Sardegna, istruzioni per l’uso

di

Tutto quello che c'è da sapere per una vancanza indimenticabile. Spiagge, locali e vita notturna gay e friendly, eventi in programma e qualche consiglio su come spostarsi.

3683 0

Consigli utili Dall’aeroporto al centro ci sono gli autobus ogni mezz’ora, costo 2 euro, taxi intorno ai 10 euro, 8 km circa.
Per il turista è facilissimo visitare Cagliari, basta procurarsi una mappa che si può richiedere alla reception dell’albergo
o all’ufficio del Turismo in piazza Matteotti. Da via Roma è sufficiente seguire i cartelli segnaletici che consigliano
un percorso turistico pedonale e non si può sbagliare. Il Castello, i Bastioni di Saint Remy, le torri dell’Elefante e di San Pancrazio, la cattedrale di Santa Maria, il Palazzo Viceregio, la Cittadella dei Musei, la Galleria d’Arte Moderna, l’Anfiteatro romano, la villa di Tigellio, l’Orto Botanico e poi le numerose chiese. Una città tranquilla, affatto pericolosa anche di notte, con numerosi punti d’incontro all’aperto nei caffè di via Roma e di piazza Yenne e vie limitrofe. In bus, spendendo solo un euro si arriva alle spiagge del Poetto con i suoi chioschi, ristoranti e dancing.
La mia camera all’hotel Italia, via Sardegna 31, è costata 58 euro al giorno, colazione inclusa e wireless nella hall. Nella
zona centrale ci sono numerosi alberghi e camere in affitto, la scelta non manca e i prezzi sono abbordabili.
Un menù turistico costa da 15 euro a 30 euro se si scelgono specialità di mare. Consiglio Su Cumbidu in via Napoli, 11 (specialità carni sarde) e Su Procciu in via Manno (specialità di pesce alla sarda). Ricchi antipasti con piatti di ceci, fave, lumache, formaggi e prosciutti, gnocchetti, maialino e per finire in bellezza dolci e mirto; in via Sassari al Sa Domu
Sarda si mangia veramente bene. Ai cinema d’essai Odissea e Greenwich gli amanti cinefili possono assistere alle proiezioni di prima visione con solo 4 euro. Un biglietto ordinario del bus urbano costa 1 euro e vale 90 minuti.
Appuntamenti importanti: il 7 settembre arriva il Papa a Cagliari. Il prossimo anno ci sarà il G8 nell’isola della Maddalena.

Guida gay Rainbow Café, via Rossini 16, cell. 347 4575934, chiuso il lunedì. Magnolia disco bar, via San Giovanni, misto, chiuso in estate. Go Fish discoteca, via Venturi 12/14, www.go-fish.it (serata con spettacolo drag queen il giovedì e
disco con spettacoli il sabato). Da rilevare che la disco inizia verso l’una di notte. Fico d’India, chiosco al mare, aperto
in estate (bus alla settima fermata del Poetto) a ridosso della Torre Spagnola. Bed & Breakfast, www.lavilletta.biz,
www.elicriso.net, www.casavolver.it www.sardiniainbed.com friendly. 

Eventi organizzati  Visita il sito www.gday.it. ll G-Day nasce come raduno glbt a livello regionale e party a tema. Gruppi: Arc, via Leopardi 3; Mos, via Rockfeller 16c, Sassari; www.gruppobearsardinia.it (il sito degli orsi sardi); Arcigay P.P.Pasolini Carbonia, cell. 349 5912379 (Matteo).
Stadio San’t Elia – In macchina nei parcheggi dello stadio nelle ore serali, frequentato tutto l’anno.
Parcheggi Fiera Di Cagliari – In Piazza Marco Polo nei pressi di Viale Diaz, frequentato nelle ore serali in macchina.

Spiagge Cala Fighera, vicino Calamosca. Prendere l’autobus 5/11 in via Roma. Si scende al capolinea proprio davanti alla spiaggia di Calamosca, si procede a sinistra costeggiando il mare, alla fine si prende il piccolo sentiero che sta di fianco al cancello di un locale molto carino (non gay) chiamato Le terrazze di Calamosca oppure si arriva in barca dal porticciolo di Marina Piccola, si procede lungo la costa fino ad una piccola caletta di sabbia costeggiando la Sella del diavolo.
Mari Pintau (mare dipinto), percorrere la SP 17 fino al Km 17. Non c’è un parcheggio organizzato, per cui occorre lasciare la macchina o lungo la strada nel tratto sterrato di fianco alla cunetta, oppure nello slargo che precede la stradina che si inerpica sulla collina che sovrasta la località. Per raggiungere la spiaggia: lungo la provinciale ci sono alcuni punti in cui il guardrail presenta dei passaggi, da cui partono i sentieri che portano al mare. Dopo la spiaggia, nella scogliera si trovano naturisti e gay. Terramala, sulla strada litoranea per Villasimius (SP 17) a circa 15 km da Cagliari. Arrivati a Terramala (dopo Is Mortorius) al capolinea dell’autobus 1Q procedere a piedi verso sinistra superando il villaggio (circa 1 km). Arrivando in macchina è anche possibile parcheggiare sulla strada dopo il villaggio (nello spiazzo a destra in cima alla collina) e scendere a piedi. Naturismo, prevalentemente gay.

di Felix Cossolo dalla redazione di Clubbing

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...