Silvana De Mari a processo, Torino Pride accolto come parte civile

Partirà il 30 ottobre il primo processo contro Silvana De Mari, scrittrice orgogliosamente omofoba.

Silvana De Mari a processo, Torino Pride accolto come parte civile - silvana de mari 2 - Gay.it
< 1 min. di lettura

Durante la terza udienza preliminare, il Coordinamento Torino Pride e Rete Lenford sono stati ammessi come parte civile nel processo contro Silvana De Mari, che si aprirà il 30 ottobre presso il tribunale penale di Torino.

I consulenti presentati dalla difesa, inoltre, sono stati respinti in toto perché non rilevanti per il procedimento. Notizia tutt’altro che irrilevante, quest’ultima, perché evitarà che l’aula di tribunale si possa tramutare in un circo mediatico nel quale rovesciare assurde teorie anti scientifiche utili solo a dileggiare e offendere ulteriormente un’intera comunità. Il Torino Pride si è rivolto alla giustizia con un esposto con la convinzione che spetti proprio alla giustizia decidere se e quanto le dichiarazioni di Silvana De Mari siano effettivamente diffamatorie e offensive.

Continuiamo a pensare che la giustizia debba fare il suo corso e massima è la nostra fiducia nei suoi confronti” ha affermato il coordinatore del Torino Pride, Alessandro Battaglia.

La De Mari sarà a processo per aver più volte infangato la comunità LGBT, vomitando assurdità tra tv e stampa. “L’omosessualità è un disturbo che si può curare”, “I gay sono la nuova razza ariana”, “l’omofobia è un diritto che rivendico”. Folli frasi che la scrittrice ha provato a giustificare presentando altri medici a supporto della sua tesi. Ma il giudice Eugenia Cafiero non ha ammesso i consulenti, accettando invece sia il Coordinamento Torino Pride che Rete Lenford in qualità di parte civile. La De Mari andrà a processo anche per le diffamanti affermazioni nei confronti del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Rocco Smith 24.9.18 - 6:21

Una nazista. Rivendicare il diritto di essere omofobi è veramente un delirio. Come rivendicare il diritto di essere razzisti.

Avatar
Luigi C 22.9.18 - 16:23

Mi sa che dovrà impegnarsi anche il Rolex ed il brillantuzzo che sfoggia nella foto. Tutti abbiamo fiducia nei Magistrati , ma la Giustizia dovrebbe avere tempi più brevi : una giustizia lenta è una giustizia negata !

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Emma Marrone e Nicolò De Devitiis, Le Iene

Emma Marrone a Le Iene: “Mi piacerebbe diventare madre. Ho 39 anni e tutti gli strumenti per esserlo”

Culture - Luca Diana 16.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24

I nostri contenuti
sono diversi