Teatro a Sesto: Copi chi 6?

di

Uno spettacolo 'bugiardo' a Sesto Fiorentino

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Di Daniele Fauno

Copi ispira con le sue quattro gemelle uno spettacolo che va in scena al teatro della Limonaia a Sesto Fiorentino dal 21 al 24 febbraio. Dal curioso titolo ‘6’, e espressamente proposto per gli spettatori più curiosi e giovani secondo un bel progetto chiamato ‘Giovani Platee’ che il teatro toscano porta avanti in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo. Ecco come l regista Andrea Adriatico presenta lo spettacolo: "Siamo abituati a demonizzare le bugie. Eppure non sempre la bugia è un crimine. Il titolo di questo lavoro è dichiaratamente bugiardo. E come ogni bugia contiene una verità scomoda della quale è difficile fare a meno. 6. è la mia passione per i numeri, oltre che la passione per l’identità doppia di questo particolare segno, ambiguo, bifronte. Tutto ciò che contiene è allo stesso tempo verità e bugia, mi esalta. Ecco perché forse gioco con l’arte della finzione umana. Perché quando ero bambino mi hanno detto che fare teatro era fare finzioni. Solo dopo ho scoperto che fare teatro, per un attore, era tutt’altro che fare finzioni. Era semmai progettare riflessi d’identità sconvolte, usare le bugie di un personaggio, di una faccia, di un’esistenza a servizio della storia della propria vita." Andrea Adriatico confessa, chiamandola bugia, la sua fascinazione per il 6, numero diabolico, e teatrale per eccellenza, e attraverso di lui indaga sui mondi gemelli, sulla sinfonia dell’addio di Haydn, sulle virtù dei cartoni animati, sul teatro di Copi, sulle necessità del silenzio, disegnando attraverso i suoi straordinari compagni d’avventura un curioso dramma che in fondo è una bugia. E interrogandoci: "Ma tu, spettatore, chi 6?"

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...