Video

Sanremo 2024, Giorgia incanta e vince il Festival anche da co-conduttrice (VIDEO)

Spigliata, ironica e impeccabile co-conduttrice, Giorgia ha poi ribadito tutta la propria unicità cantando. E come lei nessuno mai.

ascolta:
0:00
-
0:00
3 min. di lettura

Archiviato il deludente sesto posto dello scorso anno, Giorgia è tornata al Festival di Sanremo in tutt’altra veste. Quella di co-conduttrice, proprio lei che ha sempre allontanato le sirene televisive dicendo no a chissà quante offerte, proposte, seppur straordinariamente ironica, spigliata, pienamente “romana” e impeccabile ad ogni presentazione. Amadeus ha compiuto un’autentica impresa, riuscendo a convincere colei che sembrava ferma su una posizione distante dal piccolo schermo, affidandole il palco dell’Ariston 24 ore dopo lo show firmato Marco Mengoni, altro collega un tempo trionfatore e qui riproposto in altre vesti. E Giorgia non ha tradito le attese.

Sanremo 2024, Giorgia incanta e vince il Festival anche da co-conduttrice (VIDEO) - Giorgia a Sanremo 2024 2 - Gay.it

Sanremo 2024, Giorgia incanta e vince il Festival anche da co-conduttrice (VIDEO) - Giorgia a Sanremo 2024 foto - Gay.it

Perché quella genuinità che da sempre la contraddistingue ha preso forza e plasticità anche al cospetto dell’evento catodico più importante del Bel Paese, per poi planare su corde a lei più congeniali. Quelle di cantante, con la più clamorosa ugola della nostra musica al pari di Mina ed Elisa.

Todrani ha giustamente celebrato i 30 anni di E Poi, che nel lontano 1994 arrivò incredibilmente solo settima tra le nuove proposte. Pippo Baudo, allora conduttore nonché direttore artistico di Sanremo, chiese ad una giovanissima Giorgia e al suo staff di cambiare l’inciso. Al Pippo nazionale non convinceva. In poche ore E Poi venne trasformata e finì in gara, senza però fare breccia tra i votanti, perché davanti a Giorgia finirono Andrea Bocelli con Il mare calmo della sera, Antonella Arancio, Danilo Amerio, Irene Grandi con Fuori, Valeria Visconti e Lighea. Ma E Poi, pur essendo arrivata solo sesta, iniziò a farsi strada tra le radio, a vendere copie fisiche su copie fisiche, spianando la strada a quella Giorgia che 12 mesi dopo trionfò tra i big con Come Saprei.

30 anni dopo, visibilmente emozionata e riconoscente per quanto avvenuto in quel lontano 1994, Giorgia è tornata a cantare E Poi all’Ariston, incantando la platea, i telespettatori, chiunque. Perché quel brano 30 anni fa arrivato solo settimo tra i giovani è nel frattempo diventato un must, un classico, uno dei pezzi più amati della sua discografia e della recente musica italiana,  incapace di decollare all’estero per volontà della stessa Giorgia. In conferenza stampa, questa mattina, Todrani ha ricordato come proprio in quel 1994 le proposero un progetto ad hoc per il mercato inglese e latino. Ma lei, giovanissima ed evidentemente insicura, disse di no.

Non sapevo cosa avessi nel cervello in quel momento, c’entrava un ragazzo, dicevo che stavo cercando il mio suono, quando era il momento di farlo non l’ho fatto ma va bene così”.

La dolcezza di Giorgia nel non avere rimpianti, la consapevolezza assoluta di aver comunque vissuto una carriera straordiaria nel nostro Paese, facendosi amare ovunque.

E la dimostrazione è arrivata puntuale sempre questa sera, quando Giorgia è tornata sul palco per regalare un fantasmagorico medley all’Italia intera. Oronero, Gocce di Memoria, Quando una stella muore, Di Sole e d’Azzurro e Come Saprei. 8 minuti di clamorosa, memorabile e impeccabile vocalità, perché quando canta Todrani scivolano lacrime, si rizzano peli, esplodono emozioni, con l’Ariston in piedi ad acclamarla. Una voce che quest’anno, tra i 30 BIG in gara, manca tremendamente, ma a voler quasi ricordare quanto quel palco abbia scritto e stia continuando a scrivere indelebili pagine di musica nazionale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24

Leggere fa bene

Maninni, Sanremo 2024

Maninni, chi è il big pronto a stupirci al prossimo Festival di Sanremo?

Culture - Luca Diana 16.1.24
Marco Mengoni baci Gay.it

Marco Mengoni: “Tutti i baci hanno gli stessi diritti” e “sì, io sono antifascista”

Musica - Redazione Milano 7.2.24
Sisters, arriva il libro autobiografico di Paola e Chiara Iezzi - Sisters arriva il libro biografico di Paola e Chiara Iezzi - Gay.it

Sisters, arriva il libro autobiografico di Paola e Chiara Iezzi

Culture - Redazione 7.2.24
Sanremo 2024, due donne si amano in uno spot e Pillon attacca: “Propaganda, ormai è un Festival LGBT”. VIDEO - Sanremo 2024 spot Pupa 2 - Gay.it

Sanremo 2024, due donne si amano in uno spot e Pillon attacca: “Propaganda, ormai è un Festival LGBT”. VIDEO

Culture - Redazione 2.2.24
Sanremo 2024, - 7 giorni. Secondo gli scommettitori sarà sfida a 3 tra Annalisa, Mango e Amoroso - Sanremo 2024 favorite - Gay.it

Sanremo 2024, – 7 giorni. Secondo gli scommettitori sarà sfida a 3 tra Annalisa, Mango e Amoroso

Culture - Redazione 30.1.24
Sanremo 2024 pagelle Gay.it

Sanremo 2024, le pagelle di Gay.it (o per meglio dire le prime sensazioni)

Musica - Giuliano Federico 15.1.24
marco mengoni sanremo lgbtq

Mengoni zitto zitto nascose la bandiera LGBTQIA+ in quella italiana, a Sanremo 2024 cosa farà?

Musica - Redazione Milano 27.11.23
BigMama e il potentissimo monologo a Le Iene: "Siate scomode, date fastidio, ribellatevi, denunciate" - VIDEO - BigMama a Le Iene - Gay.it

BigMama e il potentissimo monologo a Le Iene: “Siate scomode, date fastidio, ribellatevi, denunciate” – VIDEO

Culture - Redazione 14.2.24