Il ragazzo ‘non si guarda intorno in modo effeminato’: il giudice non crede sia gay e non concede l’asilo

Se anche un giudice ragiona per stereotipi, come può prendere una giusta decisione?

giudice
2 min. di lettura

Ragionare per stereotipi non è mai un bene. Sopratutto se si parla di omosessualità, perché in quel caso una persona può rischiare anche la vita. E’ quanto potrebbe succedere a un ragazzo nel Regno Unito, il quale per il giudice “non aveva un comportamento gay e non si guardava attorno in modo effemminato“. Per questo motivo il giudice dell’immigrazione ha detto no, questo ragazzo finge di essere gay. Di conseguenza, niente asilo politico. E il ragazzo ora rischia di tornare al suo Paese. Se la sua omosessualità venisse scoperta, potrebbe rischiare di essere arrestato, o addirittura ucciso.

A denunciare il fatto è la legale del ragazzo, Rehana Popal, che si dice sbalordita e disgustata dalla decisione del giudice. E non solo per il suo ragionamento condizionato solamente dagli stereotipi, ma anche per come ha tentato di giustificare la sua decisione:

sulla scena gay i giovani sono molto apprezzati.

Invece, questo non ha avuto partner diversi, non è effemminato, non si gira ad ammirare gli uomini che passano. Quindi è etero, ma mente per ottenere l’asilo politico e rimanere in Regno Unito. Sconcertata anche Leila Zadeh, ovvero la direttrice del gruppo di immigrazione gay e lesbiche del Regno Unito (UKLGIG), la quale ha affermato:

Purtroppo questa non è l’unica volta in cui abbiamo visto un giudice prendere una decisione basata su stereotipi. Ci sono altre determinazioni che contengono commenti su come le donne lesbiche hanno scelto di acconciarsi i capelli o giudici che non credono all’orientamento sessuale dei richiedenti asilo perché non hanno avuto più partner sessuali.

Spesso il giudice non riconosce l’asilo politico a persone LGBT

Leila Zadeh spiega anche che proprio per gli stereotipi molti rifugiati LGBT preferiscono nascondere la loro omosessualità per non essere discriminati, rischiando però così di non ottenere lo status di rifugiato. 

I dati raccolti nel 2017 indicano poi che solamente il 33% dei richiedenti asilo LGBT riescono a ottenere il permesso di soggiorno. La percentuale, senza considerare l’orientamento sessuale della persona, nello stesso anno era il 40%. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
michelangelosalvaranigmailcom 19.8.19 - 23:08

Sì, effettivamente la richiesta di asilo politico per una motivazione non oggettivamente comprovabile come questa, non ha fondamenta giuridiche in quanto sempre opinabile. Non sta né in cielo né in terra, soprattutto adesso, l'era della teoria del gender, dove tutto è relativo. Da abrogare immediatamente, altrimenti si finisce come nei regimi totalitaristi dove per il presunto orientamento sessuale (cos'è poi non si sa bene) si mettono a morte delle persone. Che mondo di matti

Trending

Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24

Leggere fa bene

polonia lgbtiq

Elezioni Polonia, addio destra omobitransfobica, vince l’alleanza pro Unione Europea

News - Giuliano Federico 16.10.23
Chiara Ferragni e i ciondoli di beneficenza LGBTIAQ+, cosa ci ha detto CIG Arcigay Milano - Love Fiercely il progetto di Chiara Ferragni per celebrare lamore egualitario - Gay.it

Chiara Ferragni e i ciondoli di beneficenza LGBTIAQ+, cosa ci ha detto CIG Arcigay Milano

News - Lorenzo Ottanelli 5.2.24
pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24
uganda lgbt

L’Uganda e la legge anti-LGBTI, a nulla servono pressioni di USA e Banca Mondiale

News - Giuliano Federico 15.11.23
Aurora morta a 45 giorni, accusati padre e madre. Tiziano Ferro: "Per chi dice che i genitori gay sono pericolosi" - Aurora morta a 45 giorni accusati padre e madre. Tiziano Ferro - Gay.it

Aurora morta a 45 giorni, accusati padre e madre. Tiziano Ferro: “Per chi dice che i genitori gay sono pericolosi”

News - Redazione 20.11.23
brunei-pena-di-morte-omosessualita

Il Brunei minaccia di lapidare gli omosessuali dal 2019, mentre il mondo celebra il matrimonio tra i suoi Reali

News - Francesca Di Feo 30.1.24
giorgia-meloni-contestata-aosta

Arcigay Aosta contesta Giorgia Meloni in visita nel capoluogo valdostano: “Contro l’invisibilizzazione della nostra comunità”

News - Francesca Di Feo 1.2.24
"Insegnate come amare, non come odiare." Una delle persone manifestanti a Saskatoon contro il Bill 137.

Canada, il Bill 137 attacca persone trans e non binarie: perché dobbiamo preoccuparci

News - Alessio Ponzio 23.10.23