, l’olfatto ha infatti la capacità di suscitare impressioni durature: solitamente gli odori si ricordano molto più allungo delle immagini. Talvolta, il modo in cui un odore si lega a un episodio del passato può far affiorare ricordi flash improvvisi, particolarmente vividi e intensi di un’esperienza emotiva. L’esempio letterario più classico di una simile esperienza rievocativa e quello di Proust delle sue Madeleine.

Storia del profumo dal secondo dopoguerra a oggi

Fino alla fine degli anni 60 l’industria profumiera non aveva avvertito nel pubblico particolari esigenze in merito a una classificazione dei profumi. In quegli anni chi usava un profumo gli restava fedele per molto tempo e, se sei interessata alle novità, peraltro rare, lo faceva curiosando tra i profumi di quelle case che rispondevano alle sue preferenze personali. Negli anni ‘70 l’ascesa del marketing trasformò il mercato: al centro non c’era più il jus ma il messaggio. Nel 1976 con First di Van Cleef & Arpels nacque il primo profumo prodotto da una casa di gioielli che, grazie al grande maestro Jean-Claude Ellena, trasformò in note olfattive l’opulenza dell’oro e dei diamanti.

Caratterizzati proprio da opulenza e eccessi furono poi gli anni ‘80, in cui si ricercarono sensazioni forti anche nei profumi. Furono gli anni del boom del made in Italy e delle sue firme: Versace, Armani, Ferré, Fendi, Benetton, Laura Biagiotti e Valentino. Come reazione agli eccessi degli anni ‘80, negli anni ‘90 trionfarono le acque leggere. Le giovani generazioni cercavano qualcosa in cui riconoscersi per senso d’appartenenza collettiva, tanto nella musica, quanto nella moda. La bandiera profumata di quegli anni era CK One di Calvin Klein, creata nel 1994 da Alberto Morillas e Harry Fremont: il primo profumo pensato per essere “condiviso”, come recitava il suo slogan. Attorno a quello spirito di “condivisione” si costruiscono le fondamenta di quell’estetica senza connotazioni di genere preordinate che arriva fino ai giorni nostri.

Nascono le cosiddette fragranze unisex, concepite cioè per essere indossate da un pubblico sia maschile che femminile. Ibridi, sapientemente costruiti per rimanere in equilibrio tra le note muschiate e fresche amate dai ragazzi e quelle floreali e agrumate preferite dalle ragazze. Il concetto di profumo “unisex” si è però rivelato con il passare del tempo più divisivo che inclusivo, anticamera di un limbo non ben definito in cui nessuno esprime davvero la propria identità fino in fondo. Intelligentemente spinto da alcune strategie di marketing e dall’operato di determinati designer oggettivamente un passo avanti agli altri, vedi Alessandro Michele, il mercato ha così definitivamente messo in soffitta i profumi unisex per far posto alle ben più intriganti fragranze genderless, o gender free. Profumi non più ingabbiati dalla dicotomia “per lui” e “per lei” ma liberi di dar voce a qualsiasi orientamento sessuale e identità personale. Alcuni in particolare hanno fatto la storia recente della profumeria “no gender”. Noi ve ne raccontiamo cinque tra i più sofisticati.

Cinque fragranze gender free che hanno surclassato i cosiddetti profumi unisex

Calvin Klein CK Everyone

profumi unisex Calvin Klein CK Everyone profumo

Pensata come un tributo all’individualità e alla libertà di esprimersi, la campagna di questo profumo è stata scattata da Glen Luchford e vede la partecipazione di un gruppo di artisti eclettici, tra cui la musicista e attrice Eliot Sumner, lo skater e fotografo Evan Mock, il musicista e make-up artist MLMA, il rapper e ballerino Priddy the Opp e i modelli Cara Taylor e Parker Van Noord. Visioni energiche ed enigmatiche esplorano i molti aspetti del sé, abbracciando con audacia e mostrando con orgoglio al mondo un’individualità collettiva. Una celebrazione potente di chi non si sente vincolato da confini, norme di genere e definizioni. Alberto Morillas, il maestro profumiere ideatore della fragranza originale CK One, ha creato un profumo pulito e no gender che trasuda freschezza, usando ingredienti di origine naturale e ignorando i tradizionali confini di genere, idea che si riflette anche nello stile non conforme sia del profumo che della campagna. Una fragranza di agrumi esaltata da un vivace estratto biologico di arancia è abbinata a un accordo di tè blu e una vibrante base in legno di cedro, per creare la perfetta combinazione di freschezza, dolce sensualità e piglio provocatorio.

