Giovane trans va a provare l’abito da sposa: “Sei un uomo, via da qui”

di

Cacciata dal negozio di abiti da sposa perché ritenuta un uomo, la canadese Rohit Singh ha deciso di denunciare il negozio per discriminazione. Intanto, però, si è sposata...

11365 0
Rohit Singh il giorno delle nozze

Rohit Singh il giorno delle nozze

Era andata a provare un abito da sposa, ma entrata nel negozio, la commessa le ha detto: “Non permettiamo agli uomini di provare abiti in questo negozio”. Lei, una giovane trans ha precisato: “Non sono un uomo, sono una trans”. E’ successo a Saskatoon nel sud del Canada dove Rohit Singh si è recata nel negozio per spose Jenny’s Bridal Boutique per vedersi rifiutare la prova dell’abito. “Gli altri clienti potrebbero non sentirsi a proprio agio” ha detto la commessa continuando a trattare Rohit come un uomo.
Adesso la ragazza ha deciso di ricorrere alla locale commissione per i diritti umani e denunciare l’accaduto.

“Potrebbe succedere ad altre ragazze – ha spiegato – e lei le ferirebbe allo stesso modo. E’ stato così imbarazzante per me e mio marito…”.
La commessa si è giustificata dicendo che pensava fosse un uomo e che le altre spose che provavano abiti nel negozio si sarebbero sentite a disagio vedendo un uomo con il vestito da sposa.
Rohit ha cambiato negozio ed ha trovato un bellissimo abito rosso con il quale si è sposata lo scorso 29 aprile, ma la vicenda non finisce qui perché la neo moglie è intenzionata ad andare fino in fondo contro la discriminazione subita.

Leggi   Bari, va deserta la messa in memoria delle persone trans
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...