37° Torino Film Festival, non solo horror: ecco tutte le cineproposte queer

Conclusosi con la vittoria dello scandinavo A White, White Day, ha presentato vari film a tematica lgbt, da Fin de Siglo a Scream, Queen!

37° Torino Film Festival, non solo horror: ecco tutte le cineproposte queer - Fin de siglo grande - Gay.it
4 min. di lettura

37° Torino Film Festival, non solo horror: ecco tutte le cineproposte queer - A White White Day - Gay.it

L’ha fatta da padrona sicuramente la ricca retrospettiva horror, al 37° Torino Film Festival diretto da Emanuela Martini, conclusosi ieri con la vittoria del film scandinavo A White, White Day di Hlynur Palmason. E tra i Dracula e zombie di prammatica non è mancata – in persona vivissima – la regina dell’horror, Barbara Steele, oggi splendida 81enne, a cui è andato il Gran Premio Torino. Ma le cineproposte del TFF sono state alquanto variegate e non mancavano alcuni film queer: in concorso è passata l’opera prima argentina Fin de Siglo (Fine del secolo), una sorta di Breve incontro gay, dove i protagonisti Ocho e Javi (Juan Barberini e Ramon Pujol) si conoscono a Barcellona e scoprono di essersi già incontrati e piaciuti vent’anni prima.

37° Torino Film Festival, non solo horror: ecco tutte le cineproposte queer - Fin de siglo 3 - Gay.it

Il film d’apertura, Jojo Rabbit di Taika Waititi, è un’intelligente commedia satirica in cui s’immagina che un ragazzino di dieci anni (Roman Griffin Davis, presente al festival) abbia come amico immaginario nientemeno che Hitler – il regista stesso – e desideri diventare un perfetto nazista. Con un tono fiabesco tra Wes Anderson e Benigni, si riflette sulle radici del male e su come il desiderio di fare gruppo possa condizionare le giovani menti. Commovente il ruolo materno di Scarlett Johansson. Si intravedono anche un capitano criptogay (Sam Rockwell) appassionato di drappeggi colorati e il suo fedelissimo assistente.

37° Torino Film Festival, non solo horror: ecco tutte le cineproposte queer - Jojo Rabbit - Gay.it

Nel thriller medio A Good Liar (sarà intitolato in italiano L’inganno perfetto) troviamo due bravi protagonisti, gli inossidabili Helen Mirren e Ian McKellen, nei rispettivi panni di una vedova facoltosa e di un abile truffatore pronto a sottrarle l’ingente patrimonio ma, ovviamente, non tutto è come sembra. Lei pare affezionata a un presunto nipote gay che sta lavorando a una tesi su Albert Speer ed è molto sospettoso nei confronti del nuovo amico. Teso a tratti, un po’ melenso nella parte di seduzione romantica a cui non si può credere, è complicato da un tortuoso flashback berlinese. L’omosessualità del nipote è svelata solo a fine film e non si capisce francamente bene il perché.

37° Torino Film Festival, non solo horror: ecco tutte le cineproposte queer - The Good Liar - Gay.it

È invece terribile incappare nella visione del tedioserrimo Liberté di Albert Serra, praticamente una lunghissima, estenuante ammucchiata bisex notturna in una radura boschiva tra Potsdam e Berlino nel 1774, dove un gruppo di libertini sfugge all’oscurantista Luigi XVI protetto dal duca di Walchen (Helmut Berger, immobile come una statua). Per due ore e venti – pubblico in fuga alla chetichella – i libertini cercano di procurarsi piacere in tutti i modi possibili e dandosi un tono vagamente sadiano (frottage, bondage, pissing). Da evitare.

