Svezia, nasce lo stadio certificato LGBT

Tutto il personale dovrà svolgere attività di formazione in materia di LGBT.

La Svezia avrà il primo stadio certificato LGBT.

Tutto il personale dello Studenternas stadium, che sorgerà nella città studentesca di Uppsala, sarà infatti istruito e addestrato per creare un ambiente accogliente nei confronti della cominità LGBT.

Ciò significa che tutte i bagni e i camerini saranno accessibili in modo tale che tutti gli atleti e gli spettatori potranno usufruirne, indipendentemente dalla loro identità di genere, con annessi servizi igienici di genere neutro.

Danne Eriksson, direttore marketing del comune per lo sport e il tempo libero, ha dichiarato: Il comune di Uppsala vuole essere aperto e inclusivo, in modo che tutti abbiano gli stessi diritti e le stesse possibilità. Vogliamo garantire la parità di trattamento in tutte le aree, a prescindere dal genere, dall’identità di genere, dall’espressione di genere o dall’orientamento sessuale”.

Lo stadio sarà solo uno degli step che porteranno la città ad essere ancor più LGBT-friendly. Gli obiettivi del nuovo stadio saranno quelli di “aumentare la sensazione di appartenenza, comfort e sicurezza”, migliorando inoltre “la conoscenza, l’uguaglianza e la comprensione delle persone LGBT”. Tutto il personale dovrà svolgere attività di formazione in materia di LGBT. L’arena ospiterà partite di calcio, concerti e altri eventi, e sarà disponibile a partire dal 2020.