Al Bano: “Un gay vuole curare la sua imperfezione? Fa bene”

In un'intervista pubblicata da Vanity Fair in edicola domani, il cantante parla di omosessualità come qualcosa da cui guarire e si scaglia contro i Pride, "esposizione di Sodoma e Gomorra".

Al Bano: "Un gay vuole curare la sua imperfezione? Fa bene" - albanoomofoboBASE - Gay.it
3 min. di lettura

Dichiarazioni shock, quelle rilasciate da Al bano a Vanity Fair che pubblicherà l’intervista al cantante, in procinto di partecipare alla prossima edizione del Festival di Sanremo, nel numero in edicola domani. Ecco un estratto delle parole di Al Bano alla nota rivista che lo ha incontrato a Santiago de Compostela, dove si trova per la promozione del disco Todos sus grandes éxitos in español, raccolta di successi cantati in spagnolo:
 
Al Festival Povia presenterà un brano, Luca era gay, che ha già scatenato polemiche per il tema dell’omosessualità vissuta come qualcosa da cui guarire: se uno dei suoi figli fosse stato gay, lei come si sarebbe comportato? 
"Come padre, mi avrebbe sicuramente dato fastidio avere un figlio, o una figlia, che non appartiene al suo sesso. Però bisogna fare i conti con la natura, e la natura, a volte, gioca strani scherzi. Quindi, se uno – o una ! – si i nterroga a fondo, e ha voglia di guarire da questa ‘imperfezione’, fa bene. Se non ha voglia, o non può, perché la natura lo ha costruito così, che cosa puoi dire? Ma, grazie a Dio, non ho mai avuto questi problemi. E mi dispiace tanto per chi li ha".

Siamo in Spagna, il Paese dove i gay possono sposarsi: che ne pensa? 
"Il mondo è cambiato. A noi ‘normali’ certe cose possono sembrare strane, ma a quelli che le vivono, ovviamente, no. Sono cattolico praticante e agli omosessuali dico solo questo: non sono per i ghetti, ma non fate tutto questo cancan, vivete le vostre cose in privato. Non mi vanno giù i gay pride, quelli che sfilano mascherati… A uno vaccinato come me possono far ridere, purtroppo, ma se li vedesse mia figlia piccola mi darebbe fastidio. Mi sembra l’esposizione di Sodoma e Gomorra". 
Tempestiva la risposta di Arcigay che per ribattere prende spunto dal titolo che Al Bano presenta al Festival, ‘L’amore è sempre amore’.
"Citando il titolo della tua canzone che porterai a Sanremo, caro Al Bano, ti ricordiamo che l’amore è sempre amore, che sia etero o omosessuale" risponde il presidente nazionale Arcigay Aurelio Mancuso al cantante pugliese.

"Consigliamo ad Al Bano di smettere di seguire Povia e di cominciare ad ascoltare alcune belle canzoni di Anna Tatangelo o Daniele Silvestri, Fabrizio De André o Raffaella Carrà, Niccolò Agliardi o Valeria Vaglio – è il suggerimento di Mancuso -, tutti testi che raccontano con serenità storie di amori tra uomini o tra donne, con le loro vicende e le loro passioni, proprio come gli amori che canta lui stesso da anni.”

"Non abbiamo nessun problema, non dobbiamo guarire da nulla, non siamo anormali! Basterebbe, caro Al Bano, che leggessi l’intervista apparsa proprio su Vanity Fair nel numero scorso al dottor Vittorio Lingiardi, che ti spiegherebbe in parole semplici che l’omosessualità e la bisessualità sono altri orientamenti sessuali, variabili naturali dell’identità umana. Veri problemi sono l’omofobia e la paura dell’altro, diffusi anche nel mondo dello spettacolo e che fanno male ai tanti fan che ascoltano con entusiasmo i loro beniamini musicali".

Infine Mancuso propone un faccia a faccia ad Al Bano, proprio nei giorni del festival in cui sono previste le iniziative contro il brano di Povia. “Se avessi ancora dei dubbi su questi temi, saremmo ben lieti di incontrarti a Sanremo per raccontare le nostre storie – conclude Mancuso –. Ti invitiamo assieme ai tuoi colleghi che la pensano come te per un confronto anche con alcuni esperti che potranno spiegarvi il vero significato dell’orientamento sessuale. Prendetevi un’ora di pausa dal Festival, saremo pronti a lenire le vostre paure e chiarire i vostri dubbi".

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Kylie Minogue a Hyde Park regina di Londra (al fianco di Giuseppe Giofrè) - Kylie Minogue - Gay.it

Kylie Minogue a Hyde Park regina di Londra (al fianco di Giuseppe Giofrè)

Musica - Federico Boni 15.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24
Shannen Doherty Addio

Addio Shannen Doherty, sempre al fianco dei fragili, in bilico tra forza e vulnerabilità

Serie Tv - Mandalina Di Biase 15.7.24

Continua a leggere

Aspettando Sanremo 2024, le principali canzoni LGBTQIA+ della Storia del Festival - sanremo canzoni lgbt - Gay.it

Aspettando Sanremo 2024, le principali canzoni LGBTQIA+ della Storia del Festival

Musica - Redazione 19.1.24
Vannacci: "L'omofobia è una malattia psichiatrica e io le visite mediche le ho passate sempre tutte" - Vannacci - Gay.it

Vannacci: “L’omofobia è una malattia psichiatrica e io le visite mediche le ho passate sempre tutte”

News - Redazione 23.5.24
Palermo aggressione omobitransfobica

Palermo, aggressione omobitransfobica, anche da parte di minorenni: “Se denunciate vi ammazziamo”

News - Francesca Di Feo 22.1.24
Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un'aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO) - Da Se Zna Serbia - Gay.it

Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un’aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO)

News - Redazione 8.3.24
Odio LGBTIAQ social network

L’odio social verso la comunità LGBTQIA+ ha conseguenze nella vita reale, ma Meta, X e TikTok non fanno abbastanza per arginarlo

News - Francesca Di Feo 25.1.24
burkina-faso-lgbt-africa

Burkina Faso, la giunta militare criminalizza l’omosessualità

News - Redazione 12.7.24
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24
Milano, insulti omofobi e pugni al Muro della Gentilezza da parte di neonazisti: "Gay di merd*" (VIDEO) - Milano insulti omofobi e pugni al Muro della Gentilezza - Gay.it

Milano, insulti omofobi e pugni al Muro della Gentilezza da parte di neonazisti: “Gay di merd*” (VIDEO)

News - Redazione 3.7.24