Intervista a Marco Cubeddu: “Vi racconto le zozzerie fatte a Pechino Express!”

di

Marco Cubeddu non ha paura e parla, senza freni inibitori, della sua avventura a Pechino Express e di Silvia Farina. Ma anche di un'avventura gay...

CONDIVIDI
184 Condivisioni Facebook 184 Twitter Google WhatsApp
100538 1

Marco Cubeddu è il classico ragazzo belloccio della porta accanto. Il classico dirimpettaio che vorresti portarti a letto e che poi, per ironia della sorte o meglio ancora per sfiga pura, o è etero, o è asessuato o è già papà di quattro figli per la gioia della Lorenzin e della sua passione sfrenata per le famiglie numerose. In questo caso, ma solo in questo, è etero, o almeno così dichiara (nonostante conosca Grindr e abbia una foto di Non è la Rai su Instagram, ndr), ma giuro solennemente che non me lo vorrei portare a letto. Dopo aver visto la prima puntata di Pechino Express dove lui, assieme a Silvia Farina (LEGGI L’INTERVISTA >), forma la strana coppia de Gli #Estranei, il web si è completamente scatenato. I cinguettii di Twitter non si contavano davvero più. C’era gente che (insistentemente) si chiedeva: ma come mai lui ancora non l’ha fatta fuori? E perché non l’ha buttata giù dalla zattera quando avrebbe potuto? E, tra un tweet al vetriolo e l’altro, c’era persino chi si domandava se questi due estranei, finiranno mai a letto. Ecco, tutte queste domande interessanti, intelligenti e piene di spessore le ho rivolte a lui: il classico belloccio della porta accanto, ex pompiere, con all’attivo già ben due libriPornoKiller e Con una bomba a mano sul cuore.

Non si offenderà mica se inizio subito a parlarle di “lei”, vero?

Lei, chi?

Lei. Silvia..

Ah, no, affatto..

14370135_545075039030040_2107278697932375417_n

Dica la verità: ma Silvia Farina c’è o ci fa?

È come chiedermi se è nato prima l’uovo o la gallina. In generale, quello del “c’è o ci fa” è un circolo vizioso senza fine. Uno, alla base, un po’ c’è, poi, perché magari gli conviene, ci fa un po’ di più.  Magari, all’origine, c’è un banale deficit cognitivo, e poi il resto lo fa l’esercizio (ride, ndr).

In molti, dopo la prima puntata, si sono domandati: “Possibile che lui non l’abbia ancora fatta fuori?”

Caro Poeta, non so se se ne è accorto, ma era pieno di telecamere, da quelle parti! E mi creda: non sono ancora pronto per scrivere “Le mie prigioni”.

Ha mai avuto impulsi sessuali nei confronti della sua compagna d’avventura?

Ne sto avendo più per lei in questo momento. Ma non si faccia strane idee.

marco-cubeddu-e-silvia-farina

E verso qualche altra concorrente?

La sfido a un esperimento sociale: registri una versione di “Santo, Santo, Santo è il Signore” della Farina e poi la somministri, giornalmente, a tutti i maschi eterosessuali e sessualmente attivi che conosce. Scommettiamo che, nel giro di pochissime applicazioni, non sarebbero in grado di sostenere neanche un ipotetico terzetto con le #Naturali? Le dico solo che, una volta a casa, mi sono quasi commosso quando ho scoperto che tutto funzionava come prima.

Neanche per Lory del Santo?

Lory è una bellissima donna, una dea, gentilissima, educatissima e, a quanto mi risulta, fidanzatissima con Marco che, tra l’altro, è diventato un mio amico. A me, normalmente, degli sconosciuti non mi importa nulla, sono vizioso e narcisista; non solo fantastico sulle donne altrui, ma se ho la possibilità le corteggio volentieri, e poco m’importa dei loro compagni. Ma con le donne degli amici, mai e poi mai!

C’è chi parla di sguardi indiscreti tra lei e Cristina Bugatty de i #Contribuenti. Non avrà mica allungato l’occhio, vero?

Senta, la Bugatty è la creatura più femminile che abbia mai incontrato in Centro America e le dico Centro America per essere vago e non dare indizi sui Paesi che posso aver visitato dopo. E’ così eterea, elegante che se fosse successo, non me ne sarei accorto, ma ne sarei comunque orgoglioso.

pechino_express_diego_passoni_cristina_bugatty

L’idea di aver ricevuto così tanti apprezzamenti dal pubblico gay come la fa sentire?

Mi lusinga molto. E’ molto divertente. In questi giorni capita che un po’ di donne mi scrivano sciocchezze pseudo poetiche.

Tipo?

Cose irriferibili, agghiaccianti, mentre i gay sono più espliciti e più simpatici, anche se, devo dire, fin troppo garbati: nessuno mi ha inviato neanche una foto oscena! A quanto ne sapevo, tra voi smanettoni di Grindr, era usanza, si vede che sono male informato, oppure devo ritenermi offeso…

Ha mai ricevuto avances da parte di un uomo?

C’è stato un periodo in cui mettevamo in scena il Rocky Horror Picture Show con alcuni amici. Avrò avuto 19 anni. Avevamo una compagnia e, a quell’epoca, non studiavo e facevo il pompiere precario per campare. Una sera dovevamo esibirci in una discoteca gay in Versilia e siccome smontavo tardi dal turno a Genova, mi passarono a prendere al volo e non ebbi modo di cambiarmi. Insomma, per fargliela breve, sono entrato lì dentro vestito da pompiere ed è stato un delirio. Le dico solo che sono dovuti intervenire i buttafuori.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...