Foto

Addio Lisetta Carmi, la prima fotografa a raccontare le persone transessuali in Italia

Carmi documentò con le sue fotografie uno dei primi "ghetti" queer in Italia.

ascolta:
0:00
-
0:00
Lisetta Carmi (I Travestiti)
LISETTA CARMI, I TRAVESTITI, LA NOVIA, GENOVA,1965/1967, COURTESY GALLERIA MARTINI & RONCHETTI
2 min. di lettura

Si è spenta ieri, all’età di novantotto anni, Lisetta Carmi.

Fotografa, concertista, e militante, Carmi scopre la fotografia nel 1960 – con una Leika regalata dal padre – quando lascia il pianoforte e si dedica a raccontare i volti e le vite di chi rimane ai margini, con incredibile sensibilità e umanità: dedicandosi in un primo momento alla vita degli operai, durante una festa di Capodanno nel 1965, a Genova, Carmi scopre il mondo delle persone transessuali italiane, presso il “ghetto” queer di Via del Campo. “Ho scoperto la sofferenza e la solitudine di persone davvero perbene” scrisse Carmi, diventando una delle prime nel nostro paese a dare spazio ad uno dei gruppi più marginalizzati della nostra comunità, in un’epoca che bollava ancora la transessualità come malattia mentale da debellare.

lisetta carmi
Lisetta Carmi

Scegliendo di mostrare e celebrare “chi dava fastidio”, anche Carmi risentì l’ostilità del sistema eteronormato e transfobico: il suo libro (oggi cult) “I travestiti” fu rifiutato da ogni libreria del paese e la definirono “una sporcacciona”. Ma quella tra Carmi e le persone trans* fu una relazione d’amicizia di quasi sei anni, con impatto indelebile sia sul piano sociale che personale: “Sentivo di star facendo qualcosa di eccezionale in un mondo dominato da bieco perbenismo e da un potere che li usava e li sfruttava.” scrisse Carmi “Prima di morire, la Morena, una di loro, mi ha chiamato per salutarmi e mi ha fatto vedere il mio libro. Lo conservava come un bene prezioso“. Terza figlia con due fratelli maschi, la stessa Carmi più volte si è interrogata sulla propria identità di genere, ma l’incontro con le persone trans le ha permesso di uscire fuori dai rigidi binari svelandole una realtà mille volte più sfaccettata dove “non esistono maschi e femmine, ma esseri umani”.

Ma la vita e la carriera è stata un lungo viaggio di scoperta e contatto con il mondo, facendo “in 18 anni quello che si fa in 50”: dall’incontro con Ezra Pound che ha definito un uomo “dall’anima immensa e un poeta infinito, immenso” ai reportage in Sicilia e in Sardegna, che per 10 anni definì Terra dell’Esilio: documentò la Calendaria – grande festa celebrata l’ultimo dell’anno a Orgosolo, riportando donne in preghiera, pastori, e architetture tipiche della cultura sarda, e momenti di inaspettata tragedia (come la morte di un carabiniere durante uno scontro a fuoco). Si spostò anche tra Venezuela,Germania, Svizzera, e Israele, ritraendo campi profughi e dando dignità ad una realtà che la rattristò immensamente ma meritava tutto il suo spazio.

lisetta carmi
Lisetta Carmi

“Sono convinta che un buon fotografo -è colui che vede l’altro, che sente l’essenza del mondo in cui si muove – aveva confidato la fotografa.” disse Carmi “Ho un merito, quello di aver lavorato tanto, e ho avuto una grande fortuna: riuscire a vedere oltre le cose”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24

Leggere fa bene

@elliotpage

Elliot Page in Close To You: tra misgendering e scene a petto nudo

Cinema - Redazione Milano 12.9.23
Credit: Steve Russell

Cosa è cambiato per lə bambinə trans* nel Regno Unito

News - Redazione Milano 22.12.23
Alberto Angela durante Ulisse

Alberto Angela e la bisessualità – video

Culture - Yannick Danieli 30.9.23
roccella-teoria-del-gender

Il Consiglio d’Europa all’Italia: “Gli attacchi alla comunità LGBTQIA+ sono violazioni dei diritti umani”

News - Federico Boni 19.12.23
transfobia

Transfobia in Italia: cosa ci dicono i dati?

Guide - Redazione Milano 7.11.23
Il corpo del maschio: intervista a Maurizio Fiorino - Matteo B Bianchi 10 - Gay.it

Il corpo del maschio: intervista a Maurizio Fiorino

Culture - Federico Colombo 7.9.23
Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese - Lucy Clark - Gay.it

Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese

Corpi - Redazione 2.2.24
donna tramonto foto su licenza di Sasha Freemind per Unsplash

“L’ho abbandonato per salvarmi, e lui si è tolto la vita: intorno a me omertà”

News - Giuliano Federico 23.11.23