DI CHE FAZZOLETTO SEI?

di

Nella tasca sinistra indica preferenze "attive". I "bottom" lo portano nella destra: blu per il sesso anale, nero per il sadomaso, corallo per… Ecco il codice più usato...

4379 0

La pubblicità funziona. Perché non dovrebbe funzionare se si parla di sesso? Sarà per questo che i gay hanno inventato un sacco di mezzi ingegnosi, a volte sottili, altre volte arditi, per ostentare i propri gusti. Ai tempi di Oscar Wilde, per fare un esempio, quando tra gay c’era "l’amore che non osa dire il suo nome", gli omosessuali inglesi dovevano sfoggiare un garofano tinto di verde: era un mezzo di mutua identificazione, che con difficoltà avrebbe suscitato sospetti tra coloro che non fossero informati dell’usanza.

Ma persino in questi tempi "illuminati", in cui stendardi rainbow sventolano dappertutto, ci sono alcuni modi di rendere visibile agli altri alcune delicate informazioni. Uno dei mezzi più conosciuti è il "codice del fazzoletto" che, dopo aver assunto importanza nei tempi immediatamente successivi alla rivolta di Stonewall, aspira a codificare la vasta gamma di gusti sessuali per mezzo del colore e della posizione del fazzoletto da tasca.

Alcuni fanno risalire il codice del fazzoletto addirittura all’epoca della Corsa all’Oro, quando i "ballerini" nei saloon per soli uomini delle cittadine minerarie, si sarebbero divisi in "maschi duri" e "ragazzine" grazie al fazzoletto identificativo che queste finte-donne si avvolgevano intorno al braccio. Qualunque sia la affidabilità di questo brano di storia, un secolo dopo i finocchi americani hanno trovato che un fazzolettino ben posizionato nella tasca posteriore dei loro Levi’s 501 risultava carino, e così si è venuto a creare un intero linguaggio in codice. Alcune "pazze" hanno assegnato ai colori del fazzoletto dozzine di predilezioni legate al sesso, e il codice del fazzoletto "ufficiale" ha così cominciato a fare il giro del mondo.

La maggior parte dei segnali codificati non sono molto in uso e hanno solo valore di curiosità e divertimento: probabilmente mai nessun amante degli uomini circoncisi, se ne è andato in giro esibendo un fazzoletto di raso marrone nel taschino posteriore destro… O forse quelli che amano indossare i boxer sfoggiano un fazzoletto paisley nella tasca per reclamizzare la cosa?

Tuttavia, alcuni simbologie legate all’uso del fazzoletto sono ancora in uso in maniera più o meno diffusa. In generale, il principio guida è che un fazzoletto nella tasca posteriore sinistra indica un "top", un attivo; uno nella tasca destra, indica una preferenza per fare il "bottom" o passivo.

Così, uno con un fazzoletto blu marino nella tasca sinistra ama penetrare, mentre se ce l’ha nel taschino destro, vuole dire che preferisce riceverlo… a meno che non voglia semplicemente dire che è raffreddato! Perché lì sta il problema: molti dei più usati colori del codice sono molto comuni. «Nella mia esperienza – afferma uno che la scena l’ha frequentata parecchio – il codice del fazzoletto può essere utile nei bar o nelle feste a tema, dove sapere cosa piace a qualcuno può velocizzare l’approccio. Ma è più rischioso pensare che uno sconosciuto per strada stia usando un fazzoletto rosso per mostrare che gli piace il fisting».

Effettivamente, il fazzoletto rosso sembra essere uno dei codici più di successo e più utilizzato, probabilmente a causa del fatto che il fisting entusiasma una minoranza che necessita di una esperienza e una conoscenza da parte dei partecipanti. Come abbiamo visto, il blu marino si riferisce al rapporto completo, mentre l’azzurrino indica, a seconda della posizione, la predilezione per usare la bocca o per essere succhiato… I fazzoletti neri indicano una passione per il sadomaso pesante, mentre i grigi per il bondage. Ed è facile intuire di quale liquido siano appassionati quelli che indossano un fazzoletto giallo…

Leggi   E tu, di che maglione sei? Ecco il meglio della stagione

Ci sono anche altri segni che sono abbastanza in uso: una grosso mazzo di chiavi appeso alla sinistra può indicare che il tipo è un attivo dotato. Oppure che è un addetto alla sicurezza… In passato, piccoli orsacchiotti erano un segnale per gli amanti delle tenerezze, ma ora vengono indossati da chi si identifica con un orso o un amante degli orsi.

Sì, a volte un segnale equivale a mille parolacce. Vedete quel tipo con un fazzoletto color corallo nella tasca destra? Beh, toglietevi le scarpe: vuole leccarvi i piedi!

di Simon Shephard – Gay.com UK

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...