Gucci Mémoire d’une Odeur

profumi unisex gucci mémoire d'une odeur

Un elisir che trascende i generi e dà origine a una nuova famiglia olfattiva: minerale-aromatica. L’accordo olfattivo si basa sulla combinazione di ingredienti inaspettati, tra i quali si distingue la peculiare nota di camomilla romana, fiore che Alessandro Michele ha concepito all’origine della fragranza e che il maître parfumeur Alberto Morillas ha poi sapientemente miscelato. Intensa e persistente, la camomilla è combinata con la morbidezza dei petali di gelsomino corallo indiano, la profondità di muschi preziosi e con legni nobili quali il sandalo, il cedro tenue e arioso, e con una nota dolce di vaniglia. «L’elemento guida di tutta la campagna è l’idea di libertà, l’idea del non-tempo, non-luogo, del non-contesto sociale. Ho immaginato un mondo come un affresco, che narra di una vita “mitologica” in cui la famiglia è una comunità privata, con la sua propria cornice sociale nella quale prevale la totale libertà di espressione, e i ruoli delle persone e delle cose non sono definiti. Ho immaginato il ricordo di un ricordo autentico» racconta Alessandro Michele.

Byredo Mixed Emotions

profumi unisex byredo mixed emotions

Un profumo progettato per riflettere la natura tumultuosa dei nostri tempi: un distillato di alti e bassi, che rispecchia realtà instabili e un mondo in continuo mutamento. Un’esplorazione di dicotomie e disarmonie, Mixed Emotions allinea il familiare e l’inaspettato per creare una fragranza coesa nei suoi contrasti. Le note confortanti di maté e la dolcezza tagliente del ribes nero si trovano in una cornice di legni. Il profumo rassicurante del tè nero è ravvivato delle foglie di violetta. Per celebrare il debutto di Mixed Emotions, Ben Gorham (founder del marchio Byredo) ha collaborato con la regista Fenn O’Meally e le ha commissionato un cortometraggio da cui è stato estratto il film per la campagna di lancio del profumo. In “Tall Are The Roots”, O’Meally documenta le conversazioni di tre protagonisti, esplorando come le loro rispettive realtà riflettano una comunanza di esperienze: i loro momenti individuali di autoriflessione e i loro conflitti interni parlano in realtà di una verità umana più ampia.

Aēsop Rōzu Eau de Parfum

profumi unisex aesop Rozu

Ispirata alla vita, al lavoro e all’entusiasmo dell’illustre designer modernista francese Charlotte Perriand e alla rosa giapponese creata in suo onore, è una fragranza intensa ma soave, ricca di sfumature e di notevole durata. Rōzu Eau de Parfum si apre con ricche note floreali di rosa, unite a petitgrain, bergamotto, al vivace Shiso, riferimento all’eterna passione di Perriand per il Giappone, e pepe rosa, il quale conferisce una fresca nota speziata. La nota di cuore riporta ed esalta i fiori: l’ylang ylang si intreccia con note legnose, speziate e secche, mentre il gelsomino potenzia la rosa, supportato da leggeri sentori fumé di legno di Guaiaco. Una traccia di legno di sandalo appare nelle cipriate note di fondo, unendo al cuore verde e legnoso dell’estratto di vetiver tiepide e dolci note erbose di patchouli e mirra ambrata e balsamica. Il complesso è sostenuto delicatamente dal muschio.

Diptyque Philosykos

profumi unisex diptyque philosykos

Lanciata sul mercato nel 1996 e orchestrata dal naso Olivia Giacobetti, Philosykos è tra le fragranze che meglio spiegano con il solo ausilio delle note olfattive il superamento dei confini di genere nella profumeria contemporanea. Ricordo di un’estate greca sul Monte Pelio dove, per raggiungere il mare, era necessario attraversare un frutteto di fichi selvatici bagnati dal sole, Philosykos è un’ode al fico nella sua interezza: la freschezza verde delle foglie, il sapore latteo della polpa, la densità del legno bianco.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Leggere fa bene

Gabriele Esposito, Giuseppe Giofrè e Simone Susinna - Foto: Instagram

18 bollenti mutande indossate per Calvin Klein

Lifestyle - Luca Diana 5.1.24
Mahmood inSAFE FROM HARM A FILM BY WILLY CHAVARRIA

Mahmood, il video integrale di Willy Chavarria designer di collezioni non binarie

Lifestyle - Mandalina Di Biase 13.2.24
"Ora non ho più paura", Elodie presenta il suo nuovo progetto "Red Light" - Screenshot 2023 10 05 14 54 29 38 1c337646f29875672b5a61192b9010f9 - Gay.it

“Ora non ho più paura”, Elodie presenta il suo nuovo progetto “Red Light”

Musica - Redazione Milano 5.10.23
@bellaramsey

Bella Ramsey presta il volto alla linea di moda per persone non binarie

Culture - Redazione Milano 8.11.23
giacomo cavalli gay.it

Giacomo Cavalli, dal surf alle luci della moda: ecco tutto quello che sappiamo su di lui

Lifestyle - Luca Diana 20.9.23
hermes-nicolas-peuch-adotta-tuttofare

Nicolas Peuch, erede di Hermès, adotta il suo tuttofare per lasciargli un patrimonio di 10 miliardi di euro

News - Francesca Di Feo 5.12.23
aberrcrombie Mike Jeffries bbc

Giovani ragazzi ignari da sfruttare sessualmente: Mike Jeffries ex CEO di Abercrombie&Fitch accusato

News - Francesca Di Feo 16.10.23
Mahmood nuova canzone velo rosa mariposa

Mahmood, la nuova canzone è un velo rosa, il video della performance live

Musica - Mandalina Di Biase 23.9.23