Canada minacciato da un diplomatico russo: “Conseguenze per i 31 ceceni a cui avete dato asilo”

L’operazione era stata portata a termine in gran segreto.

Un diplomatico russo ha avvisato il Canada: “Ci saranno conseguenze se emergeranno le prove”: ma a cosa fa riferimento?

Come abbiamo riportato pochi giorni fa, il Canada ha garantito asilo a 31 uomini omosessuali o bisessuali in fuga dalle persecuzioni in atto in Cecenia. Ma è il magazine canadese The Globe and Mail, nelle scorse ore, a riportare le minacce avanzate da un diplomatico russo, Kirill Kalinin, portavoce dell’Ambasciata russa a Ottawa: “Ogni irregolarità e violazione alla legge russa, se provata, comporteranno delle conseguenze”.

La mail è stata inviata da Kalinin stesso, che si è rifiutato di riferire più nello specifico quali irregolarità abbia potuto adottare il Canada, alla redazione del giornale.

Il Canada, complici i rapporti tesi con la Russia, ha portato a termine l’operazione in gran segreto anche grazie alla collaborazione dell’associazione Rainbow Railroad.

Qualche settimana fa, in un’intervista rilasciata a HBO Real Sports, il leader ceceno Kadyrov aveva dichiarato: “Non ha alcun senso, non abbiamo questo genere di persone qui. Non abbiamo gay e, qualora ci fossero, portateli in Canada”.

Ti suggeriamo anche  Zelim Bakaev in Cecenia, un anno fa spariva nel nulla la popstar russa dichiaratamente gay