Video

Ornella Vanoni a Cartabianca: ‘Gay si nasce, non è una malattia’

Nel suo intervento, Ornella Vanoni ha parlato di omosessualità, aborto, razzismo e divorzio.

2 min. di lettura

A Ornella Vanoni, il Congresso delle Famiglie non piace. Lo ha detto chiaro e tondo, martedì sera, durante il programma di Bianca Berlinguer, Cartabianca. Attaccando tutti i temi che verranno trattati durante l’evento che partirà domani, non ha risparmiato critiche a omofobi, razzisti e conservatori. Particolare attenzione soprattutto al tema dell’omosessualità, argomento a cui ha dimostrato tutto il suo sostegno:

Al Congresso delle Famiglie di Verona diranno che i gay sono malati e andrebbero curati? Ma stiamo cavalcando al contrario? Stiamo facendo dei passi indietro.

Rifiutata la teoria che i gay siano persone malate, passa poi al lavoro del Radicali, partito grazie al quale si è ottenuta la legge sull’aborto (la 194) e quella sul divorzio.

Se c’è un partito che ha lasciato qualcosa in questo paese sono i Radicali con la legge 194 ed il divorzio. La legge 194 è quella che ha reso legale l’aborto ed è un diritto nostro abortire, anche se è orribile perché ogni donna soffre. I radicali hanno ottenuto queste due cose, non si può tornare indietro.

E torna poi all’omosessualità, per concludere il suo discorso:

Gli omosessuali non sono malati nascono già così, il mio assistente gay mi disse che già a quattro anni sapeva di essere gay, sono tanti! Se sono gay sono gay, dobbiamo ammazzarli?

Non si può tornare indietro. Questa è la speranza di Ornella Vanoni, impegnata per alcuni anni anche politicamente.

Ornella Vanoni spende due parole anche sul razzismo

Come ultimo punto del suo intervento, Ornella Vanoni parla poi anche del razzismo, criticando velatamente l’attuale Governo in carica:

A Milano ho partecipato ad una manifestazione contro il razzismo, sono scesa perché era una manifestazione apolitica perché il razzismo è una cosa orrenda. Se i neri sono qua e sono in America è perché li hanno portati i bianchi per sfruttarli con le navi negriere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

cover-meloni-africa

Vertice Italia-Africa e Piano Mattei: il Governo Meloni stringe accordi con 23 paesi che criminalizzano l’omosessualità

News - Francesca Di Feo 29.1.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Celebrità, alleati e icone LGBTQIA+ che ci hanno lasciato nel 2023 - Lutti 2023 - Gay.it

Celebrità, alleati e icone LGBTQIA+ che ci hanno lasciato nel 2023

News - Federico Boni 28.12.23
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Russia LGBT - terapia riparativa

Russia: “curare le persone LGBTI”, smascherati 12 enti che operano indisturbati tra abusi fisici, sessuali e psicologici

Corpi - Francesca Di Feo 5.3.24
Veganuary - Di Pazza e la cucina vegetale

Di Pazza: cos’è il Veganuary e l’insostenibile leggerezza del vegetale

Culture - Emanuele Cellini 11.1.24
Repubblica Dominicana LGBT depenalizzazione

La Dominica depenalizza l’omosessualità: “È solo l’inizio di una guerra”

News - Redazione Milano 23.4.24