SMART: CE N’È PER TUTTI I GUSTI

Dal 1998, anno di lancio del primo modello coupè, ne abbiamo viste di tutti i colori: cabrio, roadster e ora anche la forfour. Una citycar da passione che conta migliaia di seguaci.

SMART: CE N'È PER TUTTI I GUSTI - smart - Gay.it
3 min. di lettura

Sarà perché la parcheggi ovunque, sarà per i consumi ridotti, sarà per la comodità dell’abitacolo, per la stravaganza della linea o forse più banalmente per il buon rapporto qualità-prezzo fatto sta che la Smart continua a tenere banco nel segmento delle microcar. La scommessa che fece la Swatch in quel lontano 1998, anno di lancio del primo modello coupè, sembrava troppo azzardata ma le caratteristiche della vettura l’hanno resa un prodotto di successo.

SMART: CE N'È PER TUTTI I GUSTI - smart parcheggio - Gay.it

Se non viaggiate mai fuori dalla città, siete spesso soli o accompagnati dal partner e vi piace cambiare il colore della macchina come i vestiti, è sicuramente l’auto che fa per voi. Niente spazi effimeri, la Smart cerca la realizzazione estremizzata delle forme e dei contenuti pur di ridurne al massimo gli ingombri, nonostante sia ricca di spazi vitali al suo interno. E’ frequente vederla parcheggiata in senso verticale sebbene sia assolutamente vietato dal nostro codice della strada, tanto è vero che sul libretto delle Smart c’è una bella X a proposito di tali parcheggi.
Una volta che vi sarete messi al volante vi sembrerà di guidare un motorino. Basta girare il volante, accelerare e ogni tanto frenare. Niente frizione e marce da scalare visto il cambio sequenziale a cui vi abituerete presto. Del resto non è un caso se le vendite di questa citycar vadano a gonfie vele soprattutto nelle grandi città, dove le sue caratteristiche la rendono più appetibile a chi è costretto a guidare ogni giorno nel caos metropolitano.

SMART: CE N'È PER TUTTI I GUSTI - smart modelli - Gay.it

Il successo della Smart ha spinto Mercedes, che ha acquistato il brand, ad affiancare al modello di lancio, la fortwo coupè, anche la versione cabrio, la roadster classica e coupè e infine la nuova nata forfour anche versione cabrio. I nomi dei vari modelli fanno riferimento a…
continua in seconda pagina^d
I nomi dei vari modelli fanno riferimento alle postazioni interne e rendono più intuitiva l’identificazione dei prodotti da parte degli automobilisti. Le versioni fortwo e roadster hanno due sedili mentre la forfour ne ha quattro. Ma non temete, l’interno è spazioso e i particolari sono molto curati, ad iniziare dal tetto in vetro scuro tipo Porsche.
Gli optional di serie sono numerosi. Il modello fortwo classic, pur essendo quello base, offre una serie di caratteristiche che lo rendono versatile e personalizzabile al massimo: portellone posteriore sdoppiato che lo fa aprire a metà, il display che mostra la marcia inserita e quella consigliata, telecomando per apertura e chiusura centralizzata, Abs, doppio airbag, sistema Trust anti-alce più una serie di accessori dedicati (radio, cd, porta-cd,eccetera) Ma ci sono tre cose alle quali non si può rinunciare: in primo luogo, l’aria condizionata (dentro è un forno a microonde, chissà l’estate con quel tetto trasparente!), poi i cerchi in lega (modificano completamente l’aspetto esteriore rendendolo più lezioso) e infine la strumentazione supplementare (il contagiri e l’orologio sembrano due occhi grandi che ti guardano). In più il piccolo motore turbo tre cilindri schizza che è un piacere, ma si fa sentire un po’ troppo nell’abitacolo (è praticamente sotto il c***, pardon sedere).

SMART: CE N'È PER TUTTI I GUSTI - smart stravagante - Gay.it

I colori vanno dal bianco al blu, dal giallo al rosso e c’è persino la versione multicolor. A proposito, non parlate mai di carrozzeria ma di Bodipanels cioè pannelli intercambiabili che rendono la vettura simile ad un cellulare al quale si cambia la cover, così come gli elementi interni, ugualmente intercambiabili.
La passione per la Smart può essere veramente grande: a volte chi guida la piccola City Car si sente più orgoglioso di chi guida una Ferrari. Su internet sono nati dei veri e propri fan club di maniaci della personalizzazione estrema. Fra di loro si chiamano smartisti e le gallery di makeovers sono esilaranti da vedere. Alcuni modelli lasciano senza fiato, a dimostrazione del fatto che questa vettura rispecchia la personalità del suo conducente. Vengono persino organizzati dei raduni, proprio come avviene per le moto o le macchine d’epoca.
Sappiate che anche Jacques Clouseau si è comprato una Smart. Il mitico ispettore che insegue la Pantera Rosa da decenni sarà infatti al volante di una Smart rossa nel remake della serie di film con Peter Sellers in uscita a fine anno con protagonisti del calibro di Steve Martin, Jean Reno e Kevin Kline.
Clicca qui per discutere di questo argomento nel forum Gay Style.

di Daniele Nardini

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO) - Nymphia Wind - Gay.it

Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO)

News - Redazione 17.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
Sarah Toscano, Amici 23

Sarah Toscano vince Amici 23: è lei la popstar del futuro

Culture - Luca Diana 19.5.24

Leggere fa bene

hermes-nicolas-peuch-adotta-tuttofare

Nicolas Peuch, erede di Hermès, adotta il suo tuttofare per lasciargli un patrimonio di 10 miliardi di euro

News - Francesca Di Feo 5.12.23
Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: "Un sogno diventato realtà" - Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri genitori - Gay.it

Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: “Un sogno diventato realtà”

Culture - Redazione 23.4.24
Mahmood inSAFE FROM HARM A FILM BY WILLY CHAVARRIA

Mahmood, il video integrale di Willy Chavarria designer di collezioni non binarie

Lifestyle - Mandalina Di Biase 13.2.24
Sabato De Sarno (MUBI)

Sabato De Sarno, Paul Mescal e l’Apple Vision Pro

Lifestyle - Redazione Milano 19.3.24
@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24
Becoming Karl Lagerfeld, il full trailer italiano racconta anche la storia d'amore con Jacques de Bascher - Disney Becoming Karl Lagerfeld Daniel Bruhl Theodore Pellerin - Gay.it

Becoming Karl Lagerfeld, il full trailer italiano racconta anche la storia d’amore con Jacques de Bascher

Serie Tv - Redazione 26.4.24
Sabato De Sarno direttore creativo Gucci - foto @tyrellhampton + @federicociamei

Sabato De Sarno non vuole controllare le emozioni

Culture - Riccardo Conte 26.3.24
BigMama, Lorenzo Seghezzi è il suo fashion designer - Sessp 29 - Gay.it

BigMama, Lorenzo Seghezzi è il suo fashion designer

News - Federico Colombo 8.2.24