Timo Cavelius, il judoka dichiaratamente gay vince il campionato tedesco e sogna le Olimpiadi

Se Cavelius riuscisse a partecipare alle Olimpiadi di Parigi il prossimo anno, diventerebbe il primo olimpionico maschio apertamente gay di judo della storia olimpica.

ascolta:
0:00
-
0:00
Timo Cavelius, il judoka dichiaratamente gay vince il campionato tedesco e sogna le Olimpiadi - Timo Cavelius - Gay.it
2 min. di lettura

Dopo essere arrivato sempre secondo nei tre anni precedenti, Timo Cavelius, 26enne judoka dichiaratamente gay, ha vinto i campionati nazionali tedeschi di judo a Stoccarda, lo scorso fine settimana.

Cavelius ha conquistato il titolo sconfiggendo il due volte campione tedesco Tim Gramkow nella classe 81 kg. Grazie proprio a questo trionfo, Cavelius punta ora alle Olimpiadi di Parigi del 2024, come rivelato ad Outsports.

Cavelius ha fatto pubblicamente coming out nel 2020, mentre in famiglia ha dichiarato la propria omosessualità all’età di 15 anni. “Un noto tabloid tedesco voleva fare uno scoop sulla mia sessualità“, rivelò in un’intervista del 2020, “ma poiché non ho una storia triste o scioccante da raccontare sul mio coming out, abbandonarono l’idea“. In famiglia Timo è stato da subito accettato. Il coming out da judoka ha invece richiesto più tempo.

“Nello sport, per me l’argomento è stato un tabù per molto tempo”, ha detto alla rivista tedesca Bento. “Non solo perché avevo ripetutamente letto storie orrorifiche sugli atleti che facevano coming out. Nella mia squadra eravamo tutti ragazzi adolescenti che volevano ancora dimostrare la loro mascolinità. Il judo è anche uno sport molto fisico, dopotutto ti lanci a vicenda e sei incredibilmente vicino nel combattimento a terra. Avevo paura che gli altri non mi prendessero più sul serio”.

Poi è arrivata la svolta, grazie ad una terapista.

“Ho avuto una sorta di esperienza cruciale quando ho parlato per la prima volta della mia sessualità con il nostro psicologo dello sport. In realtà, lavoriamo con gli psicologi per sviluppare rituali e apprendere tecniche per ridurre lo stress in combattimento. Quando le ho parlato della mia omosessualità, non ha cercato di spingermi in nessuna direzione, ma ha chiarito che la scelta era interamente mia. Ed era vero: potevo decidere da solo come affrontare questa faccenda. La paura di fare coming out veniva da me, l’avevo superata con amici e famiglia. Il mio coming out ‘pubblico’ con i miei compagni è stato più o meno una reazione istintiva: ho semplicemente fatto un post su Facebook in cui ho chiarito i rumor. “Sì, sono gay, ma questo non cambia chi sono”. “Certo, avevo paura di come avrebbero reagito i miei compagni di squadra. Ma a parte le classiche domande “Come stai?”, sono stati tutti molto carini”.

Cavelius non si considera un attivista e vuole che siano le sue gare di judo a parlare per se, ma ha comunque un messaggio da inviare alle persone che fanno ancora fatica a fare coming out.

“Non voglio incolpare altri ragazzi gay per i loro problemi, ma continuo a pensare che molte persone si spaventino all’idea di fare coming out. Nel momento in cui ho preso in mano il mio destino, non mi sarebbe mai potuto succedere niente. Che sia molto chiaro: oggi non c’è più spazio per l’omofobia, nemmeno nello sport professionistico”.

Se Cavelius riuscisse a partecipare alle Olimpiadi di Parigi il prossimo anno, diventerebbe il primo olimpionico maschio apertamente gay di judo della storia olimpica. A Tokyo hanno invece partecipato nove donne judoka LGBTQ.

Timo Cavelius, il judoka dichiaratamente gay vince il campionato tedesco e sogna le Olimpiadi - Timo Cavelius foto - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: "Fr*cio miserabile" (VIDEO) - Il Portavoce di Rocco Casalino 2 - Gay.it

Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: “Fr*cio miserabile” (VIDEO)

News - Redazione 4.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming - Film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 4.3.24

Hai già letto
queste storie?

comitato-olimpico-atlete-transgender-non-binari

L’esclusione delle persone trans nello sport va contro la salute pubblica: lo studio

Corpi - Francesca Di Feo 20.9.23
Robbie Manson, tra OnlyFans e ritorno in acqua il canottiere si è qualificato per le Olimpiadi 2024 di Parigi - Robbie Manson - Gay.it

Robbie Manson, tra OnlyFans e ritorno in acqua il canottiere si è qualificato per le Olimpiadi 2024 di Parigi

News - Federico Boni 13.9.23
Cole e Aiden, la storia d'amore di due campioni del baseball che hanno iniziato a frequentarsi dopo essersi sfidati in campo - Cole e Aiden 2 - Gay.it

Cole e Aiden, la storia d’amore di due campioni del baseball che hanno iniziato a frequentarsi dopo essersi sfidati in campo

Corpi - Redazione 12.10.23
Tom Daley, il figlio lo accoglie al ritorno dai mondiali vinti. L'emozionante abbraccio (VIDEO) - Tom Daley - Gay.it

Tom Daley, il figlio lo accoglie al ritorno dai mondiali vinti. L’emozionante abbraccio (VIDEO)

Corpi - Redazione 12.2.24
sport-aics-tesseramento-alias

Tesseramento alias nello sport, la svolta di AICS: “Esaltare il valore dello sport come diritto umano”

Corpi - Francesca Di Feo 3.1.24
Jakub Jankto ai colleghi calciatori gay dopo il coming out: “Non c’è motivo di avere paura” - Jakub Jankto 1 - Gay.it

Jakub Jankto ai colleghi calciatori gay dopo il coming out: “Non c’è motivo di avere paura”

Corpi - Redazione 20.10.23
moto-gp-omofobia

Moto GP, il pilota Wilco Zeelenberg accusato di omofobia, ma è solo un malinteso

News - Francesca Di Feo 17.10.23
Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico - Lia Thomas - Gay.it

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico

Corpi - Federico Boni 26.1.24