37° Torino Film Festival, non solo horror: ecco tutte le cineproposte queer - Indianara - Gay.it

Tra i documentari spicca il brasiliano Indianara di Aude Chevalier-Beaumel e Marcelo Barbosa, un’attivista lgbt brasiliana che si autodefinisce “una puttana parlamentare, atea, anarchica e vegana”. Nata come Sergio Siqueira, questa “rivoluzionaria inclassificabile”, come viene definita sul programma, decide molto presto di diventare donna e inventa il suo nome in omaggio alle origini indigene di sua madre e a Nara, un’amica transgender che la supporta. Indianara ha fondato Casa Nem, un centro di accoglienza per transgender a Rio de Janeiro, ed è stata consigliere comunale insieme a Marielle Franco.

37° Torino Film Festival, non solo horror: ecco tutte le cineproposte queer - Scream Queen - Gay.it

Nell’intenso Scream, Queen! My nightmare on Elm Street diretto da Roman Chimienti e Tyler Jensen si racconta l’odissea omofoba che ha perseguitato il protagonista gay del seguito di Nightmare, Mark Patton, (i detrattori hanno colto l’omoerotismo del film) e costretto a una sorta di esilio mediatico. Funziona in particolare il passaggio dalla vicenda umana di Patton alle problematiche della comunità lgbt (l’Aids in primis). Commovente l’incontro con lo sceneggiatore di Nightmare 2 che gli chiede perdono. Meriterebbe una distribuzione tradizionale.

La Giuria di Torino 37 – Concorso Internazionale Lungometraggi, presieduta da Cristina Comencini (Italia) e composta da Fabienne Babe (Francia), Bruce McDonald (Canada), Eran Riklis (Israele), Teona Strugar Mitevska (Macedonia) ha assegnato questi premi:

Miglior film (€18.000) a:
HVÍTUR, HVÍTUR DAGUR / A WHITE, WHITE DAY di Hlynur Pálmason (Islanda/Danimarca/Svezia)

Premio Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (€ 7.000) a:
LE RÊVE DE NOURA di Hinde Boujemaa (Tunisia/Francia/Qatar)

Premio per la Miglior attrice a:
VIKTORIA MIROSHNICHENKO e VASILISA PERELYGINA, per il film Dylda / Beanpole di Kantemir Balagov (Russia)

Premio per il Miglior attore a:
GIUSEPPE BATTISTON e STEFANO FRESI per il film Il grande passo di Antonio Padovan (Italia)

Premio per la Miglior sceneggiatura a:
WET SEASON di Anthony Chen (Singapore /Taiwan)

Premio del Pubblico
MS. WHITE LIGHT di Paul Shoulberg (Stati Uniti)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Studente delle Filippine sgrida il Papa: "Smetta di usare un linguaggio omofobo. Fa male" (VIDEO) - Papa Francesco e Jack Lorenz Acebedo Rivera - Gay.it

Studente delle Filippine sgrida il Papa: “Smetta di usare un linguaggio omofobo. Fa male” (VIDEO)

News - Redazione 21.6.24
Namibia, sentenza storica depenalizza l’omosessualità, ma il governo potrebbe appellarsi alla Corte Suprema

Namibia, sentenza storica depenalizza l’omosessualità, ma il governo potrebbe appellarsi alla Corte Suprema

News - Francesca Di Feo 22.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24

Continua a leggere

Padova Pride Village Virgo 2024, il programma dal 7 giugno al 7 settembre. Si parte con i Ricchi e Poveri e Alfa - Pride Village Virgo Padova - Gay.it

Padova Pride Village Virgo 2024, il programma dal 7 giugno al 7 settembre. Si parte con i Ricchi e Poveri e Alfa

Culture - Federico Boni 4.6.24
Safffo, a Roma la 3a edizione del Festival che promuove l’espressione artistica LGBTQIA+ indipendente - SAFFFO 2024 - Gay.it

Safffo, a Roma la 3a edizione del Festival che promuove l’espressione artistica LGBTQIA+ indipendente

Culture - Redazione 15.5.24
Outing Festival (Media Ireland)

In Irlanda San Valentino è queer: benvenutə all’Outing Festival!

Viaggi - Redazione Milano 29.1.24