SCANDALOSO HEAD ON!

di

Dai maggiori festival mondiali ecco in VHS, Head On: un film audace, con un protagonista sensualissimo e delle scene mozzafiato. Ve ne facciamo vedere una delle più hot...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Siamo pronti a rappresentare tutto, senza censure. Questa è una delle grandi conquiste che l’attuale felice stagione del cinema gay ci consente.

E che vogliamo testimoniare attraverso uno spezzone particolarmente audace di un film non recentissimo, ma che pochi hanno avuto l’opportunità di vedere nelle sale cinematografiche, se non in occasione di uno dei festival del cinema gay e lesbico che fortunatamente si svolgono sempre più numerosi nella nostra penisola.

Stiamo parlando di Head On, il bellissimo film di Ana Kokkinos presentato anche al festival di Cannes del 1998 e che la scorsa estate è stato proiettato in Italia nel circuito collegato al festival del cinema gay e lesbico di Milano (che, sia detto per inciso, tra qualche giorno vara la nuova edizione).

Head On racconta un giorno nella vita di Ari, diciannovenne di famiglia greca immigrata in Australia. Gay dalla bellezza virile, Ari vive con i genitori e, schiacciato dall’autorità paterna e dalla mentalità sessista della comunità greca, non trova altra dimensione affettiva che quella dei rapporti occasionali e nascosti. Ma la confusione dei sentimenti, l’uso di droghe, i tentativi falliti di amare le donne, l’arroganza della polizia si trasformano in una corsa a testa alta verso la libertà.

Passionale, soprattutto grazie alla sconvolgente bellezza maschia del suo protagonista Alex Dimitridates, il film è un vero inno alla libertà, anche se amaro: la ricerca di questa libertà porta anche a consumare sesso rapido con un macellaio col quale si scambiano solo poche occhiate (è l’antefatto dello spezzone che potete vedere).

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...